Si susseguono una dopo l’altra le conferme delle mosse di mercato che hanno rivoluzionato il roster dei Los Angeles Lakers. Dopo i ritorni (Ariza, Bazemore, Ellington e Howard) e i nuovi arrivi (Anthony, Monk e Nunn) è giunto il momento della conferma della trade ampiamente anticipata dai insider nei giorni scorsi.

Russell Westbrook: Homecoming

Come riportato dal Vice Presidente delle Operazioni di Basketball nonché General Manager Rob Pelinka, i gialloviola hanno acquisito Russell Westbrook e tre future seconde scelte dai Washington Wizards in cambio di Kentavious Caldwell-Pope, Montrezl Harrell, Kyle Kuzma e i diritti sulla pick #22 dell’ultimo draft Isaiah Jackson.

«Westbrook porta mentalità e competitività fuori dal comune al ruolo di point guard dei Lakers. Abbiamo visto alcuni dei più grandi interpreti della storia in questo ruolo e lui è tornato a casa per rinverdire questa tradizione.»

«È un giorno memorabile per la nostra organizzazione e ne siamo grati. Diamo il benvenuto a Russell e alla sua famiglia nella Lakers Nation.»

Rob Pelinka

Nella scorsa stagione Westbrook ha disputato 65 gare, mettendo a referto 22.2 punti, 11.5 rimbalzi (career high) e 11.7 assist. Con le canotte di Oklahoma City, Houston e Washington Westbrook è sceso in campo in 943 occasioni, chiuse con 23.2 punti con il 43.7% dal campo, 7.4 rimbalzi, 8.5 assist e 1.7 recuperi.

Russell è stato nominato MVP nel 2017 ed è stato selezionato nove volte nei quintetti All-NBA; il prodotto da UCLA è il leader NBA di tutti i tempi con 184 triple doppie ed è stato due volte il top scorer e tre volte il top assist-man. The Broodie ha vinto l’oro olimpico con Team USA nel 2012.

Leggi anche:

Our Podcast
Most Recent
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: