Nelle consuete videoconferenze con i media al termine degli allenamenti, Frank Vogel ha parlato dell’avversaria della sua squadra nell’imminente primo turno dei playoff: i Portland Trail Blazers. L’allenatore poi, ha fornito aggiornamenti sulla situazione di Rondo, prossimo al rientro.

Lillard, the public enemy

Il coach dei Los Angeles Lakers, senza tanti giri di parole, ha dichiarato qual è il nemico pubblico numero uno: Damian Lillard.

In questo momento, hanno il giocatore più caldo della Lega. Direi che possiamo iniziare da questo.

Ma non solo.

Attenzione però, i Blazers non sono solo Lillard.

Ha un ottimo supporting cast, tanti ottimi tiratori da tre, stazza sotto canestro e uno dei migliori coach della NBA.

Di conseguenza, i gialloviola affronteranno una sfida molto più dura rispetto alle classiche sfide tra la prima e l’ultima testa di serie del tabellone della Western Conference. Del resto, la franchigia dell’Oregon grazie alla sospensione ha potuto recuperare Zach Collins e soprattutto Jusuf Nurkic.

Portland non è sicuramente la classica squadra da ottavo seed. Hanno giocato un basket eccellente nella bolla, almeno dal punto di vista offensivo. Per questo rispettiamo Dame, CJ, Nurkic e l’intero roster.

La cultura e il sistema dei Blazers sono stati costruiti con continuità nel corso degli anni, loro possono mettere sul tavolo, ad esempio, le finali della Western Conference raggiunte lo scorso anno.

Troy Daniels, Anthony Davis and Damian Lillard. Los Angeles Lakers vs Portland Trail Blazers
Troy Daniels, Anthony Davis and Damian Lillard (Craig Mitchelldyer, AP Photo)

Senza Bradley, sarà KCP il Dame-stopper

Le giocate decisive e i canestri dal logo del numero 0 di Rip City sono sotto gli occhi di tutti e Big Game Dame è stato meritatamente nominato MVP della bolla (37.6 punti con 9.6 assist a partita, con le ultime tre gare chiuse a quota 51, 61 e 42).

Contro un esterno di tale caratura, nella serie contro i Trail Blazers, potrebbe pesare più che mai l’assenza di Avery Bradley, come riconosciuto dallo stesso Vogel.

Avery ci mancherà, è pur sempre uno dei migliori difensori sul perimetro della Lega.

Tuttavia, ho tanta fiducia nei ragazzi che abbiamo nella bolla.

L’allenatore dei californiani – pur sapendo che sarà necessaria una gran difesa di squadra – ha individuato in Kentavious Caldwell-Pope l’uomo che in prima battuta dovrà occuparsi di Lillard.

Kenny è consapevole di quanto sia gravoso il compito che lo attende, perché nonostante qualche problema alla schiena, Portland può contare anche su CJ McCollum.

È una grande sfida, perché Dame e CJ sono il miglior backcourt della Lega.

Sto lavorando molto sui video, per capire come le altre squadre hanno difeso su Lillard ed essere pronto per quando toccherà a me.

Pope riconosce che i Lakers visti in Florida non sono quelli di Marzo, però è fiducioso che le sue prestazioni e quelle dei compagni possano salire di livello. Perché l’obiettivo è solo uno.

Siamo qui per una cosa sola. La nostra missione è provare a vincere il titolo.

Kentavious Caldwell-Pope and Maurice Harkless, Los Angeles Lakers vs Portland Trail Blazers at Staples Center
Kentavious Caldwell-Pope (Andrew D. Bernstein, NBAE via Getty Images)

Il rientro di Rondo, le parole di Davis

Al termine dell’allenamento del Lunedì, Vogel ha fornito degli aggiornamenti sul rientro di Rajon Rondo, che ha terminato la quarantena e si è potuto aggregare ai compagni.

Non sappiamo con esattezza quando sarà disponibile per tornare in campo.

Secondo la staff medico potrebbe giocare già da Gara 1, ma saremo cauti, non vogliamo rischiare una ricaduta.giocare anche domani Lo vedremo sul campo e valuteremo, non abbiamo ancora una tempistica precisa.

Il coach gialloviola ha poi rivelato che nonostante l’infortunio alla mano lo abbia tenuto lontano dal campo, il veterano ha partecipato attivamente ai meeting del coaching staff, monitorando attentamente i video degli allenamenti dei compagni.

Su Lillard e Rondo, al termine degli allenamenti si è espresso anche Anthony Davis.

Dame sta giocando alla grande, è caldo. Riesce a fare qualsiasi cosa voglia, qualunque cosa sia necessaria per portare la sua squadra alla vittoria, se l’è messa sulle spalle.

Dobbiamo fare del nostro meglio per contenerlo, provando a togliergli alcune delle sue certezze.

Lillard non è solo, ci sono tanti suoi compagni che stanno giocando bene. Sono un’avversaria dura.

Parlando del rientro di Rondo, The Brow è tornato alla post season del 2018 quando i suoi Pelicans inflissero uno sweep ai Trail Blazers, all’epoca titolari del terzo record nella Western Conference.

Rondo fu importante per noi, con una serie di giocate che misero in crisi la loro difesa. Sovvertimmo il pronostico e Rajon ricoprì un ruolo importante di quel successo.

Il playmaker non ci sarà contro Portland, però second AD potrà comunque supportare i compagni.

Rondo non scenderà in campo con noi, però potrà comunque aiutarci con la sua esperienza e le sue letture. Credo sia un buon segno questo.

Anthony Davis and Rajon Rondo, Los Angeles Lakers vs Memphis Grizzlies at STAPLES Center
Anthony Davis and Rajon Rondo (Katelyn Mulcahy, Getty Images)

Leggi anche:

Categories:

No responses yet

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Our Podcast
Most Recent
Scores and Schedule
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: