Game 41: Los Angeles Lakers vs Memphis Grizzlies. In copertina: Russell Westbrook and Ja Morant (Alex Gallardo, AP Photo)

Quarto e ultimo episodio della serie stagionale tra Los Angeles Lakers 💜💛 (21-19) e Memphis Grizzlies (27-14), entrambe le squadra stanno vivendo un buon momento: quattro vittorie per i californiani, ben otto per i tennessean. Losangelini vittoriosi nella gara di fine Ottobre in California, doppio successo per la squadra della Grind City nei match di inizio e fine Dicembre in Tennessee.

I gialloviola – reduci dal bel successo con Atlanta – non dispongono degli infortunati Anthony Davis e Kendrick Nunn. Memphis deve fare a meno di Steven Adams e Dillon Brooks oltre che di coach Taylor Jenkins, sostituito dall’assistente Brad Jones. Vogel schiera Westbrook, Bradley, Monk, Johnson e James; Jones replica Morant, Bane, Williams, Anderson e Jaren Jackson Jr.

🏀 Lakers vs Grizzlies: Game Recap

Nei primi minuti della gara entrambi gli attacchi sono statici, con i giocatori che si limitano a tirare qualunque pallone gli passi tra le mani. I californiani muovono il punteggio con il solito James (sette punti compreso un and-one), i tennessean colpiscono da tre con JJJ e Bane, mentre Ja Morant mostra tutto il suo atletismo cancellando a due mani un layup di Bradley. 9-12 con 6:42 sul cronometro, con le due squadra che combinano per 6/26 dal campo.

Gli esterni dei Lakers hanno le polveri bagnate, pertanto tocca ancora a LeBron muovere il punteggio. I Grizzlies provano ad allungare con due triple di John Konchar, mentre i losangelini si sbloccano dalla lunga distanza con Monk. I padroni di casa non riescono a costruire buone conclusioni contro la difesa schierata, ma restano a contatto grazie al buon impatto di Talen Horton-Tucker, a segno in penetrazione e due volte da tre. Dopo i canestri di Westbrook e Clarke, il quarto si chiude con la stoppata di Reaves su Bane e tutte le sue groupie. 27-27 dopo dodici minuti di gioco.

2️⃣ Lakers incapaci di fermare i Grizzlies

La seconda frazione si apre con il riscatto di Desmond Bane, autore di due triple e un paio di layup. L’ex Horned Frog ha minor fortuna nella propria metà campo, dove prova a limitare James commettendo due falli. Dopo un bella combinazione THT to HBK i padroni di casa muovono il punteggio con con le triple di Ariza e LBJ, Memphis risponde con Tyus Jones e Williams. Le due sfidanti continuano a tirare meglio da tre che dal resto del campo e colpiscono ancora con Konchar, Bradley e LeBron (aiutato dalla tabella). 48-43 a poco più di cinque minuti dall’intervallo lungo.

I Lakers hanno le difficoltà maggiori a trovare il canestro e i Grizzlies trovano così il primo allungo della gara. Ziaire Williams segna due volte e pesca Tillman per il +13 che costringe Vogel al timeout. I californiani continuano a sbagliare e i ragazzi del Tennessee scappano via con i canestri di Anderson e Jaren Jackson Jr.. Dopo i giochi da tre punti di James e JJJ, Russell Westbrook cattura un rimbalzo offensivo e segna il 52-65 che chiude il tempo.

L.A. incapace di contenere Memphis nel pitturato (20 punti contro 32) e in transizione (0 a 13 i fast break points), per Morant e compagni 38 punti con 16/23 dal campo nel secondo quarto. Non bastano i 23 punti del quattro volte MVP, poiché i californiani senza il numero 6 sulle spalle combinano per 29 punti con 11/37 al tiro.

3️⃣ I Grizzlies spazzano via i Lakers

La sosta non giova ai padroni di casa, che rientrano in campo con un’indolenza inaccettabile. I losangelini concedono due rimbalzi offensivi a Slo Mo Anderson, che diventano un tap in dello stesso Kyle e una tripla di Bane. Russ si schianta nel pitturato e Bradley – dopo una steal – scaglia un brutto airball (3/20 dal campo per il backcourt titolare). Morant in transizione segna il 56-73 che costringe coach Frank Vogel al timeout dopo meno di tre minuti.

L’interruzione non ferma l’agonia dei Lakers, che sprecano altri due palloni e subiscono altre due triple di Bane. James prova a scuotere i compagni ma il leitmotiv della gara non cambia: i Lakers sbagliano, JJJ e Kyle Anderson, dalla lunetta Morant segna il 90-66 con sei minuti da giocare.

LeBron non vuole alzare bandiera bianca e dopo aver pescato Monk nel pitturato completa un gioco da tre punti, ma il tentativo del numero 6 non basta. I californiani continuano a sbagliare ogni cosa e neppure l’ingresso di Dwight Howard serve a ritrovare l’effort smarrito. Xavier Tillman e Brandon Clarke banchettano nel pitturato per il nuovo massimo vantaggio (+29). Le triple di Reaves e THT chiudono il quarto: 83-107 all’ultimo mini-break.

4️⃣ The HBK Show

Nei primi minuti dell’ultimo quarto LeBron James, assistendo le triple di Ellington, supera Oscar Robertson al settimo posto nella classifica all-time degli assist della NBA. Magra consolazione per il quattro volte MVP, che lascia il campo dopo aver segnato un and-one. Dal canto suo Memphis non è intenzionata a fare sconti e mantiene inalterate le distanze con Clarke e De’Anthony Melton. 96-123 a 7:58 dalla sirena.

Gli ingressi di Bazemore e Jordan sanciscono l’inizio del garbage time, mentre i Grizzlies lasciano in campo i titolari per qualche altro minuto. Le terze linee dei Lakers dimostrano quanto sia importante l’effort e piazzano un clamoroso parziale di 21-0 in poco più di quattro minuti. Wayne Ellington segna altre tre volte dalla lunga distanza, mentre Austin Reaves è una furia e segna quattro volte in penetrazione, completando anche due giochi da tre punti e meritandosi il coro “M-V-P! M-V-P!” della crypto.com Arena. 119-126 con 76″ sul cronometro.

Coach Brad Jones è costretto a rimettere i titolari, mentre Vogel – giustamente – lasciare a chi se l’è conquistata l’improbabile chance di riaprire la gara. Morant sbaglia un libero, poi Jackson Jr. stoppa il layup del possibile -4 di Reaves calando definitivamente il sipario sulla gara. 119-127 il punteggio finale.

^Back to Top

📊 Stats & Box Score

Troppo solo James, che mette a referto 35 punti (14/19 dal campo con 3/4 dall’arco e 4/4 dalla lunetta), 9 rimbalzi, 7 assist e 3 turnover con -30 di Plus/Minus in poco più di 33 minuti di gioco. Pessima prestazione per Westbrook, autore di 6 punti. 7 rimbalzi e 6 assist con 2/12 al tiro. Male anche Bradley (7+1+1) e Monk (7+5+3), che in coppia combinano 5/23 dal campo con 2/8 dalla lunga distanza. Impalpabile Johnson (2+3 con 1/4 al tiro).

Dalla panca discreta prova per Horton-Tucker (13 con 3/6 da tre), mentre Melo (7 punti con 2/8 al tiro) non incide. Forse Howard (7+4) avrebbe potuto giocare di più. Dopate dall’incredibile rimonta finale le cifre di Reaves (16 con 6/8 dal campo, nuovo career-high), Ellington (16 con 4/5 da tre), Jordan (3 rimbalzi) e Bazemore (+21 di Plus/Minus).

Il top scorer dei Grizzlies è Bane (23+4+3 con 3 recuperi e 5/8 dall’arco). In doppia cifra anche Jackson Jr. (21+12 con 6 stoppate), Morant (16+5+7 con 4/10 al tiro e 8/12 ai liberi), Anderson (14+7+8), Clarke (14) e Konchar (12 con 3/3 dalla lunga distanza).

Box Score at NBA.com

^Back to Top

🏆 Lakers vs Grizzlies: Fan Survey

^Back to Top

🚦 Key Takeaways

Leggi l’analisi degli aspetti positivi e negativi della partita della crypto.com Arena:

🗨️ Post Game Quotes

«Memphis ha giocato una grande gara, sono una delle squadre più calde della lega in questo momento. La stoppata di Morant? Un’azione speciale fatta da un giocatore speciale.»

«Abbiamo commesso troppi errori in attacco che abbiamo pagato anche in difesa. Una brutta serata per tanti ragazzi contemporaneamente. Voglio elogiare il quintetto che ha chiuso la partita: hanno giocato con l’atteggiamento giusto e provato a cambiare la gara.»

«Prima della gara Anthony Davis ha tirato un po’, ma non c’è nessun aggiornamento ufficiale sulle sue condizioni.»

Frank Vogel

«Morant ha i razzi nei polpacci, ha fatto una giocata spettacolare: complimenti.»

LeBron James

«Quando eravamo sotto di 8 e ho visto il coach disegnare uno schema, ho capito che avremmo potuto avere una chance di vincere la partita. Io mi alleno sodo e provo a farmi trovare pronto.»

Wayne Ellington

«Stasera siamo stati sempre un passo più lento. Credo che ad eccezione di questa gara, stiamo andando nella direzione giusta. L’obiettivo è giocare al meglio alla fine della stagione.»

Russell Westbrook

«Nelle ultime gare LeBron James ha fatto qualunque cosa, a 37 anni. Incredibile. Tanto di cappello a lui.»

Wayne Ellington

^Back to Top

📺 Lakers vs Grizzlies: Highlights

^Back to Top

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte – alle 4:00 italiane – tra Mercoledì 12 e Giovedì 13 Gennaio per affrontare i Sacramento Kings al Golden 1 Center.

^Back to Top


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, l’unico podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:

Potrebbe interessarti:

Mamba Moments:

Categories:

Our Podcast
Most Recent
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: