Game 1: Golden State Warriors vs Los Angeles Lakers. In copertina: James Wiseman and Anthony Davis (Andrew D. Bernstein, NBAE via Getty Images)

The NBA is back! La seconda gara dell’opening night offre la sfida tra i Los Angeles Lakers 💜💛 e i Golden State Warriors. Prima della palla a due, i padroni di casa hanno ricevuto dalle mani del commissioner Adam Silver gli anelli che simboleggiano il titolo vinto lo scorso anno.

I rinnovati gialloviola sono privi di Dennis Schröder (pollice destro), Thomas Bryant (pollice sinistro) e Troy Brown Jr. (schiena); i Campioni NBA in carica non dispongono del solo Andre Iguodala. Il primo starting five schierato da Ham è composto da Westbrook, Beverley, Walker, James e Davis; Kerr replica con Curry, Thompson, Wiggins, Green e Looney.

Leggi la preview di LakeShow Italia:

🏀 Warriors vs Lakers: Game Recap

In avvio entrambe le squadre sembrano contratte, gli attacchi sono statici e le percentuali ne risentono. I Dubs producono dalla lunetta e con le giocate di Curry, L.A. replica con The Brow e un and-one del neo-entrato Reaves. Gli Warriors si destano e scappano via con due triple di Jordan Poole, ma i Lakers non si scompongono e tornano sotto affidandosi su entrambi i lati del campo al talento di Anthony Davis.

Gli ultimi tre minuti sono sconsigliati agli amanti del bel giuoco: Gabriel è confusionario, James sparacchia e Westbrook dona possessi agli avversari. Golden State si adegua al livello dei losangelini e muove il punteggio solo dalla lunetta. 22-25 il punteggio a fine primo quarto, i due attacchi combinano 15/48 dal campo.

Gli angeleni sparano a salve (1/15 da tre), per cui LeBron prova ad assaltare il ferro avversario, ma è troppo poco: la second unit di coach Steve Kerr allunga con Moody e James Wiseman. L.A. si sblocca da tre con Matt Ryan e accorcia col solito Davis.

Russell Westbrook alza il ritmo in attacco, ma il risultato è il solito mix di canestri (un paio), turnover e giocate inspiegabili. Gli Warriors raggiungono il massimo vantaggio (+14) con sei punti consecutivi di Stephen Curry e i canestri di Green e Thompson. Il timeout chiesto da coach Darvin Ham scuote i gialloviola, che tornano sotto con Brodie e James. 52-59 a metà gara.

🥊 Gli Warriors stendono i Lakers

Neppure il tempo di rientrare in campo e Beverley deve tornare in panchina a causa del quarto fallo in appena nove minuti di gioco. L.A. colpisce da tre con Kendrick Nunn e James, ma Golden State mantiene il controllo della gara con Wiggins e l’ottimo Klay Thompson. I Lakers non segnano più e gli Warriors toccano il più venti con le triple di JaMychal Green e Curry.

I losangelini sono senza idee e in balia degli avversari, autori del parziale (2-19 per il +26) che decide la gara. Qualche giocata sporadica di Westbrook e LeBron James serve solo a rendere meno pesante il passivo all’ultimo mini-break: 71-91.

Cambiano gli allenatori e i giocatori, ma le vecchie abitudini restano. I Lakers giocano con maggiore intensità e mettono in scena l’abituale tentativo di rimonta a gara compromessa. James attacca il ferro, Patrick Beverley e Nunn segnano dalla lunga distanza; tuttavia lo svantaggio resta consistente (83-100 a sei minuti dalla sirena).

Davis colpisce con un fadeaway, poi LeBron perde il pallone del potenziale -10. Goal sbagliato, goal subito ed inesorabilmente arriva la tripla di Donte DiVicenzo. I big three (…) dei Lakers segnano ancora, gli Warriors controllano con nove punti in 47″ dello scatenato Curry. A sancire la fine della gara sono due triple di Andrew Wiggins, che danno inizio al garbage time. I liberi di Scotty Pippen Jr. e una tripla di Max Christie fissano il punteggio finale: 109-123.

^Back to Top

📊 Stats & Box Score

James chiude con 31 punti (12/25 dal campo con 3/10 dall’arco), 14 rimbalzi, 8 assist e 5 turnover in 35 minuti; Davis mette a referto 27 punti (10/22 al tiro con 7/9 ai liberi), 6 rimbalzi, 4 recuperi e 2 stoppate in poco meno di 36 minuti; per Westbrook 19 punti, 11 rimbalzi, 3 assist e 4 palle perse. Condizionato dai falli Beverley (3+2+2 con 3 recuperi e 1/5 da tre),impalpabile Walker (5+3+5 con 2/4 al tiro).

Dalla panca si vede il solo Nunn (13+3+2 con 3/6 da tre), male Reaves e Toscano-Anderson. Tanti minuti per Gabriel e Ryan (1/3 dall’arco). Garbage time per Pippen Jr., Christie e Swider.

Il top scorer degli Warriors è Curry: 33 punti, 6 rimbalzi e 7 assist 10/22 dal campo e 4/13 dalla lunga distanza. In doppia cifra anche Wiggins (20+6+4), Thompson (18+2+3) e Poole (12+2+7). Per Draymond Green 4 punti, 5 rimbalzi e 5 assist.

Box Score at NBA.com

^Back to Top

📺 Warriors vs Lakers: Highlights

🗨️ Post Game Quotes

Leggi le dichiarazioni dei protagonisti della gara tra Warriors e Lakers:

🚦 Key Takeaways

Leggi l’analisi degli aspetti positivi e negativi della partita del Chase Center:

^Back to Top

🏆 Warriors vs Lakers: Fan Survey

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte – alle 4:00 italiane – tra Giovedì 20 e Venerdì 21 Ottobre per affrontare gli LA Clippers alla crypto.com Arena.

^Back to Top


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


NBA & Lakers on the couch, minors & post on the court. 1987, Showtime!

Categories:

Our Podcast
Most Recent