In copertina: LeBron James nel corso della gara tra Los Angeles Lakers e Indiana Pacers alla Gainbridge Fieldhouse (Andy Lyons, Getty Images)

I Los Angeles Lakers vincono in volata contro gli Indiana Pacers e mantengono vive le speranze di arrivare alla post season. Ad Indianapolis, James ha messo a referto 26 punti, 7 rimbalzi e 7 assist, sfiorando per l’ennesima volta la prova da 27+7+7, unica assente nel suo incredibile elenco di record.

A LeBron ora mancano solo 63 punti per completare il sorpasso a Kareem Abdul-Jabbar, che potrebbe avvenire contro i Thunder o i Bucks. O anche prima?

Leggi anche:

👏 LeBron James elogia Davis e Beverley

Nove dei ventisei punti segnati dal quattro volte MVP sono arrivati nell’ultima frazione, quando a 2:35 dalla sirena LeBron James ha segnato la tripla che ha dato il primo vantaggio della gara ai losangelini.

Il numero 6 gialloviola ha tentato cinque conclusioni dalla lunga distanza, oltre due in meno rispetto alla media stagionale. Strategia non frutto del caso ma di un’attenta valutazione, come racconta lo stesso James nell’intervista post partita:

«Questa sera ho capito che sarebbe stato più utile il mio gioco interiore piuttosto che quello perimetrale. Avevamo bisogno di catturare i rimbalzi e segnare nel pitturato, me ne sono reso conto da come stavamo attaccando, soprattutto nell’ultimo quarto.»

LeBron poi elogia Anthony Davis per la giocata difensiva che ha chiuso la gara:

«AD può difendere su qualunque giocatore in questa lega. Ci sentiamo sicuri quando decidiamo di cambiare su tutti, perché lui può difendere sulle guardie. Ha fatto un gran lavoro riuscendo a contenere Haliburton e recuperare il pallone.»

James ha lodato anche Patrick Beverley:

«Credo che sia stato eccellente su entrambi i lati del campo, ha chiuso con +16 di Plus/Minuns. È stato davvero positivo per tutta la gara, facendo un ottimo lavoro su Tyrese che non a caso è un All-Star. Sta giocando ad alto livello dall’inizio dell’anno e Pat ha fatto di tutto per rendergli le cose difficili.»

Inevitabilmente, l’attenzione dei media si sposta sull’imminente sorpasso a Kareem:

«Penso che sia uno dei più grandi record nello sport in generale. Penso che sia lassù insieme al record di homerun nel baseball: è uno di quei traguardi che non consideri o non pensi che possa essere superato.»

«Vedi Hank Aaron, che l’ha avuto per così tanto tempo, oppure Sammy [Sosa] e Mark McGwire che iniziano a scalare le posizioni e pensi “Oh, cavolo. Può succedere davvero.” Allora inizi a seguire sul serio e prestare attenzione a quello che Sammy e Mark sono vicini a batterlo e pensi “Hanno una chance di battere un homerun ogni singola volta”, è divertente.»

«Per me, come sportivo, è stato piacevole seguire quei ragazzi inseguire e poi superare quel record.»

In chiusura, Joe Vardon di The Athletic ha chiesto a LeBron James se ha nelle corde una gara da 63 punti per completare il sorpasso a New Orleans, gara che chiude l’annuale Grammy Road Trip dei Lakers. Il Prescelto risponde con nonchalance:

«Sì, certamente. [Sorride] Voglio dire, non so se accadrà sabato. Ma sì.»

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte (0:00 🇮🇹) tra Sabato 4 e Domenica 5 Febbraio per affrontare i New Orleans Pelicans allo Smoothie King Center.


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


Categories:

Our Podcast
Most Recent