In copertina: Anthony Davis (Keith Birmingham, Pasadena Star-News, SCNG)

Nove sconfitte nelle prime undici gare, penultimo record della NBA e pareggiata la peggiore partenza della storia dei Los Angeles Lakers. Il primo mese di regular season dei californiani è stato nettamente al disotto delle – già basse – aspettative.

Nella notte, oltre alla nona sconfitta consecutiva contro gli LA Clippers, è arrivato anche l’infortunio all’inguine subito da LeBron James. Il quattro volte MVP ha rassicurato media e tifosi, ma le prospettive dei losangelini per il prossimo futuro sono deprimenti.

Leggi anche:

🙏 Ham: «Fiducia in James e nel gruppo»

Con l’ennesimo secondo tempo disastroso, che ha vanificato la discreta prima parte di gara, le osservazioni di Darvin Ham nel post partita offrono pochi spunti d’interesse.

Il coach in primis ha parlato di James:

«Si tratta di un problema alla gamba, presto verrà valutato dai nostri medici.»

«Tante avversità si stanno abbattendo su di noi. Gli ho detto “Fai ciò che devi e prenditi cura del tuo corpo. Fai quello che hai sempre fatto.” LeBron è un grande professionista, risponde sempre in modo produttivo alle sfide che il suo corpo gli presenta quando deve giocare a livelli così alti.»

«Come ho già detto, è l’ultimo di cui mi preoccupo se si parla di prendersi cura del proprio fisico, dell’alimentazione, del riposo ecc. In questo campo, tra tanti, lui è al top.»

Sulla gara, c’è poco da dire tranne che manifestare la continua fiducia verso il suo gruppo:

«Bisogna imparare, farlo al volo e cercare di dare il nostro meglio quando siamo in campo.»

💭 Le riflessioni di Anthony Davis sulle sconfitte

Sulle stessa lunghezza d’onda dell’allenatore anche Anthony Davis. Il lungo dei Lakers – per lui 21 punti, 9 rimbalzi e 3 assist – parla della sua condizione fisica ed analizza il momento della franchigia californiana mostrandosi fiducioso per il futuro.

«Personalmente cerco sempre di scendere in campo al meglio. Negli anni scorsi ho avuto a che fare con tanti infortuni che mi hanno tenuto a lungo out, adesso ho avuto qualche problemino alla schiena. Sto cercando di giocare bene nonostante qualche fastidio, ma spero che le cose vadano a migliorare d’ora in avanti»

«LeBron infortunato? Non è facile sostituirlo nel ruolo di leader. Devi mantenere la squadra aggressiva e per fortuna c’è anche Russ che sa trasmettere la sua energia ai compagni. Si, è vero, senza di lui avrei più responsabilità, prenderei più tiri e avrei più spazio, ma in questo senso mi cambia poco: do sempre il massimo per i miei compagni ed i tifosi, cercando di vincere sin dalla prossima, con o senza James»

«Non credo che l’infortunio di LeBron ci abbia shockati. Certo, ci è venuto a mancare il suo valore in campo, e questo ci penalizza sempre. Ciò che intendo è che quando si arriva in certi momenti della partita chiunque ci sia in campo deve essere concentrato»

«I nostri avversari sono stati bravi a sfruttare al meglio le loro occasioni con Reggie, Marcus, Powell. Dobbiamo migliorare rispetto alle scorse partite, ma noi abbiamo schemi e tattiche da mettere in pratica a prescindere dagli interpreti»

Infine, è stato chiesto a The Brow quale fosse lo stato d’animo nello spogliatoio visto il numero di sconfitte – arrivate nonostante i Lakers abbiano mostrato fin qui una discreta solidità difensiva – e quali siano i piani nella mente di coach Ham per migliorare sotto il canestro avversario:

«Stiamo lavorando duro per migliorare la nostra fase offensiva. Sappiamo di aver sbagliato un po’troppo a volte, ma cercheremo di migliorare questo nostro aspetto. La difesa vien da sé: conosciamo il nostro valore, sappiamo di essere molto solidi difensivamente e lo abbiamo dimostrato. Ci sono tanti miei compagni che hanno fatto bene, con belle prestazioni offensive, ad esempio Lonnie»

«Purtroppo abbiamo avuto a che fare con molti infortuni. Siamo ancora ad inizio stagione, e non voglio usare gli infortuni come una scusa. Non siamo frustrati per le poche vittorie, tanto meno per aver perso nonostante avessimo spesso giocato bene. Noi vogliamo sempre la vittoria»

«Sappiamo di dover migliorare qualcosa in attacco per portare a casa più punti e più vittorie. Siamo anche consapevoli della nostra forza difensiva, è da qui che dobbiamo ripartire per poter tornare a vincere»

🔝 Westbrook: «Noi vogliamo i Playoff»

Oltre alle domande sulle condizioni di James, è stata chiesta a Russell Westbrook un’opinione sul futuro della stagione dei gialloviola. Brodie ha dichiarato che nonostante l’avvio di stagione poco positivo, il target rimane comunque l’accesso ai playoff.

«Non ho ancora parlato con LeBron, non so dire se ci sarà. Spero di si, vedremo cosa si saprà nei prossimi giorni. Comunque dovremo lavorare duro per risolvere i nostri problemi»

«Per adesso purtroppo le cose vanno così. Noi cerchiamo di pensare di partita in partita, provando a comprendere i nostri errori per migliorare e consolidare i nostri punti forti»

«Penso sia ancora presto per i verdetti. La stagione è ancora lunga, abbiamo tante partite davanti. Noi rimaniamo concentrati sull’accesso ai Playoff e sulla vittoria del titolo NBA, ma ovviamente dobbiamo pensare ad ogni partita e quindi lavorare duro per tornare a vincere»

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte – alle 4:30 italiane – tra Venerdì 11 e Sabato 12 Novembre per affrontare i Sacramento Kings alla crypto.com Arena.


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


Categories:

Our Podcast
Most Recent