Game 11: Los Angeles Lakers vs Charlotte Hornets. In copertina Anthony Davis, Los Angeles Lakers vs Charlotte Hornets on November 8, 2021 at STAPLES Center in Los Angeles, California. (Andrew D. Bernstein, NBAE via Getty Images)

Lasciato l’Oregon dopo aver incassato la quinta sconfitta stagionale, i Los Angeles Lakers 💜💛 (5-5) tornano in California per affrontare gli Charlotte Hornets (5-6).

I gialloviola sono ancora privi di LeBron James (problema agli addominali), Trevor Ariza (caviglia destra), Talen Horton-Tucker (mano destra) e Kendrick Nunn (ginocchio destro). Pertanto Vogel conferma lo starting five composto da Westbrook, Bradley, Bazemore, Davis e Jordan. I calabroni, in back-to-back dopo la sconfitta contro i Clippers, non dispongono di P.J. Washington e replicano con Ball, Rozier, Hayward, Bridges e Plumlee.

🏀 Lakers vs Hornets: Game Recap

I californiani sono statici in attacco e faticano a costruire buone conclusioni. Tuttavia, quantomeno provano ad essere presenti a rimbalzo e capitalizzano le seconde chance con Davis e DeAndre Jordan. Charlotte muove meglio il pallone e resta a contatto con le iniziative di Bridges e una tripla di Ball. Il buon avvio in attacco del centro ex Nets (10+4 con 4/4 al tiro) è il motivo per cui i Lakers restano a galla, poiché i ragazzi di Vogel senza il #10 sulle spalle combinano per 2/13 dal campo. 15-15 con 5:10 sul cronometro.

DAJ lascia il posto a Melo, subito produttivo (due liberi e un tripla); gli Hornets replicano con due canestri da tre di LaMelo. Westbrook cerca di incidere e dopo aver segnato il primo canestro della sua gara lancia Reaves in transizione ed arma Wayne Ellington sul perimetro. Brodie poi esagera e “stoppa” il parziale (9-0) dei Lakers. Rozier dalla lunetta fissa il 29-26 che chiude il primo quarto.

2️⃣ Reaves scuote i Lakers

Gli angeleni non riescono a scardinare la (non irresistibile) difesa di Charlotte, che prova ad allungare con i canestri da tre di Kelly Oubre Jr. e Bridges. A scuotere i gialloviola è l’impatto di Austin Reaves. Il rookie lotta in difesa (un recupero e due charges drawn) e produce in attacco con un pullup e due liberi. Arrivano i primi segnali di vita dal pianeta Davis e i californiani allungano: 45-36 a sei minuti dall’intervallo lungo.

Il tentativo di fuga dei Lakers viene immediatamente smorzato dagli Hornets: Ball prima segna un layup, poi si mette al servizio dei compagni assistendo Gordon Hayward (due volte) e Martin. Il controparziale (12-2) della squadra del North Carolina viene fermato da cinque punti di Avery Bradley. I canestri di Rozier e una tripla di Anthony chiudono il tempo: 61-60 per L.A., che ha lasciato troppi rimbalzi offensivi (10 per 11 Second Chance Points) agli avversari.

3️⃣ Rondo to Davis

I lacustri tornano in campo con le polveri bagnate e realizzano solo una delle otto conclusioni tentate. Charlotte non si lascia pregare e allunga con i canestri di Terry Rozier. 64-72 dopo meno di quattro minuti e inevitabile timeout per coach Frank Vogel. La qualità dell’attacco angeleno è pessima e sopravvive grazie alle sporadiche giocate di Russ, Melo e AD. In difesa invece, qualche buona esecuzione viene vanificata da banali errori puniti da Mason Plumlee.

A scuotere i gialloviola e lo STAPLES Center è Anthony Davis, che cancella un layup di Ball ed entra finalmente in partita. I Lakers ritrovano l’intensità e annullano lo svantaggio con la regia di Rondo, che assiste la tripla di Melo e alza un alley-oop per lo stesso AD. Ellington riporta avanti i californiani, mentre Rajon Rondo serve altre due volte al ferro The Brow. A suggellare la rimonta arriva la clamorosa tripla da metà campo sulla sirena di Malik Monk. 94-87 all’ultimo mini-break.

4️⃣ It’s Overtime!

L’inerzia della gara sembra poter sfuggire dalle mani dei Lakers quando Rondo commette uno sciocco flagrant foul di tipo 2 su Rozier e viene espulso. Ma i gialloviola non si scompongono ed allungano ulteriormente: Monk segna lanciato da Westbrook, Carmelo Anthony colpisce altre due volte dalla lunga distanza. 103-89 con nove minuti da giocare.

Ma la gara non è finita e gli Hornets reagiscono ancora una volta e riducono lo svantaggio con le triple di Bridges e Hayward. I lacustri buttano alle ortiche un paio di possessi, ma la squadra di coach James Borrego non capitalizza. Russ e Davis realizzano una volta a testa per il 110-99 con 5:10 sul cronometro.

Russell Westbrook e LaMelo Ball raggiungono la tripla doppia, ma entrambi commettono troppi errori nella gestione degli attacchi. Ad aiutare il Rookie of the Year della passata stagione arriva l’isteria dei veterani Melo e Russ, che regalano cinque liberi al più giovane dei Ball. Brodie è confusionario e dopo un canestro di Reaves gli Hornets tornano sotto: Rozier, Plumlee e Miles Bridges (da tre) fissano il 115-115 con 23.7″ da giocare.

L’ultimo possesso dei Lakers è pessimo e si conclude con un airball da tre griffato Davis (3/24 in stagione dall’arco), la preghiera di Bridges è corta: it’s overtime!

^Back to Top

🔝 I Lakers piegano gli Hornets

Alla ricerca di migliori spaziature, L.A. riparte con Russ, Monk, Ellington, Melo e Davis. Lakers e Hornets segnano tre canestri a testa, con Melo ancora a bersaglio da tre: 122-121 con due minuti da giocare.

Davis segna un fadeaway dalla linea di fondo e dopo la risposta di Rozier subisce il sesto fallo di Plumlee e converte entrambi i liberi. The Brow fallisce il long two e Charlotte ha 11.7″ secondi per pareggiare, ma il lungo di Chicago si riscatta stoppando la tripla di Rozier. 126-123 il punteggio finale, Lakers Win!

📊 Stats & Box Score

Davis, dopo un primo tempo sottotono, cresce nella seconda parte di gara. Per The Brow 32 punti (13/25 al tiro, 6/8 ai liberi), 12 rimbalzi, 4 assist, 4 perse, 3 recuperi e 5 stoppate in oltre 43 minuti di gioco. Westbrook mette a referto una tripla doppia (17+12+14 con 3 recuperi) caratterizzata dai consueti – tanti – errori (5/15 dal campo, 7 turnover e -17 di Plus/Minus). Ottima prestazione per Anthony, che chiude con 29 punti (7/10 dall’arco e 4/5 dalla lunetta).

Ancora positivo Reaves (8+1+1), anche se ha faticato contro la maggiore velocità di Rozier. Bene Jordan in avvio (10+8), per una sera meglio di Howard (4+9). Finalmente positivi Monk (15 con 4/8 al tiro) e Ellington (8 con 2/3 da tre), mentre Rondo rovina una buona prestazione con la sciocchezza di inizio ultimo quarto. Brutta prove per Bradley (8+2 con 2/3 dall’arco) e soprattutto Bazemore (0/4 dal campo).

Il top scorer degli Hornets è Rozier (29+2+3 con 11/22 al tiro), tripla doppia per Ball (25+15+11 con 8/19 dal campo). In doppia cifra anche Hayward (21+6+3), Bridges (19+8+2) e Plumlee (13+10+2).

Box Score at NBA.com

^Back to Top

📺 Lakers vs Hornets: Highlights

^Back to Top

🚦 Key Takeaways

Leggi l’analisi degli aspetti positivi e negativi della partita dello STAPLES Center:

🗨️ Post Game Quotes

«Davis sta avendo diversi problemi in questi giorni, come il pollice e lo stomaco, ma ci sta giocando sopra. Non avremmo vinto questa gara se lui non avesse avuto questa mentalità.»

Frank Vogel

«Qualche anno fa ero praticamente fuori dalla NBA, ci penso tutti i giorni. Il tiro da tre? Mi sento bene e in ritmo.»

Carmelo Anthony

^Back to Top

🏆 Lakers vs Hornets: Fan Survey

^Back to Top

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte – alle 4:00 italiane – tra Mercoledì 10 e Giovedì 11 Novembre per affrontare i Miami Heat allo STAPLES Center.

^Back to Top


Leggi la preview sulla stagione:

Potrebbe interessarti:

Mamba Moments:

Ascolta il Podcast:

NBA & Lakers on the couch, minors & post on the court. 1987, Showtime!

Categories:

Our Podcast
Most Recent
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: