In copertina: Nikola Jokic and Anthony Davis (Isaiah J. Downing, USA TODAY Sports)

Dopo la sconfitta subita contro i Denver Nuggets – la quarta di questo inizio di regular season – giocatori e allenatore dei Los Angeles Lakers hanno parlato della partita ai microfoni della stampa. Trovate come sempre il recap dell’incontro QUI.

👑 James: «Segnare di più!»

Un LeBron James inizialmente di ghiaccio svela subito la ricetta segreta per cambiare le cose dopo questo brutto inizio di stagione:

«Dobbiamo segnare più tiri. Abbiamo perso qualche palla di troppo, siamo stati poco aggressivi, ma davvero, dobbiamo solo segnare di più. Io stesso non sono stato abbastanza aggressivo su molte delle mie palle perse.»

Come tutti ci chiediamo, questi problemi sono solo temporanei, dati dalle frequenti turbolenze di inizio stagione e dallo stravolgimento del roster in estate, o c’è qualcosa di più preoccupante dietro?

«Alcune cose sono temporanee, abbiamo un nuovo gruppo di ragazzi, dobbiamo ancora conoscerci bene. Difensivamente abbiamo concesso qualcosa di troppo, ma siamo terzi per Defensive Rating [quarti dopo stanotte, n.d.r.] e nella top 10 di molte altre statistiche difensive.»

Il Re si è anche preso un minuto per complimentarsi con i Nuggets, apparsi nuovamente molto in forma e ora con un record di 3 vittorie e 2 sconfitte:

«Stanno giocando bene, ad alto ritmo. Ogni volta che Nikola Jokic prende palla è un pericolo, è uno dei migliori point center del gioco. Joker è davvero unico»

🤞 Ham: «Giusto non far giocare Westbrook. Cambieremo le cose»

È poi toccato a coach Darvin Ham, che sicuramente sperava in un inizio da head coach dei Lakers un po’… diverso. Tutti si sono concentrati sulla scelta di tenere a riposo Russell Westbrook, rimpiazzato in quintetto da Austin Reaves:

«Abbiamo parlato del da farsi nel corso di questi giorni, ed eravamo tutti d’accordo sul fatto, che, essendo ad inizio stagione, rischiarlo non avrebbe avuto senso. Non c’è motivo di dover mettere i ragazzi in posizioni scomode, per questo oggi non ha giocato.»

«Perdere le prime 4 partite stagionali è bruttissimo, ma ne restano ancora 78, dunque abbiamo tempo per cambiare le cose e navigare nella giusta direzione.»

Ham ha infine rassicurato tutti sulle condizioni fisiche di Anthony Davis, vittima di un brutto colpo alla schiena che, fortunatamente, non si è materializzato in nulla di grave.

Bellissime anche le parole dell’ex Warriors Juan Toscano Anderson su Westbrook:

«Prima di conoscerlo, Russ non mi sembrava per niente simpatico. E penso che molti lo vedano in questo modo da fuori, solo perché è molto competitivo. Per il poco tempo che ci ho passato insieme (e ho avuto parecchi grandi compagni di squadra) oggi Westbrook è tra i miei cinque preferiti di sempre. Parliamo di un grande compagno e di una bellissima persona.»

«Penso che aver giocato 5 anni fuori dalla lega mi abbia donato una visione ampia su queste cose, so differenziare vita reale e NBA. Russ è davvero un grande uomo, non è perfetto perché nessuno di noi lo è, e temo che la gente, spesso, si dimentichi di questo.»

💪 Davis: «Lavorare prima su noi stessi»

Anche Anthony Davis, ancora una volta autore di una buona prestazione, è visivamente sconsolato.

«Dobbiamo vincere la prima partita, è il primo passo. Poi costruiremo il futuro su questo. Abbiamo concesso molto in transizione, dobbiamo difendere meglio. Bisogna comunicare di più, essere più aggressivi.»

La prima scelta del 2012 ha infine parlato del prossimo incontro, contro i Timberwolves:

«Non mi importa molto di quelli contro cui giochiamo, oggi è più importante concentrarsi su noi stessi. Loro hanno una coppia di lunghi unica con Towns e Gobert, non so quali saranno i matchup da entrambi i lati del campo.»

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo – alle ore 2:00 italiane – nella notte tra il 28 e il 29 Ottobre per l’ultima partita del mini road trip contro i Minnesota Timberwolves al Target Center.


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


Categories:

Our Podcast
Most Recent