In copertina: Bradley Beal, Kyrie Irving, Russell Westbrook, Nicolas Batum (Mark J. Terrill, Frank Franklin II, Jeff Chiu and John McCoy via AP Images)

Puntuale come una cambiale, nelle settimane che precedono ogni free agency o trade deadline arriva la mareggiata di rumor che avvicina questo o quel giocatore ai Los Angeles Lakers (…e ai New York Knicks).

In barba a tutte le regole del salary cap, sono quei giorni in cui i tifosi più disinvolti possono sognare di assemblare il proprio Dream Team nella Città degli Angeli e i fotomontaggi delle superstar con indosso la canotta gialloviola spopolano nella rete.

Mettendo da parte le indiscrezioni riportate dagli Arye Abraham del caso, di seguito vengono dunque riportate i rumor provenienti da insider più affidabili.

🐼 Bradley Beal

Intervenendo nel podcast The Void di Damn Rangoola, Kevin O’Connor di The Ringer ha riportato l’interesse dei Lakers per Bradley Beal.

«Nei giorni scorsi ho sentito che Bradley Beal è un giocatore che vorrebbero. Non sono sicuro che l’interessa sia reciproco, ma i Lakers stanno cercando di concretizzare qualcosa con il contratto in scadenza di Russ e le prime scelte del 2027 e 2029.»

Ipotesi tanto suggestiva quanto improbabile, poiché prevederebbe il ritorno di Westbrook a Washington. Recentemente Beal ha dichiarato di voler essere il Dirk Nowitzki degli Wizards e per Michael Scotto di HoopsHype sarebbe intenzionato a declinare la player option da 36.4 milioni per la stagione 2022/23. Così facendo, Bradley potrebbe firmare un contratto quinquennale da 248 milioni.

👽 Russell Westbrook

Naturalmente non potevano mancare le speculazioni sul futuro di Russell Westbrook.

Per Kevin O’Connor di The Ringer, l’interesse degli Hornets per il numero 0 dei Lakers riportato da Marc Stein nei mesi precedenti è reale. Charlotte dovrà rinnovare Miles Bridges e LaMelo Ball, pertanto l’arrivo di Westbrook potrebbe essere un prezzo da pagare ragionevole per scaricare contratti pesanti come quelli di Gordon Hayward e Terry Rozier.

Nel corso dell’ultimo episodio de The Lowe Post, Jonathan Givony ha riportato la volontà dei Lakers di provare a cedere Russell:

«I Lakers si stanno muovendo, ho sentito che hanno proposto ad Indiana una trade centrata su Westbrook, Talen Horton-Tucker e la prima scelta 2026. Offerta rispedita al mittente dai Pacers.»

L’analista di ESPN non ha parlato della contropartita chiesta dai gialloviola, lasciando solo intendere l’inclusione di Malcolm Brogdon.

👨🏿‍🦳 Kyrie Irving

I fuochi d’artificio sono arrivati Lunedì, con il report di Shams Charania di The Athletic. Stando alle fonti del noto insider, le trattative tra i Nets e Kyrie Irving sul rinnovo contrattuale sono ad un punto fermo.

Uncle Drew deve decidere entro il 29 giugno se esercitare o meno la player option da 36.9 milioni che ha a disposizione per il prossimo anno, ma non è escluso che possa sondare il mercato. Come free agent oppure forzando lo scambio verso una destinazione gradita. Le tre squadre più accreditate sono, ça va sans dire, Los Angeles Lakers, New York Knicks e L.A. Clippers.

I gialloviola potrebbero acquisire Irving tramite una complicata sign-and-trade, che ancora una volta vedrebbe protagonista Brodie. Senza commentare lo scenario che prevederebbe una clamorosa riconciliazione tra Kyrie e LeBron James.

Nelle ore successive analisti come Jake Fischer di Bleacher Report hanno provato a ridimensionare l’ipotetico approdo di Irving ai Lakers, ma a gettare altra benzina sul fuoco è stato il report di Adrian Wojnarowski di ESPN.

Per Woj sarebbe azzardato affermare con assoluta certezza che Irving possa rinunciare ai 36 milioni dei Nets per accettare i 6 milioni dell’eccezione (la mini MLE) a disposizione dei Lakers, considerati una possibilità concreta. Nel recente passato, Kyrie non vaccinandosi ha rinunciato a circa 17 milioni oltre ad un contratto milionario con la Nike.

🇫🇷 Nicolas Batum

L’ultimo big avvicinato ai Lakers è Nicolas Batum. Il francese ha declinato la player option da 3.3 milioni, nell’ottica di firmare un nuovo contratto con gli L.A. Clippers. Tuttavia, per Chris Haynes di Yahoo! Sports, sulle tracce del veterano ci sono Lakers, Bulls, Celtics, Suns e Jazz.

👀 La semplice realtà

Travolte dalle tante ipotesi fantasiose, rischiano quasi di passare inosservate le mosse concretizzatesi. Kendrick Nunn ha deciso di esercitare la player option da 5.25 milioni per la prossima stagione, mentre i Lakers eserciteranno la team option da 2.35 milioni prevista nel contratto di Stanley Johnson.

Leggi anche:

News, Analisi, Game Recap & Preview, Podcast settimanale e Storytelling sui Los Angeles Lakers. Il sito di riferimento del mondo GialloViola! Once Purple & Gold... Forever Purple & Gold!

Categories:

Our Podcast
Most Recent