In copertina: LeBron James, Darvin Ham e Jason Goldenberg nel corso della gara tra Los Angeles Lakers e LA Clippers alla crypto.com Arena (Mark J. Terrill, AP Photo)

Nonostante una prestazione sontuosa di James, i Los Angeles Lakers hanno incassato la decima sconfitta consecutiva contro gli LA Clippers.

L’arrivo di Rui Hachimura e l’imminente rientro di Anthony Davis non rendono meno amaro l’ennesimo passo falso contro i due volte campioni della Pacific Division.

Leggi anche:

⏬ Ham: «Ho scelto io di togliere i titolari»

Nel corso della conferenza post-partita, Darvin Ham ha esordito parlando dell’incredibile serata al tiro dei Clippers. Il coach dei Lakers ha fatto riferimento alla “Quantified Shot Quality”, una metrica sviluppata utilizzando i dati di Second Spectrum.

«Sono convinto che spesso li abbiamo costretti a prendere tiri difficili. Credo che l’85/90% delle loro conclusioni fossero ‘heavily contested’ ma hanno comunque segnato.»

«Contro grandi squadre come questa, devi giocare ai limiti della perfezione per ridurre un passivo pesante.»

Il coach dei Lakers poi ha spiegato la decisione di togliere i titolari sul -18 a cinque minuti dalla fine, scelta che non sembra sia stata gradita dai diretti interessati:

«È stata una mia decisione. I nostri ragazzi sono molto competitivi e non amano gettare la spugna facilmente, ma io ho pensato che fosse meglio staccare la spina. Sapendo che domani ci aspetta un’altra gara, dobbiamo darci le migliori possibilità di vincerla.»

Ham ha minimizzato l’accesa discussione avvenuta tra Westbrook e Schröder dopo la palla persa che ha definitivamente chiuso la gara:

«Stavano solo discutendo su come essere migliori e cosa poter fare per evitare che queste cose si ripetano. Ci siamo scavati la fossa da soli, ed è frustrante.»

L’allenatore angeleno poi ha fatto il punto sulle possibili assenze, i probabili esordi e gli auspicati rientri:

«Se ci sarà LeBron? Per tutti valuteremo le condizioni in cui si sveglieranno domani mattina. Rui Hachimura sarà disponibile.»

«Anthony Davis? Lo dirò in questo modo: una volta fatta la valutazione domattina, le possibilità sono illimitate.»

Pochi istanti dopo però, sono arrivate le conferme degli insider sulla presenza di Anthony Davis nella gara contro San Antonio.

🔽 Schröder minimizza l’alterco con Westbrook

L’incomprensione sulla rimessa tra Russell Westbrook e Dennis Schröder ha spento le residue speranze di rimonta dei Lakers. Il tedesco smorza le polemiche con i media:

«Ero frustrato per il fallo che ho commesso su Leonard, per questi gli animi si sono scaldati. La discussione con Russ? Ma che diavolo!? Adesso è passata.»

Capitolo chiuso:

«Abbiamo giocato insieme ad OKC, ne ho passate tante con lui. Alla fine Russ è il mio fratellone e delle discussioni del genere possono capitare. Siamo sulla stessa lunghezza d’onda, ora dobbiamo pensare a vincere domani.»

😕 James: «C’è poco da festeggiare quando perdi»

Nuovo career-high per triple realizzate. 46 punti che riducono a 178 quelli necessari per superare Kareem Abdul-Jabbar. Eppure, nonostante una prestazione strepitosa di LeBron James, i Lakers hanno perso nettamente contro i Clippers.

Da quando Tyron Lue siede sulla panchina dei Velieri, il bilancio è impietoso: 0 vittorie e 10 sconfitte. Cosa ne pensa il quattro volte MVP?

«Non ne ho idea. Sono stati migliori di noi.»

LeBron poi ha commentato le parole del suo ex coach, relative ad un presunto discorso avvenuto ai tempi di Cleveland proprio sul sorpasso a Kareem:

«T-Lue sta mentendo [ride], Non ho mai pensato che avrei potuto raggiungere Kareem. Non è un bugiardo, ma in questo caso sta mentendo.»

Cosa proverà quando avverrà il sorpasso?

«Vedremo quando succederà. Cosa mi colpirà? Dopo aver vinto il titolo e nelle ultime due stagioni ho raggiunto tanti traguardi, ma sono mancati i risultati di squadra.»

«Alcuni risultati raggiunti sono stati difficili da digerire, perché non voglio celebrare mentre perdiamo le partite.»

James ha parlato anche delle dichiarazioni di Rob Pelinka sulla strategia sul mercato dei Lakers:

«Lo ha detto a voi ragazzi, stava parlando con voi non con noi. Rob farà il suo lavoro. Il mio è quello di scendere il campo e assicurarmi che i miei compagni siano pronti.»

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte (4:30 🇮🇹) tra Mercoledì 25 e Giovedì 26 Gennaio per affrontare i San Antonio Spurs alla crypto.com Arena.


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


C’è solo un Capitano, anzi due.

Categories:

Our Podcast
Most Recent