Il roster dei Los Angeles Lakers conta ancora tre reduci della stagione 2017/18, l’ultima prima dell’inizio della LABron Era e degli sconvolgimenti conseguenti, culminati con la conquista del diciassettesimo titolo della franchigia gialloviola.

I tre sopravvissuti, a modo loro, hanno fornito un contributo fondamentale per il successo dei californiani: Kentavious Caldwell-Pope si è imposto de facto come terzo violino nel corso della bolla di Orlando. Alex Caruso ha completato la sua trasformazione da meme in giocatore vero, partendo titolare in Gara 6 delle NBA Finals. Kyle Kuzma continua ad essere, nel bene o nel male, uno degli elementi più chiacchierati dei Campioni in carica.

Alex Caruso: The Swiss Army Knife

Nella passata stagione Alex Caruso ha totalizzato il miglior Net Rating dei Lakers (+9.8) e quest’anno sta facendo ancora meglio: con Alex in campo i gialloviola concedono agli avversari 96.8 punti ogni 100 possessi, con Caruso in panchina salgono a 106.8. L’impatto difensivo consente al numero 4 di avere un NetRtg di +18.3, il migliore della NBA tra gli atleti con almeno dieci gare disputate.

Che Caruso sia ormai un elemento imprescindibile nelle rotazioni di Frank Vogel non è più un segreto, come lo stesso coach ha confermato dopo la vittoria di Atlanta.

Alex è sicuramente uno dei nostri migliori giocatori, questo è il modo più semplice per dirlo.

Solitamente entra e sposta l’ago della bilancia a nostro favore, come viene evidenziato anche dal Plus/Minus. Lo ha fatto in queste ultime partite, come per buona parte della scorsa stagione.

Frank Vogel

Un rendimento che meriterebbe un minutaggio maggiore, come evidenziato dal nostro Luca Novo nel suo Nerdy Numbers. Caruso ha disputato 18.3 minuti nelle 17 gare giocate (nono di squadra), ma quella del coaching staff dei Lakers è una strategia precisa.

Stiamo cercando di sfruttare al meglio la profondità del nostro roster, senza spremere troppo i ragazzi. Tra loro, Alex è uno di quelli che ha quasi sempre un impatto positivo su entrambi i lati del campo.

Frank Vogel

Intensità, sfondamenti subiti, deflections e non solo. Il contributo di Alex è cresciuto anche in attacco, grazie alla maggiore affidabilità nel tiro dalla lunga distanza. Il prodotto della Texas A&M University ha incrementato i tentati da tre (da 1.9 a 2.2 a partita), convertendoli con una precisione da élite della Lega: 50.0%, ovvero sesto tra gli atleti che hanno tentato almeno due triple a partita.

Caruso è fondamentale per la nostra difesa, mentre in attacco mette a disposizione la sua versatilità. Segna da tre, lotta a rimbalzo, è un buon bloccante e rollante nei giochi a due con LeBron. Il contributo che apporta alla nostra causa è enorme

Frank Vogel
Spesso e volentieri Caruso è presente nelle closing lineup delle gare punto a punto.

L’onestà di LeBron James

Un vero e proprio jolly, fondamentale in difesa e utile per allargare il campo in attacco. Un impatto così multifunzionale da spingere LeBron James a definirlo «Un coltellino svizzero» utile per ogni occasione.

L’approccio di Kuzma

Al rientro in California dopo il road trip sulla East Coast, i Lakers si sono radunati per uno dei rari allenamenti di questo intenso avvio di stagione. Al termine, Vogel ha parlato delle recenti prestazioni di Kyle Kuzma, che sta cercando di ritagliarsi un posto stabile nel rinnovato roster dei campioni in carica.

Non c’è dubbio che Kyle abbia fatto un altro passo in avanti. Ha la mentalità adatta per ricoprire il ruolo che gli compete nella squadra di Anthony e LeBron.

Frank Vogel

Un ruolo gioco forza ridimensionato rispetto ai primi due anni a Los Angeles, come testimoniano i minimi in carriera in minuti giocati (24), tiri tentati (8.9) e Usage (18.2%). Tuttavia, Kuzma sta comunque incidendo nelle fortune dei californiani grazie al buon momento nel tiro dalla lunga distanza. Kyle sta tentando 4.4 triple a partita, convertendole con il 38.1%, suo career-high.

Kuz sta dimostrando di poter fare il lavoro sporco oltre a sostenere il peso offensivo quando è necessario. Riesce a dare il suo contributo in tanti modi.

Frank Vogel

Ma dove il numero 0 ha mostrato i maggiori progressi è nella propria metà campo e nella lotta a rimbalzo. Comparando i numeri messi a referto per 36 minuti, Kuz sta disputando la migliore stagione in termini di rimbalzi catturati e conclusioni stoppate. Il prodotto dell’Università dello Utah in 22 gare ha messo a referto 5 doppie-doppie, una in meno di quelle realizzate nelle 131 partite delle due stagioni precedenti.

Credo che questa sia la parte del gioco in cui Kuz è cresciuto maggiormente, a partire dalla fine della scorsa stagione. Coprire meglio il campo, tornare velocemente in difesa e dare il massimo. Penso sia sotto gli occhi di tutti.

Frank Vogel

Contro gli Hawks, a fine terzo quarto Kuzma ha giocato uno dei migliori possessi difensivi della sua carriera, contenendo egregiamente Trae Young. Guarda un po’, in collaborazione con Caruso.

Anthony Davis: big-time players

Il gran lavoro svolto da Alex e Kyle non passa di certo inosservato agli occhi di James e Anthony Davis. Al termine della gara contro Cleveland, The Brow ha elogiato il lavoro di Caruso in single coverage su Collin Sexton e l’efficacia di Kuzma a rimbalzo.

Quelle di Kyle e Alex sono state giocate decisive. AC è stato fenomenale mettendo pressione su Collin, recuperando un pallone importante nel finale.

Kuz ha lottato a rimbalzo per tutta la gara, mi sembra che in un possesso ne abbia catturati tre prima di servire la tripla di Caruso.

Anthony Davis

No responses yet

Lascia il tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Our Podcast
Most Recent
Scores and Schedule
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: