In copertina: Austin Reaves, Collin Sexton and Avery Bradley (Jae C. Hong, AP Photo)

I Los Angeles Lakers hanno deciso di garantire i contratti di Avery Bradley e Austin Reaves per il resto della stagione, a riportarlo Dave McMenamin di ESPN. Dopo la cessione di Rajon Rondo e la firma di Stanley Johnson, il roster gialloviola torna a quota quindici membri, il massimo possibile.

L’impatto di Bradley

La guarda uscita dall’Università del Texas ad Austin, dopo aver disputato la preseason con Golden State, aveva accettato un contratto non garantito al minimo per veterani. Bradley, uno dei pretoriani di Vogel, è cresciuto dopo il difficile avvio di stagione e in questa fase è uno dei californiani più positivi.

Il due volte All-Defensive Team è sceso in campo in 31 gare, mettendo a referto 6.4 punti con il 39.4% dall’arco, 2.5 rimbalzi, 0.8 assist e 0.9 recuperi in 23.8 minuti a partita.

La sorpresa Reaves

Inizialmente firmato con two-way player, l’undrafted dell’Università dell’Oklahoma ha poi firmato un contratto biennale non completamente garantito. Reaves ha subito conquistato i tifosi dei Lakers grazie all’abnegazione difensiva, all’intelligenza sul parquet e all’iconico nickname Hillbilly Kobe.

Austin ha disputato 20 partite, chiuse con 5.6 punti con il 49.4% dal campo, 2.5 rimbalzi e 1.1 assist in 20.3 minuti. HBK è titolare del miglior Plus/Minus (+4.8) e Net Rating (11.1) dei losangelini.

Leggi anche:

Categories:

Our Podcast
Most Recent
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: