In copertina: LeBron James tra David Roddy e Desmond Bane nel corso di Gara 2 tra Grizzlies e Lakers al FedExForum (Brandon Dill, AP Photo)

Oltre all’allenatore dei Los Angeles Lakers Darvin Ham, Austin Reaves e D’Angelo Russell, al termine del match contro i Memphis Grizzlies si sono presentati in coppia anche LeBron James ed Anthony Davis in conferenza stampa. Sono state varie le domande poste al duo All-Star dopo la sconfitta per 103-93 in Gara 2, i quali si sono mostrati determinati in vista del prosieguo della serie, che adesso si sposterà a Los Angeles.

Leggi anche:

LeBron James: «Analizzeremo i nostri errori, non vedo l’ora di giocare Gara 3»

Dopo la sconfitta contro i Grizzlies, LeBron James si è presentato in conferenza stampa insieme al compagno di squadra Anthony Davis. The Chosen One e The Brow si sono alternati nel rispondere alle domande poste dai giornalisti al termine del match; quelle rivolte al nativo di Akron hanno riguardato perlopiù la suo opinione riguardo il fatto che la serie sia di nuovo in parità, ritmo e fisicità imposti dagli avversari durante Gara 2 e tanto altro.

«Sapevamo che una serie può riservare certe insidie. Non si tratta di vincere una partita o due, la serie è al meglio delle 4 ed ogni partita è una storia a sé. Bisogna essere sempre pronti ad ogni sfida. Per quanto riguarda stasera, dal punto di vista offensivo abbiamo provato a ripetere la prova di Gara 1. Loro hanno apportato miglioramenti, qualcuno anche noi. Stasera è stata una partita dura.»

«Abbiamo provato ad alzare il ritmo, cambiando avversario nei pick and roll per cercare di sfruttare a nostro vantaggio i mismatch. Non sempre siamo stati bravi a giocare col cronometro, in ogni caso analizzeremo tutto questo osservando i video in sala film.»

«I Grizzlies sono una squadra temibile a prescindere da Ja. Non hanno perso ritmo o stile di gioco con Tyus in starting lineup. Sappiamo che ci troviamo di fronte ad una squadra fisica, capace di metterci in difficoltà sia con Morant che con Tyus Jones da point guard in quintetto iniziale. Il nostro impegno non cambia a seconda della presenza o meno di un avversario.»

Facendo anche un passo indietro, è stato chiesto a King James a che punto si trovi la squadra nel processo di crescita e sviluppo ed anche di quanto conti avere un rapporto solido con i compagni nell’affrontare sfide di un certo livello:

«Ogni partita è un’occasione nuova per noi per conoscerci sempre meglio. Per poter migliorare sia singolarmente che come collettivo. Molti dei ragazzi sono arrivati da poco o hanno poca esperienza in partite di questo livello.»

«Come abbiamo fatto in ogni partita durante la Regular Season, ci siederemo ed analizzeremo quanto abbiamo fatto in campo. Come ho detto, ogni partita è un’occasione per crescere e conoscere meglio le caratteristiche dei compagni, e questo è ciò che abbiamo fatto: conoscerci ulteriormente e crescere.»

«Tyus Jones è comunque un grandissimo giocatore. Gioca molto bene, è un vero professionista nel modo di affrontare le partite egualmente in uscita dalla panchina o in starting lineup. Tra i migliori a servire i compagni, riesce a valorizzare ogni palla che ha a disposizione. Jones è un vincente sin da bambino. Credo sia pronto per giocare in questi palcoscenici.»

«C’è sempre qualcosa in cui si può migliorare. Al momento la serie è 1-1, siamo in pareggio. Abbiamo vinto una partita fuori casa, che ci dà molta fiducia. Non dobbiamo sentirci appagati in vista della prossima partita, anche perché giocheremo in casa. Gara 3 è quasi decisiva per il continuo della serie: avremo due giorni per ricaricare le batterie, prepararci al meglio per sabato. Sarà la prima volta in cui giocheremo di fronte al nostro pubblico durante i Playoff: non vedo l’ora di scendere in campo.»

Anthony Davis: «Abbiamo ed ho commesso troppi errori, cercherò di migliorarmi»

In contemporanea a LeBron, anche AD ha analizzato la gara persa dai Los Angeles Lakers contro i Grizzlies ai microfoni. Per quanto riguarda Anthony Davis, invece, gli è stata posta qualche domanda riguardo la sua prestazione e quella dei suoi compagni; gli è stato inoltre ricordato di come altre volte abbia reagito nelle partite successive ad una partita dal rendimento opaco

«Ho sbagliato diversi tiri. Tante volte ero molto vicino al ferro e non sono riuscito a metterla dentro, a mettere a punto la giocata vincente. Purtroppo può pesare ai fini del risultato. Cercherò di essere più preciso nella prossima sfida.»

«Dobbiamo continuare a lottare a prescindere. Sappiamo che comunque, sia quando si gioca bene offensivamente, difensivamente, singolarmente o collettivamente, il nostro motto è uno: tenere duro e lottare. Come avete detto, eravamo a -6 con ancora 3 minuti da giocare, potenzialmente avremmo potuto vincerla. E ovviamente avremmo potuto giocare meglio gli ultimi minuti. Per quanto mi riguarda non posso aspettarmi di giocare così e regalare ai miei compagni ed ai tifosi una vittoria.»

«Sia noi che loro abbiamo giocato a ritmi elevati in entrambe le partite. Oggi abbiamo sbagliato diverse conclusioni, loro pure, ma non possiamo permetterci di terminare una frazione segnando solo 19 punti, non è da noi. Proveremo a lavorare sui nostri punti deboli per presentarci al meglio nelle prossime partite.»

«Per quanto riguarda la mia prestazione, vorrei davvero rigiocare domani. Ma so che è meglio riposare, poter stare a casa per qualche giorno. Ovviamente starò delle ore a visionare i video di questa partita. Sarò pronto per Gara 3, contateci.»

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte (4:00 🇮🇹) tra Sabato 22 e Domenica 23 Aprile per affrontare alla crypto.com Arena i Memphis Grizzlies nella Gara 3 del primo turno degli NBA Playoff.


LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar, diventando il miglior realizzatore della storia della NBA. Leggi gli articoli dedicati al record del quattro volte MVP scritti dalla redazione di LakeShow Italia:


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


Categories:

Our Podcast
Most Recent