In copertina: Austin Reaves (Ian Maule, Getty Images)

I Los Angeles Lakers, reduci dalla sconfitta in casa dei Memphis Grizzlies, espugnano il Paycom Center battendo gli Oklahoma City Thunder per 123 a 117.

La squadra gialloviola, priva di LeBron James, Anthony Davis e D’Angelo Russell, si affida all’estro offensivo di Dennis Schröder (26 punti) e ad un Austin Reaves quasi perfetto al tiro (5/5 dal campo e 8/9 ai liberi) per portare a casa un’importante vittoria nella rincorsa ad un posto ai play-off.

Leggi anche:

Ham elogia i giocatori: «È stata una vittoria di squadra»

L’allenatore dei Lakers Darvin Ham ha elogiato i suoi giocatori per come sono riusciti a sopperire all’assenza delle due stelle e a portare a casa la vittoria:

«È importante avere un giocatore come Dennis Schröder. Gli appassionati che guardano basket anche in offseason hanno visto come Dennis ha guidato la sua nazionale quest’estate e quindi non saranno sorpresi da questa prestazione. È stato un leader, e dopo un primo tempo difficile al tiro ha fatto gli aggiustamenti giusti e alzato l’intensità in difesa e, nonostante il problema alla caviglia, ha guidato la squadra alla vittoria.»

«Abbiamo visto come Mo Bamba abbia fatto sentire la sua presenza in area e segnato qualche tripla, come Gabriel abbia conquistato rimbalzi importanti, ma anche Reaves e Rui che ha avuto giocate importanti nel finale. Troy ha segnato molti tiri, Max era pronto a giocare e competere, così come Vanderbilt e Beasley.»

«Al di là delle statistiche, ogni giocatore ha fatto il proprio dovere. È stata una vittoria di squadra contro un team giovane e talentuoso come gli Oklahoma City Thunder. Anche se gli mancavano alcuni giocatori, tra i quali Shai, è una squadra difficile da affrontare, continuano a correre e ad attaccare con forza. Non è stato facile alla terza gara del road trip, ma siamo riusciti a vincere.»

L’allenatore gialloviola ha poi risposto alle domande sul rientro degli assenti e sulle prospettive future della squadra al termine di queste tre gare in trasferta:

«Penso che DLo e AD abbiano visto come i ragazzi hanno lottato. Quando torneranno sanno il livello di intensità impostato dalla squadra, e noi dobbiamo riuscire a giocare ad un certo livello per centrare l’obbiettivo di giocare la postseason.»

«Dobbiamo pensare giorno dopo giorno, ma finchè otterrò questo contributo da ogni elemento del roster rimarrò fiducioso.»

Ham ha poi commentato l’infortunio occorso a Schröder nel primo tempo, che non ha impedito al giocatore di rientrare ed essere decisivo con i suoi canestri nella seconda frazione di gioco:

«Verrà sottoposto a trattamenti stasera e sarà rivalutato domani mattina. È riuscito a finire la partita, il che è un ottimo segnale, ma vedremo dopo i trattamenti come si sentirà domattina e ci muoveremo in base alla diagnosi degli esami.»

L’allenatore ha poi commentato come i nuovi innesti nel roster siano stati importanti per dare un cambio di marcia alla squadra:

«Abbiamo giocatori giovani con molta passione. Ogni membro dell’organizzazione Lakers era convinto potessimo cambiare le cose e ora non abbiamo limiti. Abbiamo capito che tutti dovevamo spingere nella stessa direzione.»

«Abbiamo inserito giocatori di carattere, non che non li avessimo prima, ma loro appena arrivati hanno creduto nell’obbiettivo dal primo giorno. Non hanno paura di discutere su come possiamo diventare una squadra migliore.»

«Spesso vediamo nel nostro ambiente persone che discutono animatamente, ma bisogna capire che non c’è nulla di personale, ognuno esprime la sua opinione per cercare di trovare una soluzione per migliorare. I ragazzi che sono arrivati hanno visto nel loro arrivo una soluzione per i problemi della squadra. È molto bello vedere questo tipo di atteggiamento in un team.»

Reaves: «La comunicazione in campo è stata eccellente»

Uno dei protagonisti della gara, Austin Reaves, ha commentato le difficoltà della squadra a giocare senza tre giocatori come Russell, Davis e James:

«Ogni volta che giochi senza i tuoi tre giocatori che hanno più spesso la palla in mano e attraverso i quali di solito sviluppi il tuo attacco, sai che sarà una partita strana. Ci sono state situazioni differenti per me e Dennis.»

«Ottenere una vittoria nonostante questa situazione è stato molto importante. È stata una grande vittoria e una grande performance da parte nostra.»

Reaves ha poi indicato le chiavi del successo:

«Penso che la comunicazione in questa partita abbia raggiunto il massimo livello. Di solito ci sono LeBron o AD che controllano queste situazioni e parlano in campo.»

«Penso che stasera abbiamo fatto un passo avanti importante a livello di chimica di squadra, perché abbiamo avuto conversazioni in campo. Per esempio, io e Dennis abbiamo avuto una situazione in cui c’era uno slip screen e io avrei dovuto rimanere con l’uomo con la palla che poi è andato dentro ma non l’ho fatto, così abbiamo avuto una discussione per risolvere il problema. Questa esperienza ci aiuterà in futuro.»

La guardia dei Lakers è tornata sull’importanza della vittoria:

«È cruciale ottenere una vittoria considerate le circostanze. Loro ovviamente non avevano Shai, ma hanno comunque molto talento, molti giocatori talentuosi che sanno giocare.»

«Noi avevamo un disperato bisogno di una win. È stato importante ottenerla nonostante l’assenza di AD, D-Lo e James.»

Reaves ha poi commentato l’errore in lunetta (8/9) che non gli ha permesso di concludere una gara perfetta al tiro:

«Non mi prendo molti tiri, quindi sapevo che era il primo errore. Non mi importa molto della gara perfetta, mi scoccia solo sbagliare i tiri liberi, si chiamano liberi per una ragione. Sapevo di essere in un buon ritmo ma la cosa che mi interessava di più era vincere.»

Schröder: «Ho dato tutto per la squadra»

Il protagonista della notte, Dennis Schröder, ha minimizzato l’infortunio alla caviglia e ha sottolineato l’importanza della vittoria:

«Ho dato tutto per la squadra. Stiamo cercando di arrivare ai playoff, e con LeBron e AD out stasera ho cercato di aiutare la squadra a vincere.»

Dennis ha poi commentato come l’esperienza ad OKC con Chris Paul lo abbia aiutato a migliorare alcuni aspetti del suo gioco, come la capacità di subire fallo ed andare in lunetta mostrata in questa gara:

«Voglio ringraziare Chris, quando abbiamo giocato insieme ci siamo spesso seduti a parlare di basket e mi ha aiutato molto. Ha aiutato anche Shai, Lu Dort e tutti i ragazzi giovani a sviluppare il loro gioco.»

«Chris ha aiutato molto anche me e gli sono grato per questo.»

Schröder ha spiegato le chiavi della run decisiva per la vittoria nel quarto periodo:

«Ognuno ha combattuto, siamo stati uniti sempre e siamo riusciti a farcela.»

«L’obbiettivo fin dall’inizio della stagione era fare i playoff. Penso che tutti nello spogliatoio ci credano, io ci credo al 200% e penso che ce la faremo.»

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte (4:00 🇮🇹) tra Venerdì 3 e Sabato 4 Marzo per affrontare i Minnesota Timberwolves alla crypto.com Arena.


LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar, diventando il miglior realizzatore della storia della NBA. Leggi gli articoli dedicati al record del quattro volte MVP scritti dalla redazione di LakeShow Italia:


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


Categories:

Our Podcast
Most Recent