In copertina: Dennis Schröder, Anthony Davis and LeBron James (Lakers.com)

I Los Angeles Lakers hanno interrotto la striscia di cinque sconfitte con la vittoria contro i Brooklyn Nets. Nella giornata precedente, i californiani hanno svolto una sessione di videoanalisi rivelatasi fondamentale.

Già nel post partita i leader gialloviola ne avevano rimarcato l’impatto e ulteriori dettagli sono stati rivelati al termine dell’allenamento del mercoledì. Inoltre, Ham ha fornito aggiornamenti sulle condizioni degli infortunati angeleni.

〰️ Anthony Davis sull’importanza del confronto

Contro i Nets Anthony Davis ha disputato la miglior prestazione offensiva della stagione, mostrando sprazzi del The Brow ammirato nella trionfale run del 2020. Concluso l’allenamento, AD è tornato sulla riunione di sabato scorso:

«Abbiamo avuto quel tipo di conversazione che una squadra con un record di 2-10 dovrebbe avere, capisci? Su ciò che ogni giocatore può fare e come migliorare complessivamente. Dal coaching staff al personale medico. Tutti quanti. Volevamo solo mettere a fuoco alcuni aspetti prima della gara contro Brooklyn. E ci è andata bene.»

Poi gli è stato chiesto, se possibile, di descrivere il meeting:

«Tante emozioni, i ragazzi hanno dato voce ai loro pensieri e c’è stato un fitto scambio di opinioni. Ma sempre con l’obiettivo di sviluppare la nostra squadra.»

«Del tipo “Ok, ti ho ascoltato come tu hai fatto con me. Quindi ora, qual è la soluzione?” Invece di scontrarci continuamente abbiamo avuto una conversazione costruttiva.»

Un dialogo costruttivo e sincero, poiché secondo Davis la verità può unire i gruppi:

«Devi prestare attenzione. Non sentire e basta quello che ti viene detto, ma ascoltarlo.»

«Puoi pensare “Mi sta urlando adosso, meglio non prestargli attenzione” ma quando qualcuno cerca di aiutarti, dovresti sapere che abbiamo un obiettivo in comune: vincere. Quindi bisogna prestare attenzione al contenuto, non a come viene recapitato.»

Il primo a parlare dell’incontro di sabato è stato proprio Patrick Beverley, i cui modi – secondo AD – hanno richiesto alla squadra un periodo di adattamento:

«Non lo nascondo, tutti abbiamo dovuti abituarci ai modi di Pat. Ma i suoi consigli sono ottimi. Una volta ci ha detto “Se urlo ‘Ti amo!’ non scappi via inferocito, capisci che intendo?” Quindi, ascolta il messaggio e non badare al torno.»

💬 Ham commenta il meeting pre Nets

Coach Darvin Ham lo ha definito un vero e proprio forum aperto a tutti. In cui sia atleti – James, Davis, Beverley e Russell Westbrook – che allenatori – sé stesso, Phil Handy e Chris Jent – sono potuti intervenire:

«Tutti hanno contribuito. Ogni idea va bene, perché l’unica cattiva idea è non averne una.»

«Ci siamo tutti dentro e nessuno ha puntato il dito contro qualcuno o attaccato il carattere di un altro. Ci siamo dedicati agli aspetti in cui possiamo crescere, agli errori commessi. Sul come diventare una squadra di basket migliore.»

«A nessuno piace essere sul 2-10, siamo consapevoli di avere nel roster del talento sufficiente per competere a livelli più alti.»

Contro dei Nets non brillanti, i Lakers hanno disputato una gara tutto sommato buona. Merito anche di un ritrovato equilibrio:

«Credo che bisogna essere cauti, perché la passione può scivolare nell’emotività. Vuoi approcciare alla partita con passione, ma non puoi essere emotivo.»

🩹 Injury Report

Al rientro in campo i Lakers affronteranno i Pistons (3-12 al momento), poi incontreranno gli Spurs (6-9 il record) tre volte nelle successive quattro gare. Un’opportunità cercare di vincere almeno due/tre partite.

Per provare a risalire la china, i gialloviola potrebbero disporre per la prima volta in stagione di Dennis Schröder e Thomas Bryant. I due, operati entrambi al pollice nella preseason, hanno partecipato alla seduta completa dopo essersi allenati il giorno prima con i South Bay Lakers di G League.

Al rientro sul parquet hanno impressionato Anthony Davis:

«Sono stati incredibili, tanti pick-and-roll facendo sempre la giocata giusta. Dennis ha avuto qualche alto e basso a causa del dover rientrare nel flusso della squadra. Thomas è stato energico e fisico. Hanno giocato molto bene oggi.»

«Lo spirito dei ragazzi è alto, vogliamo vincere una serie di partite tutti insieme.»

Anche LeBron James, assente nelle ultime due gare a causa di uno stiramento all’adduttore, ha partecipato alla parte senza contatti dell’allenamento. Secondo Ham, il quattro volte MVP si è mosso bene e verrà rivalutato nei prossimi giorni, per cui non è escluso un suo ritorno contro Detroit.

Non sono mancate, purtroppo, le cattive notizie: Ham ha comunicato che martedì Max Christie è stato inserito nel nel protocollo salute e sicurezza anti-Covid della NBA. Per cause non specificate, Juan Toscano-Anderson non si è allenato, mentre Westbrook e Beverley hanno saltato alcune parti della seduta.

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte – alle 4:30 italiane – tra Venerdì 18 e Sabato 19 Novembre per affrontare i Detroit Pistons alla crypto.com Arena.


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


NBA & Lakers on the couch, minors & post on the court. 1987, Showtime!

Categories:

Our Podcast
Most Recent