In copertina: Coach Darvin Ham and Dennis Schröder (Darren Abate, AP Photo)

Per la seconda volta in cinque giorni, i Los Angeles Lakers superano i San Antonio Spurs. I gialloviola hanno la meglio sugli speroni per 105-94 grazie anche alla sesta doppia-doppia consecutiva di Anthony Davis (25+15) e ai 21 punti del rientrante LeBron James.

Leggi anche:

🧠 Davis: «Con LeBron abbiamo letto la difesa e agito di conseguenza»

Intervistato circa l’importanza del rientro di James, Anthony Davis conferma che:

«Con lui abbiamo uno scorer e un playmaker in più, e un’altra voce sul parquet. Al suo rientro ha giocato molto bene, abbiamo condotto un gran primo tempo e lottato su entrambi i lati del campo.»

Riguardo i loro continui giochi a due e alle contromosse che hanno implementato in conseguenza della difesa nero-argento, il nativo di Chicago ha risposto così:

«Siamo compagni da un po’, ci conosciamo e abbiamo parlato dei pick-and-roll. Stasera gli Spurs cercavano di non farmi giocare in post, così rollavo sempre nel mid-range. Abbiamo cercato di leggere le situazioni per farmi avere la palla in movimento. Dobbiamo provare a fare lo stesso domani.»

Sull’affrontare gli Spurs (questa notte) per la terza volta nelle ultime quattro partite, Davis spiega che:

«Bisogna fare continui aggiustamenti, così come abbiamo fatto. Guarderemo i filmati per capire in cosa possiamo migliorare. Il nostro piano partita è buono, ma sicuramente potremo fare meglio.»

https://platform.twitter.com/widgets.js

🥇 James: «Il Davis delle ultime partite è il miglior giocatore NBA»

Dopo due settimane di stop, LeBron James questa è notte tornato a calcare il parquet. Alla domanda sulle sue condizioni fisiche, il nativo di Akron ha risposto così:

«Mi sono sentito abbastanza bene, nelle ultime due settimane ho lavorato costantemente per rientrare così come sono rientrato.»

Incalzato sulle tante palle perse personali (9), James sostiene che:

«Proprio come il mio ritmo, anche i miei passaggi erano leggermente fuori tempo. Ho perso sei palloni nel primo tempo, ma sono stato bravo a dimezzarli nel secondo. Ho dovuto capire il ritmo della partita e adeguarmi ad esso, e mi sono sentito bene in campo.»

Sulle ultime prestazioni di Anthony Davis, LeBron non utilizza mezze misure:

«Penso che l’AD delle ultime quattro/cinque partite sia il miglior giocatore della NBA. I suoi numeri e la sua produttività su entrambi i lati del campo dimostrano quanto è coinvolto, e questa notte lo ha dimostrato di nuovo.»

https://platform.twitter.com/widgets.js

💪 Darvin Ham: «LeBron e AD hanno fatto un gran lavoro»

Alla domanda sulla brutta prestazione nel terzo quarto (34-20 per gli Spurs), coach Darvin Ham risponde così:

«È tutta una questione difensiva. Abbiamo giocato tre quarti eccezionali in difesa. Siamo entrati in campo in ciabatte nel terzo quarto, dove abbiamo concesso 34 punti. È tutto l’anno che cerchiamo di venirne a capo, e quella di stanotte è una lezione dalla quale dobbiamo imparare. Tutto nasce da due cose: curare la difesa e i relativi compiti, e mettere al sicuro l’attacco non perdendo palloni.»

Sul ritorno in campo di LeBron, il coach è categorico:

«È stato fenomenale. Si è mosso bene in campo, ovviamente era un po’ arrugginito, ma ha corretto in corsa i suoi errori. A fine partita gli ho chiesto come stesse, e mi ha detto che si sentiva bene.»

Sull’impatto di James sul gioco di Davis, e sulla prestazione di quest’ultimo, Ham analizza in questo modo:

«Entrambi non potevano giocare in post perché erano sempre raddoppiati. Hanno fatto un gran lavoro parlandosi e riuscendo a trovare nuove spaziature. AD è stato grandioso nel capire l’andamento della partita, nel primo tempo non ha fatto molto individualmente ma poi è entrato nel ritmo giusto (19+10 nel solo secondo tempo). Lo adoro per questo, sa capire da solo il momento giusto per fare quello che ci serve per vincere.»

https://platform.twitter.com/widgets.js

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte – alle 2:00 italiane – tra Sabato 26 e Domenica 27 Novembre per affrontare i San Antonio Spurs allo AT&T Center.


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


Classe 1993, giusto in tempo per vedere i Lakers di Shaq e Kobe. Da lì nasce un amore incrollabile per l’NBA e i Gialloviola. Lavoro, studio e scrivo. Nel tempo libero cerco di capire cosa sia passato nella testa di Ron prima di prendere QUEL tiro.

Categories:

Our Podcast
Most Recent