Agli annunci dei ritorni in California degli ex Trevor Ariza, Kent Bazemore, Wayne Ellington e Dwight Howard i Los Angeles Lakers hanno fatto seguire quelli degli altri free agent firmati negli scorsi giorni.

Kendrick Nunn

Il primo annuncio fatto da Rob Pelinka è quello relativo all’accordo raggiunto con Kendrick Nunn. Come al solito non sono stati forniti i dettagli dell’accordo, ma stando ai report degli insider l’ex Heat ha accettato un biennale da 10.25 milioni di dollari ovvero la taxpayer mid-level exception. Il contratto dovrebbe prevedere una Player Option per il secondo anno.

Parlando con i media, il nativo di Chicago non ha nascosto l’entusiasmo per la nuova avventura.

«Ad essere onesti, L.A. è attraente per chiunque nella Lega. Non è stato difficile scegliere l’offerta dei Lakers sulle altre che ho ricevuto, perché ho un solo obiettivo: vincere.»

Kendrick Nunn

Nelle due stagioni disputate a Miami, Nunn ha disputato 123 gare mettendo a referto 15 punti con il 36.4% dall’arco, 2.9 rimbalzi e 3.0 assist in 29.4 minuti di media. Nella stagione 2019/20 Kendrick è giunto secondo nella corsa al Rookie of the Year, venendo poi inserito nell’All-Rookie First Team.

Malik Monk

Poco dopo, il Vice President of Basketball Operations nonché General Manager californiano ha annunciato l’accordo raggiunto con Malik Monk, che ha accettato un contratto annuale al minimo per veterani da 1.79 milioni di dollari.

Nel corso della sua presentazione, il tiratore da Kentucky non ha nascosto l’eccitazione nel raggiungere l’altro ex Wildcats Anthony Davis.

«Sono entusiasta di poter giocare insieme a LeBron e alle altre stelle dei Lakers. Giocare al loro fianco mi aprirà tantissimo spazio in attacco. Poi giocare con AD è fantastico, è un lungo che si muove come una guardia su entrambi i lati del campo.»

Malik Monk

Nelle quattro stagioni con Charlotte, Monk ha disputato 233 gare mettendo a referto 9.1 punti, 2 rimbalzi e 1.8 assist in 17.8 minuti a partita.

Carmelo Anthony

Infine, il front office gialloviola ha annunciato l’arrivo nella Città degli Angeli di Carmelo Anthony. Melo ha accettato un contratto annuale al minimo per veterani da 2.64 milioni di dollari.

Lo scorso anno il 10 volte All-Star ha disputato 69 partite con i Trail Blazers mettendo a referto 13.4 punti con il 40.9% da tre, 3.1 rimbalzi e 1.5 assist in 24.5 minuti di media.

In 18 stagioni tra Denver, New York, Oklahoma City, Houston e Portland è sceso in campo in 1.191 gare chiuse con 23.0 punti, 6.3 rimbalzi, 2.8 assist e 1.0 recupero. Anthony ha disputato anche 83 gare nella post season, con 23.1 punti, 6.7 rimbalzi, 2.5 assist e 1.2 recuperi in 37.3 minuti a partita.

Melo è stato il top scorer della Lega nel 2012/13 ed al momento con 27.370 punti in carriera è al decimo posto nella classifica dei marcatori NBA di tutti i tempi. Inoltre, il nativo di Brooklyn vanta sei inclusioni nei quintetti All-NBA ed ha conquistato tre ori olimpici nel 2008, 2012 e 2016.

Leggi anche:

Our Podcast
Most Recent
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: