A poco più di due settimane dall’opening night, i Los Angeles Lakers 💜💛 scaldano i motori affrontando i Sacramento Kings nella prima gara di preseason.

Il nuovo coach gialloviola Darvin Ham – privo di Dennis Schröder (non è ancora con la squadra), Lonnie Walker IV (caviglia sinistra) e Troy Brown Jr. (schiena) – schiera Westbrook, Nunn, James, Davis e Jones. Brown risponde con Fox, Huerter, Barnes, Okpala e Sabonis.

🏀 Lakers vs Kings: Game Recap

L’avvio dei losangelini è ottimo: Russell Westbrook prova a mettersi alle spalle la passata stagione tenendo il ritmo elevato e mettendo pressione al ferro avversario. Il redivivo Nunn e Brodie segnano un paio di canestri a testa e alimentano un parziale di 12-0, che costringe l’ex Mike Brown al timeout. Anche Davis prova a mettersi in mostra, mentre James segna solo dalla lunetta.

Ham sposta The Brow da cinque inserendo Beverley e Toscano-Anderson, poi con Reaves e Bryant completa la second unit al fianco di LeBron. I Lakers mantengono il vantaggio con Patrick-Beverley, che segna dalla lunga distanza e dalla lunetta prima di mandare a schiacciare Juan Toscano-Anderson. 27-21 dopo dodici minuti di gioco.

La seconda frazione si apre nel segno di Anthony Davis, autore di due triple oltre che presente a rimbalzo e in difesa. I Kings restano in scia con l’MVP della Summer League Keegan Murray e grazie agli errori di LeBron James (0/7 dal campo per numero 6).

L’intensità degli angeleni – con l’eccezione di Weynen Gabriel – cala e Sacramento ne approfitta per prendere il controllo dei tabelloni. Inoltre, si palesano alcuni dei limiti del roster assemblato da Rob Pelinka: l’assenza di ali di ruolo costringe Ham a schierare per qualche minuto insieme Damian Jones e Thomas Bryant, mentre l’assenza di tiratori degni di questo nome riduce le spaziature in attacco. Il primo tempo si chiude con i Lakers avanti 46-41.

⬇️ Lakers travolti dai Kings

La serata dei big è già finita, pertanto Ham riparte con Nunn, Christie, Toscano-Anderson, Swider e Jones. La qualità della lineup non è eccelsa e Sacramento piazza subito il sorpasso con il parziale (0-8) generato dalle schiacciate di Richaun Holmes e le giocate dell’ex Malik Monk.

I Lakers fermano la run degli avversari con una tripla di Swider e una bella schiacciata di Max Christie, salvo poi crollare sotto i colpi dei Kings. Kendrick Nunn spreca troppi palloni prima di lasciare il posto a Scotty Pippen Jr. I canestri di Murray e Monk chiudono di fatto la gara, 59-76 il punteggio all’ultimo mini-break.

Nel quarto periodo giocano solo le terze linee e Cole Swider dimostra di poter essere pericoloso dalla lunga distanza anche in NBA. Le triple di Sam Merrill e i canestri degli ex Kent Bazemore e Quinn Cook fissano il punteggio finale: 75-105.

^Back to Top

📊 Stats & Box Score

Un quarto d’ora in campo James (4+1+2 con 0/7 dal campo e 4/5 dalla lunetta), Davis (11+11+2 con 4/9 al tiro e 2/4 da tre) e Westbrook (5+2+3). Oltre venti minuti per Nunn (9+2+1 con 5 turnover) e Jones (1+4 con 2 stoppate e tre errori dal campo).

Discreta prova per Gabriel (6+10 con 4 stoppate), imprecisi al tiro Beverley (8+3 con 1/5 al tiro) e JTA (2+3+1 con 0/3 dall’arco); poco incisivi Reaves (5 con 1/5 al tiro) e Bryant (5+3). Travolti nel secondo tempo i rookie Christie (5+6+3 con 2/8 al tiro), Swider (10 con 2/4 da tre) e Pippen Jr. (4+4+1 con 2 perse e 4 falli commessi).

Il top scorer dei Kings è Murray (16+6), in doppia cifra anche Fox (10+4+1 con 4/12 dal campo) e Holmes (10+5). Monk chiude con 8 punti (3/11 al tiro) e 6 rimbalzi. Minutaggio ridotto per Barnes, Sabonis e Huerter.

Box Score at NBA.com

^Back to Top

📺 Lakers vs Kings: Highlights

🗨️ Post Game Quotes

«Tutto sommato sono soddisfatto di quanto fatto dai ragazzi nella prima parte di gara. Ad eccezione di qualche indecisione difensiva, il primo tempo è stato davvero buono. Il secondo tempo è stato un buon momento educativo per i nostri giovani.»

«Russ ha dimostrato di poter essere un fattore nel nostro sistema “4-out-1-in”, sono contento di averlo in squadra. Dubito rivedremo LeBron senza canestri dal campo, mentre AD deve continuare ad allargare il suo gioco.»

Darvin Ham

«Ho sentito di poter essere un buon tiratore anche a questo livello. Giocare sotto questi riflettori è stato emozionante. Tra il pubblico c’erano anche mio padre e mio nonno.»

Cole Swider

^Back to Top

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte – alle 4:00 italiane – tra Mercoledì 5 e Giovedì 6 Ottobre per affrontare i Phoenix Suns alla T-Mobile Arena di Las Vegas.

^Back to Top


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


NBA & Lakers on the couch, minors & post on the court. 1987, Showtime!

Categories:

Our Podcast
Most Recent