Ecco la seconda parte di Mike’s Mailbag

  • I giocatori hanno sempre più potere con i contratti brevi e cambiano spesso squadra, è impossibile costruire una dinastia?

Non direi. Sono d’accordo sul fatto che i giocatori abbiano più potere e ciò possa anche andare dall’altra parte, e garantire la probabilità che possano unirsi. Certo, non sono così tanti i giocatori che hanno sufficiente potere per dettare essi stessi dove andare, e certamente non è facile allineare le volontà (di giocatori e franchigie) visto il contesto più ampio della lega, ma non scommetterei sul fatto che non si possa far evolvere una dinastia. Penso anche che spesso sia una buona cosa avere una dinastia in qualsiasi sport.

  • I Lakers faranno load management con Lebron, Davis e Kuzma?

Kawhi Leonard era il nome più spesso invocato quando si parlava di “gestione del carico” nel corso della scorsa stagione, ma ho scoperto che il suo caso era un’anomalia. Leonard stava per iniziare una stagione dopo la 2017-18 in cui ha giocato solo nove partite a causa di un infortunio piuttosto raro nel suo genere, quindi i Raptors hanno ideato una gestione appositamente per lui in cui ha finito per giocare 60 partite. Non ha mancato 22 partite solo per la generale “gestione del carico”, ma in particolare per via del fatto che usciva da un infortunio recente. Hai menzionato LeBron, AD e Kuzma, nessuno di loro esce da un infortunio. Si potrebbe fare riferimento alla “gestione del carico” se un giocatore salta una partita qua e là, specialmente in caso di gare back-to-back? Sicuro. Ma dipende dal giocatore, dallo staff tecnico, dal front office, ma ogni giocatore e ogni situazione sono diversi.

  • Chi fermerà Lou Williams?

Suppongo che parli del matchup Lakers-Clippers, che vedremo nella serata di apertura (22 ottobre). Lo screen and roll tra Lou Williams – Montrezl Harrell è stata una delle migliori combinazioni nella NBA, e sebbene escano dalla panchina, la coppia ha giocato i momenti topici della maggior parte delle partite. Quello è stato il loro miglior set della scorsa stagione, ma ora aggiungono sia Kawhi Leonard che Paul George, entrambi giocheranno un sacco di possessi (39,8 FGA combinati per partita). Saranno piccoli con quei quattro giocatori più Patrick Beverley? Potranno aggiungere centimetri con Ivica Zubac e playmaker Williams? Se staranno dando la priorità alla difesa, Williams sarà ancora in campo dato che Leonard o George potrebbero comunque avere più palloni in attacco e Beverley è di gran lunga il miglior difensore? Vedremo. Indipendentemente da ciò, i Lakers dovrebbero essere in grado di difendere la combo screen/roll meglio della scorsa stagione soprattutto grazie a Anthony Davis sul bloccante e Green, Caruso o Bradley sulla palla. Davis è il difensore più importante per i Lakers.

  • I Lakers come pensano ai Clippers e a Kawhi? Sentono il peso dell’intera città e del paese?

Il training camp ancora non è iniziato e non ho letto nulla a riguardo. Penso che i giocatori non considerino questa cosa, pensano ai Clippers come pensano ai Warriors, ai Rockets o ai Nuggets: una minaccia per la vittoria a Ovest. I giocatori gialloviola si stanno preparando a vincere il titolo e è l’unica cosa che interessa loro davvero.

  • Quale ruolo avrà Howard? Impressioni da parte del team e di come potrà integrarsi col gruppo?

Howard sembra essere in forma fantastica, e ha detto tutte le cose giuste durante la sua teleconferenza con i giornalisti e durante le interviste TV per Spectrum SportsNet con Chris McGee. Frank Vogel può rispondere meglio a questa domanda, poiché gli è stato appena chiesto di Howard in un’intervista di NBA.com: “Penso che sia entusiasta di questa opportunità con i Lakers. È molto diverso dalla prima volta che è passato. Era  superstar che si stava unendo con altre due [Kobe Bryant, Steve Nash]. Poi ha avuto alcune esperienze in cui non ha riscosso un grande successo. Ed è in un momento diverso, per quanto riguarda l’età, nella sua carriera. Quindi è entusiasta solo di far parte di qualcosa, in qualsiasi modo possa aiutare. Sa che avrà un ruolo da comprimario “.

  • Pareri sul rookie Horton-Tucker? Potrà avere minuti in questa stagione?

Sfortunatamente, non siamo riusciti a vedere Talen Horton-Tucker alla Summer League, quindi questa è davvero una domanda a cui si potrà rispondere una volta che sarà in grado di scendere in campo con i suoi compagni di squadra per vedere come il suo talento e il corpo si adattano alla NBA. C’è sicuramente un sacco di talento, ma senza nemmeno dare un’occhiata a Las Vegas, è difficile dire di più.

  • Caruso è impazzito?

Sì, Alex è un topo da palestra e da sala pesi, non smette mai di lavorare.

  • Perchè Lebron ha deciso di lasciare la 23 a Davis? Accadrà veramente la prossima stagione?

Lascerò a LeBron la facoltà di rispondere se gli verrà chiesto, ma sembrava solo un bel gesto verso un giocatore che è chiaramente entusiasta di giocare al suo fianco. James è una delle menti del basket più brillanti di tutti i tempi e vede quanto Davis potrebbe essere vicino al suo livello sul campo e su entrambe i lati del terreno di gioco.

  • Lebron e AD hanno incontrato Howard per parlare delle aspettative e del suo ruolo nella prossima stagione?

Ci sono state segnalazioni che suggerivano che fosse accaduto, ma nessuno dei due ne ha ancora parlato. Questo è qualcosa di cui i media come me chiederanno durante il training camp.

  • Chi sarà la grande rivale dei Lakers ad Ovest?

Scegliere una sola squadra tra Denver, Clippers, Houston, Utah e Golden State è difficile e dipende in gran parte dalla salute delle stelle della squadra. Ad esempio, i report suggeriscono che Paul George potrebbe perdere qualche settimana all’inizio della regular season a causa di un intervento chirurgico a cui si è sottoposto durante la off-season alla spalla, e questa mancanza avrà un impatto sulla classifica della stagione regolare. Nel frattempo, Denver e Utah hanno un’eccellente continuità e ciò potrebbe aiutare nelle vittorie della regular season, ma il loro talento è abbastanza per batte James/Davis o Leonard/George in una serie di 7 partite? Quando tornerà Klay Thompson per i Warriors e come si integrerà D’Angelo Russell? Ma alla fine, questa è più una domanda per i playoff, e penso che le squadre di Los Angeles abbiano i due migliori duetti, con buoni role player intorno a loro, ed è l’ideale per una serie di playoff.

  • Quale Lakers non vedi l’ora di intervistare?

Un’altra buona domanda che potrebbe avere molte risposte, ma andrò con Jared Dudley. Ho scoperto che le sue interviste sono un eccellente mix di perspicacia e simpatia, ed è chiaramente uno dei giocatori più intelligenti della NBA. Non vedo l’ora di intervistare LeBron, poiché è (ovviamente) un altro dei giocatori più intelligenti, e puoi imparare molto sul basket ascoltando il modo in cui lo descrive.

  • Davis dovrebbe giocare da 5? Quale Lebron vedremo in difesa?

Davis giocherà molto da 5; LeBron è tra i leader di tutti i tempi nei minuti trascorsi in un campo (incluso l’essere il numero uno in tutti i minuti nei playoff), è abbastanza bravo a gestirsi in difesa nel corso di una stagione e ad accelerare le cose soprattutto nella post-season.

  • Chi vincerà il premio di MVP? Lebron o AD?

Un aspetto fondamentale per la contesa MVP è il successo della squadra. Se i Lakers saranno tra le migliori squadre della NBA alla fine della stagione, LeBron e AD avranno entrambi i numeri per poter contendere il premio. Continuo a pensare che LeBron sia il miglior giocatore NBA a tutto tondo: il ragazzo che sceglierei per primo se dovessi vincere una partita o una serie di playoff. All’età di 34 anni, entrando nella sua diciassettesima stagione, si tratta di quanta energia metta nella stagione regolare rispetto al 26enne Davis. Alcune cose aiutano LeBron: dopo otto viaggi consecutivi in finale, quest’anno per LeBron la pausa è partita da marzo, il suo periodo di riposo più lungo dal 2005. 

  • Se i Lakers arrivassero alle NBA Finals, chi potrebbero trovare?

Milwaukee e Philadelphia sono le due migliori squadre ad est, almeno sulla carta. Mentre Boston e Toronto dovrebbero essere fastidiose nei playoff, i Bucks e Sixers hanno un chiaro vantaggio nel talento. Quanto a chi possa vincere questo matchup teorico, dipende da alcune questioni: quanto Giannis ha migliorato il suo tiro in sospensione? Quanto lo ha fatto Ben Simmons? Quanto mancherà ai Bucks Malcolm Brogdon? Come cambia Philly con Al Horford e Josh Richardson al posto di Jimmy Butler e JJ Redick? Che tipo di forma avrà Joel Embiid? Il mio istinto è quello di scegliere Philly. Penso ancora che le squadre possano arginare abbastanza Giannis nel pitturato per rallentare i Bucks, e una squadra come i Sixers in salute è massiccia e cattiva in difesa. Ma sono molto vicini, la vera risposta è probabilmente che ci sarà la squadra più in salute.

  • Come gestiranno il riposo e l’allenamento quest’anno i Lakers?

Non c’è dubbio che ci saranno un sacco di viaggi. Ho spiegato dettagliatamente nel mio programma che i Lakers spenderanno 42.732 miglia sulla loro carta Delta, che in realtà è molto meno del solito, dato che hanno volato per 53.455 la scorsa stagione. Ma in tutta onestà, il team deve anche volare per 6.500 miglia fino a Shanghai, in Cina, e per oltre 7.000 miglia di ritorno da Shenzhen, che andrà a pareggiare le cifre dello scorso anno. Detto questo, i team NBA fanno un ottimo lavoro nel fornire il massimo riposo durante tale programma. Durante la stagione, soprattutto in trasferta, le squadre si allenano molto meno di prima, facendo lavoro in hotel. Sono alimentati molto bene e spesso in hotel e in aereo sono lasciati a loro stessi, a parte le riprese o una breve sessione video. Per quelli che hanno bambini piccoli a casa, in realtà potrebbe essere più riposante essere in viaggio che a casa, nonostante tutti noi vogliamo passare il più tempo possibile con la famiglia. Per quanto riguarda le ore reali di sonno? Questo varia da giocatore a giocatore e alcuni ragazzi hanno bisogno di più riposo di altri. 

https://www.lakeshow.it//2019/05/31/nba-preseason-per-i-gialloviola-due-gare-in-cina/
  • Anthony Davis sta parlando di DPOY, cosa ne pensi?

Deve esser stato un ritornello familiare tra i dirigenti del front office e gli allenatori dello staff tecnico quando Davis ha fatto quelle dichiarazioni. Certo, non è nemmeno sorprendente sentirlo, dato che Davis è arrivato terzo nelle votazioni DPOY nel 2017-18 (dopo Rudy Gobert e Joel Embiid). Una potenziale differenza per lui in questa stagione è che non ha mai avuto un compagno di squadra in grado di avvicinarsi all’impatto di LeBron James sulla metà campo offensiva, il che significa che otterrà canestri più facili e meno attenzione della difesa. Ciò dovrebbe consentirgli di risparmiare un po’ di energia a tale scopo, lasciandone di più per la sua metà campo.

  • Quale sarà la più grande forza e debolezza dei Lakers?

Come punto di forza designerei l’attacco a metà campo grazie a LeBron e AD, le squadre non saranno in grado di difendere sul loro screen&roll o i pick&pop. Per quanto riguarda invece il punto debole, direi che potrebbe essere la mancanza di continuità, anche se questo sarà mitigato dai giocatori che probabilmente conosceranno i loro ruoli dietro le due stelle, quindi direi l’assegnazione della regia secondaria dietro LeBron.

  • Quanto tempo ci vorrà per creare quell’amalgama che non si può comprare?

Una domanda pertinente a cui è difficile rispondere, dato il numero di giocatori in arrivo. Ma come ho appena accennato, aiuta avere ruoli chiaramente definiti, con LeBron e AD, il resto dei ragazzi sa naturalmente che è necessario fare quello di cui hanno bisogno. Quindi, potrebbe succedere prima che su altre squadre con così tanti cambiamenti.

Leggi anche:

https://www.lakeshow.it//2019/09/17/mikes-mailbag/

Categories:

No responses yet

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Our Podcast
Most Recent
Scores and Schedule
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: