Con la cessione di Kyle Kuzma, Kentavious Caldwell-Pope e Montrezl Harrell nell’ambito della clamorosa trade che ha portato Russell Westbrook in California e la successiva decisione di non proporre il rinnovo contrattuale ad Alex Caruso, uno alla volta i membri del roster dei Los Angeles Lakers si stanno accasando altrove.

Due pessimi buyout, McLemore e Drummond

Come riportato da Michael Scotto di Hoopshype Ben McLemore ha accettato l’offerta annuale da 2.4 milioni di dollari dei Portland Trail Blazers. Young Sav lascia la California dopo aver disputato una stagione tutt’altro che memorabile, in cui ha disputato 21 gare mettendo a referto 8 punti con il 36.8% da tre in 17.5 minuti di media.

Subito dopo è toccato all’altro innesto di metà stagione, Andre Drummond, a trovare una nuova casa. Per Adrian Wojnarowski di ESPN, il centro ex Cavs e Pistons – …e per fortuna anche ex Lakers, NDA – ha accettato l’offerta al minimo salariale dei Philadelphia 76ers.

L’arrivo di The Big Penguin, oltre a scombussolare gli equilibri del roster angeleno – non ha sortito effetti, rivelando anzi la sua inadeguatezza in un contesto competitivo. Drummond ha chiuso l’esperienza con i Lakers disputando 21 partite, chiuse con 11.9 punti e 10.2 rimbalzi in 24.8 minuti d’impiego.

Morris agli Heat, McKinnie tagliato

Si conclude dopo due stagioni l’avventura in California di Markieff Morris, che secondo Adrian Wojnarowski di ESPN ha accettato l’offerta annuale dei Miami Heat.

I gialloviola disponevano degli Early Bird Rights su Morris, ma con gli arrivi di Anthony e Ariza le parti hanno deciso di separarsi. Anche Markieff ha avuto una stagione difficile, ma il contributo nella run conclusa con il titolo resta comunque importante.

Nelle due stagioni con i Lakers il prodotto dell’Università del Kansas ha disputato 75 gare, mettendo a referto 6.4 punti con il 31.5% dall’arco, 4.4 rimbalzi e 1.1 assist in 18.7 minuti a partita. Nella post season è sceso in campo 25 volte (3 da starter) con 5.3 punti con il 41.1% dall’arco e 2.7 rimbalzi.

Infine, come riportato da Shams Charania di The Athletic, il front office californiano ha deciso di tagliare il contratto non garantito di Alfonzo McKinnie. Con il taglio dell’ex Cavs, i Lakers ora hanno a disposizione tre slot per firmare altri atleti, sempre al minimo per veterani.

Roster

Allo stato attuale, il roster angeleno è il seguente:

  • Guardie: Westbrook, Nunn, Horton-Tucker, Monk, Ellington
  • Ali: James, Davis, Bazemore, Ariza, Anthony
  • Centri: Gasol, Howard
  • Two-Way Player: Ayayi e Reaves

Leggi anche:

C’è solo un Capitano, anzi due.

Categories:

Our Podcast
Most Recent