Conclusi i sei giorni della July Moratorium, i Los Angeles Lakers hanno potuto presentare ai media i free agent firmati. Il primo giocatore a parlare è stato Troy Brown Jr., che ha accettato un contratto annuale al minimo per veterani.

🔙 Il workout del 2018

Brown Jr. – dopo aver disputato un’ottima stagione con l’Università dell’Oregon – nel 2018 è stato selezionato con la quindicesima scelta assoluta dai Bulls. Durante la conferenza stampa, Troy è tornato proprio a quell’estate:

«Con Pelinka stavamo parlando del workout che ho sostenuto. Ero piaciuto a Magic e Rob, ma all’epoca i Lakers non avevano una pick abbastanza alta per scegliermi. Alla fine il cerchio si è chiuso, cinque anni dopo indosserò la canotta gialloviola. Tutto si sistema.»

Una delle lacune maggiori del roster della passata stagione era l’assenza di tiro da tre e difesa tra le ali. L’ex Ducks ritiene di poterla, almeno in parte, colmare pur essendo consapevole che dovrà lavorare sodo.

«Credo di essere un buon fit per la squadra. Devo scendere in campo e usare lunghezza e fisicità su entrambi i lati del campo. Devo sicuramente aumentare le percentuali al tiro, per essere pericoloso soprattutto dagli angoli.»

«Dovrò essere un elemento complementare, in grado di fare il lavoro sporco, dare una mano e togliere un po’ di pressione ai miei compagni.»

💬 Il ruolo di Troy Brown Jr.

Brown Jr. poi ha raccontato dei colloqui avuti con Darvin Ham e i suoi assistenti.

«Mi sembra davvero eccitato e molto entusiasta, adoro questa cosa. Io e il coach abbiamo parlato su come dovrò mettere le mie capacità al servizio della squadra e sono convinto che possa funzionare. L’obiettivo del coaching staff è quello di difendere duramente e spingere la transizione per giocare ad un ritmo elevato.»

«Accetterò volentieri il ruolo di 3-and-D o qualunque cosa la squadra vorrà chiedermi. In difesa preferisco occuparmi delle guardie perché contro di loro posso sfruttare la mia lunghezza.»

Troy ha già iniziato a stringere rapporti con i nuovi compagni:

«Dopo aver firmato il contratto ho parlato con Lonnie Walker, abbiamo intenzione di allenarci insieme durante l’estate.»

Infine, l’ex Bulls e Wizards ribadisce la volontà di mettersi al servizio dei Lakers:

«Senz’altro sono un uomo squadra e voglio assolutamente vincere.»

Leggi anche:

Potrebbe interessarti:

Categories:

Our Podcast
Most Recent