Nuova tegola per i Los Angeles Lakers, in attesa della valutazione per l’infortunio subito da Malik Monk, anche Talen Horton-Tucker sarà costretto a diverse settimane di stop. Nei prossimi giorni, infatti, la giovane promessa dei gialloviola sarà sottoposto a un intervento chirurgico per riparare la rottura di un legamento del pollice destro.

La franchigia angelena ancora non ha reso noto né il legamento interessato né i tempi di recupero, anche se probabilmente THT dovrà stare seduto a bordo campo per almeno sei settimane. Quello che preoccupa di più tifosi e addetti ai lavori lacustri è la mano interessata ovvero quella destra, quella con cui tira e con la quale chiude al ferro.

Cosa sappiamo di questo tipo di infortunio

Il pollice è composto da tre ossa, la falange prossimale, quella distale e il primo metacarpo della mano. Alla base del pollice, la falange prossimale e il primo metacarpo formano l’articolazione metacarpo-falangea (MCP). Ci sono due legamenti, quello collaterale ulnare (UCL) e quello collaterale radiale (RCL), che stabilizzano l’MCP e prevengono il movimento eccessivo dell’articolazione, in particolare durante la presa. L’UCL è lo stabilizzatore principale e si trova all’interno del pollice. L’RCL si attacca all’esterno del pollice e aiuta a prevenire un’eccessiva flessione dell’articolazione da un lato all’altro.

Le distorsioni del pollice dell’UCL si verificano regolarmente negli sport, il più delle volte quando un giocatore viene appeso a qualcosa come una base nel baseball o nella maglia di un avversario. Le lesioni del RCL sono relativamente rare poiché la forza specifica necessaria per distorcere il legamento si verifica meno frequentemente.

I tempi di recupero

Secondo il database di InStreetClothes i giocatori NBA che hanno subito una riparazione UCL durante la regular season, dalla stagione 2005-06, hanno saltato un numero medio di partite pari a 26,2 partite ovvero circa sette settimane. I giocatori in questa valutazione includono centri, tra cui Larry Sanders e Shaquille O’Neal, ma anche esterni come Chris Paul.

L’inclusione di Paul nella lista è un segnale incoraggiante, poiché CP3 saltò solo 14 partite dopo lo strappo dell’UCL del pollice. Quello di Charis è stato il più rapido ritorno al gioco dei giocatori esaminati.

Il caso di Talen Horton-Tucker

THT, se si trattasse di una lesione del legamento del pollice più comune (collaterale ulnare), probabilmente sarà sottoposto a un intervento chirurgico con tutore interno. Tale procedura è stata sviluppata dal Dr. Steven Shin a Los Angeles e prevede una tempistica di ritorno tipica che sarebbe di 6/8 settimane.

Il Dr. Shin, a capo del reparto di chirurgia della mano presso la Kerlan Jobe Orthopaedic Clinic, ha aperto la strada a un tipo di intervento al pollice che si presta a una finestra di riabilitazione ridotta con un return to play più rapido. La tecnica prevede una riparazione del legamento e l’aggiunta di un tutore interno; a questo viene messo del nastro sintetico che rinforza il sito della lesione e spesso consente all’atleta infortunato di iniziare prima il movimento funzionale.

L’auspicio è che Talen Horton-Tucker possa rientrare intorno all’inizio di Dicembre.

Categories:

Our Podcast
Most Recent