Un momento storico.

Il ferimento di Jacob Blake a Kenosha la scorsa Domenica, in Wisconsin, è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso. La morte di due manifestanti nella giornata odierna è stato il fiume che ha travolto la bolla di Orlando.

In primis, i Milwaukee Bucks hanno deciso di non scendere in campo. I loro avversari, gli Orlando Magic, hanno deciso che non avrebbero accettato la vittoria a tavolino per il forfait della squadra dell’MVP in carica e neo Difensore dell’Anno Giannis Antetokounmpo.

Immediatamente i media sono impazziti ed immediatamente si è fatta largo l’ipotesi di un destino analogo per le altre due gare in programma, Houston Rockets vs Oklahoma City Thunder e Los Angeles Lakers vs Portland Trail Blazers.

Ipotesi diventata realtà quando l’NBA ha annunciato che le gare in questione sono state rinviate a data da destinarsi. Le ripercussioni del “boicottaggio” sulla stagione saranno più chiare nelle prossime ore, poiché è in programma un’assemblea tra i giocatori presenti ad Orlando.

Le reazioni di LeBron e Jeanie

Le superstar della Lega hanno inondato i social network di richieste di cambiamento e supporto alla decisione degli atleti. Eloquente il tweet di LeBron James.

Anche la Governor dei Lakers Jeanie Buss si è schierata dalla parte dei movimenti che lottano per i diritti civili.

La franchigia gialloviola, oltre a cambiare le immagini dei suoi profili sui social, ha poi rilasciato uno statement in cui ribadisce che è giunto il momento di agire affinché vengano tutelati i diritti di tutti.

News, Analisi, Game Recap & Preview, Podcast settimanale e Storytelling sui Los Angeles Lakers. Il sito di riferimento del mondo GialloViola! Once Purple & Gold... Forever Purple & Gold!

Categories:

Our Podcast
Most Recent