Prosegue il restyling dello staff dei Los Angeles Lakers. Dopo la partenza verso Dallas di Jason Kidd e del player development coach e scout Greg St. Jean, arriva il mancato rinnovo contrattuale dell’assistant coach Lionel Hollins.

Secondo la ricostruzione di Jovan Buha e Sam Amick di The Athletic, alla scadenza del contratto le parti non hanno raggiunto un nuovo accordo. In particolare Hollins, intenzionato a rinnovare, non avrebbe gradito la poca comunicazione e la scarsa trasparenza del front office dei gialloviola.

L’ex coach di Grizzlies e Nets è arrivato a Los Angeles nell’estate 2019 insieme all’head coach Frank Vogel. Durante la bolla di Orlando ha collaborato con lo staff da remoto a causa dei rischi per la salute legati alla sua età, nel corso dell’ultima stagione Hollins è tornato a sedere regolarmente in panchina.

Almeno formalmente, i due top assistant Kidd e Hollins saranno sostituiti dall’ultimo arrivato David Fizdale e dal promosso Mike Penberthy.

Secondo diversi report, anche Lionel Hollins raggiungerà Kidd ai Mavericks. Inoltre, la franchigia texana era intenzionata a strappare anche Penberthy, che ha declinato l’offerta ricevuta una volta che i Lakers l’hanno pareggiata.

Con la partenza di St. Jean e la promozione di Mike, il coaching staff di Vogel conta due unità in meno, non è chiaro dunque se i californiani siano intenzionati a sostituire in toto i partenti. Sono ancora scoperte le posizioni di capo preparatore atletico e coach dei South Bay Lakers, lasciate libere dai mancati rinnovi di Nina Hsieh e Coby Karl.

Leggi anche:

Categories:

Our Podcast
Most Recent