In copertina: Thomas Bryant during 2017 Media Day (Andrew D. Bernstein, NBAE via Getty Images)

Sei anni dopo essere stato scelto dai Los Angeles Lakers e a quattro anni dall’approdo agli Wizards, Thomas Bryant torna in gialloviola. Secondo Chris Haynes of Yahoo Sports, il centro ha accettato un contratto annuale al minimo per veterani.

Per l’insider, i californiani hanno battuto la concorrenza di Toronto, Boston, Milwaukee e Utah. Poiché al momento nel roster angeleno gli unici “lunghi” di ruolo sono Anthony Davis e Damion Jones, la possibilità di giocare titolare avrebbe avuto un peso decisivo nella decisione di Bryant.

Bryant, dopo un ottimo biennio all’Università dell’Indiana, è stato scelto dai Jazz nel 2017 e subito ceduto – insieme a Josh Hart – ai Lakers. Thomas ha visto poco i parquet della NBA (72 minuti in 15 apparizioni), mentre ha disputato una buona stagione con i South Bay Lakers. In 37 gare, l’ex Hoosiers ha messo a referto 19.7 punti con il 36.4% da tre, 7.4 rimbalzi, 2.1 assist e 1.7 stoppate in 30.7 minuti di media.

Tagliato per questioni salariali – Rob Pelinka masterclass – Thomas Bryant ha accettato l’offerta di Washington. Dopo un biennio positivo, in cui ha segnato anche 31 punti con 14/14 dal campo contro Phoenix, la rottura del legamento crociato anteriore lo ha limitato negli ultimi due anni. Con gli Wizards il centro è sceso in campo in 155 partite, chiuse con 11.0 punti con il 36% da tre, 6.2 rimbalzi e 1.4 assist.

Leggi anche:

Potrebbe interessarti:

News, Analisi, Game Recap & Preview, Podcast settimanale e Storytelling sui Los Angeles Lakers. Il sito di riferimento del mondo GialloViola! Once Purple & Gold... Forever Purple & Gold!

Our Podcast
Most Recent
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: