Con la cessione di Kyle Kuzma, Kentavious Caldwell-Pope e Montrezl Harrell nell’ambito della clamorosa trade che ha portato Russell Westbrook in California e la successiva decisione di non proporre il rinnovo contrattuale ad Alex Caruso, uno alla volta i membri del roster della scorsa stagione si sono accasati altrove.

Dopo il taglio di Alfonzo McKinnie e gli accordi raggiunti da Ben McLemore, Andre Drummond e Markieff Morris, giunge al termine uno dei tormentoni della free agency: il futuro di Dennis Schröder.

Per Adrian Wojnarowski di ESPN, il tedesco ha firmato un contratto annuale con i Boston Celtics, accettando la taxpayer mid-level exception da 5.9 milioni di dollari. Un epilogo clamoroso.

Sempre l’insider polacco, a Natale, aveva riportato il mancato accordo tra Lakers e Schröder sulla base di un biennale da 33.4 milioni di dollari. A Marzo, per Brian Windhorst, i californiani hanno potuto mettere sul piatto un quadriennale da 84 milioni di dollari, incassando un altro rifiuto di Dennis The Menace.

Secondi alcune indiscrezioni provenienti dalla Germania, Schröder ero convinto di poter aspirare ad un quadriennale compreso tra i 100 e 120 milioni di dollari. Strategia a dir poco improduttiva. Provaci ancora Dennis!

Leggi anche:

C’è solo un Capitano, anzi due.

Categories:

Our Podcast
Most Recent