In copertina: Darvin Ham parla con la stampa al termine di Gara 5 tra Grizzlies e Lakers al FexExForum (Lakers.com)

Dopo la combattuta Gara 4, conclusasi all’overtime, la serie del primo turno di playoff si è spostata nuovamente in Tennessee per la disputa di Gara 5. Alla fine di un match entusiasmante e dall’importanza epocale per il destino di entrambe le franchigie, sono i Memphis Grizzlies a spuntarla nei confronti dei Los Angeles Lakers, col punteggio di 116-99.

Ecco le dichiarazioni di alcuni dei protagonisti della sfida a Morant e compagni, tra cui coach Darvin Ham, D’Angelo Russell ed Austin Reaves.

Leggi anche:

💬 Ham: «Sbagliati troppi tiri, dovremo rimetterci in sesto e far valere il fattore campo»

Alla termine della gara, l’allenatore dei Lakers Darvin Ham si è presentato in sala stampa per la consueta conferenza post partita. Tra le domande poste all’allenatore gialloviola non sono mancate quelle riguardo le sue opinioni sulla sconfitta ed i motivi che l’hanno causata. Ha poi detto la sua circa le condizioni di chi era sceso meno in campo. Ecco le sue dichiarazioni:

«Una partita strana e sfortunata. Abbiamo avuto diversi open shot che non siamo riusciti a capitalizzare. Alcuni dei miei giocatori hanno terminato con percentuali basse dal campo, che ritengo deludente. Abbiamo commesso degli errori, sbagliato qualche tiro di troppo, ma questo è il basket: capita una serata no. Adesso dobbiamo rimetterci in sesto e riposare per poter rendere al meglio in casa nostra, come hanno fatto loro oggi.»

«In alcuni possessi non siamo stati in grado né di fare centro, né di prendere il rimbalzo successivo. Per una frazione di gara abbiamo tirato giù solo 1 o 2 rimbalzi offensivi e questo ha dato una spinta ai nostri avversari. Se si concedono troppe chance al rimbalzo è normale pagarne le conseguenze.»

«Per quanto riguarda chi aveva giocato meno, nello spezzone di gara che gli ho concesso ho cercato di capire in che condizioni fossero per cercare il miglior match up per ognuno di loro. Adesso proveremo a trarre quanto di buono abbiamo fatto osservando i replay in sala film e non ci resta che scendere in campo con la massima grinta. Non getteremo la spugna prima dei 48 minuti o più che serviranno per vincere la partita.»

Sono state poste inoltre alcune domande riguardo la possibilità di far riposare i migliori giocatori in roster se il distacco dall’avversaria fosse fin troppo ampio.

«Se si è competitivi è dura trovarsi in svantaggio. Anche in quel caso è difficile scegliere di concedere qualche minuto di riposo a LeBron o AD, perché si pensa sempre a voler rimontare. Le partite possono cambiare in una manciata di minuti e magari ritrovarsi a poca distanza nel giro di qualche possesso. Si tratta di dover trovare il giusto equilibrio.»

«In quei casi speri sempre che i tiri vadano dentro, che si subisca fallo per riuscire ad andare al tiro libero. Ma allo stesso tempo, anche solo qualche minuto di riposo in più può fare la differenza per giocatori di un certo livello, avendoli più freschi in momenti cruciali.»

«In ogni caso, stiamo giocando ai Playoff. Ormai il livello ed il ritmo di gioco sono più alti rispetto a quanto eravamo abituati a vedere in campo in Regular Season. Siamo tutti molto più competitivi e oggi abbiamo scelto di fare ciò che fosse meglio per LeBron ed Anthony.»

Ham poi si è soffermato su LeBron James:

«Prima che uscisse dal campo abbiamo avuto uno scambio di sguardi: ci eravamo intesi senza bisogno di parlare. Era giunto il momento di farlo uscire e riposare: avremo bisogno di lui al meglio alla prossima.»

«Semplicemente, ho ritenuto che fosse arrivato il momento di concedergli del riposo. Siamo già proiettati verso Gara 6 e per questo avevo deciso che fosse il momento di toglierlo dal campo. Nulla di più semplice e normale.»

☝️ Russell: «Proveremo a portare a termine il nostro obiettivo»

Anche D’Angelo Russell è stato intervistato al termine della sconfitta contro i Grizzlies. La point guard ex Minnesota, analizzando l’andamento della partita, ha dichiarato quali fossero state le ragioni della sconfitta, parlando anche dell’importanza del fattore campo:

«Una partita dura, molto dura. Sono stati bravi a creare un momentum dando continuità alla fase offensiva, specie nel 3° quarto. Giocare qui a Memphis non è mai facile. I Grizzlies sono stati bravi a sfruttare il fattore casalingo, la pressione di una partita da dentro o fuori e renderli una spinta in più per loro.»

«Certamente non vogliamo tornare qui per Gara 7. Questo è sempre un campo molto difficile su cui giocare. Il nostro obiettivo, ciò in cui siamo concentrati con mente e corpo, è solo ed esclusivamente difendere la Crypto.com Arena e portare a termine il nostro compito.»

«La pressione fa tanto. Non vuoi perdere, non vuoi essere eliminato e quindi fai di tutto per darti un’altra chance di tornare in gioco. Ma penso che saremo in grado di gestire la situazione alla prossima partita.»

Parlando dei motivi della sconfitta:

«Beh, sicuramente andrò ed andremo ad osservare i video e replay per comprendere meglio. Nei Playoff conta ogni minimo dettaglio, sia in positivo che in negativo, per condizionare l’intero andamento della partita e della serie.»

«Loro sono stati capaci di mettere a segno una striscia di tanti canestri consecutivi: credo che questo abbia inciso parecchio. Per noi è stata comunque dura. Ora dobbiamo capire ciò che in cui abbiamo sbagliato e lavorarci su, sfruttando i nostri pregi per andare al massimo.»

😕 Reaves: «Sapevamo non sarebbe stata facile»

Come accaduto di consueto al termine delle recenti uscite dei Lakers, anche Austin Reaves ha preso parte alle dichiarazioni post partita. Autore di una prestazione da 17 punti, 8 rimbalzi, 6 assist ed 1 recupero, il numero 15 gialloviola ha rassicurato tutti circa le sue condizioni dopo aver ricevuto un colpo a partita in corso; si è poi soffermato sulla sconfitta appena subita e le ragioni per cui è maturata. Ecco le sue parole:

«Ho avuto soltanto bisogno di fermarmi un attimo. Ho ricevuto un colpo duro e quindi, per via del forte dolore, mi sono dovuto fermare, ma adesso è tutto okay.»

«Sono una squadra davvero molto forte, in grado di spingere molto sull’acceleratore. Per alcuni frangenti sembrava avessimo ripreso il controllo, ma loro sono stati più bravi. Riguarderemo ed analizzeremo i video del match per capire dove abbiamo sbagliato.»

«Siamo ai Playoff e sappiamo che questo è un campo difficile, che loro sono una squadra ardua da battere. Eravamo consapevoli che non saremmo venuti a fare una passeggiata. Alla prossima torneremo in casa nostra, proveremo a vincerla.»

Continuando a rispondere alle domande a lui poste, Reaves ha inoltre parlato dei pregi degli avversari e di come i Lakers proveranno a reagire nel prossimo impegno casalingo in Gara 6:

«Sono stati bravi a capitalizzare molti possessi e inoltre hanno catturato diversi rimbalzi offensivi. E sono sicuro che noi non siamo stati altrettanto efficaci sotto il loro tabellone. Neanche a mettere in pratica i nostri schemi al meglio, cosa in cui i nostri avversari sono stati migliori di noi.»

«Possiamo solo cercare di capire in cosa siamo stati bravi e ripeterlo la prossima volta che scenderemo in campo. Ovviamente, rimediando agli errori commessi.»

«Loro vogliono vincere esattamente quanto lo vogliamo noi. Hanno in roster tanti giocatori di talento e vogliosi di imporsi. Nonostante abbiano avuto qualche giocatore out per infortunio, sono stati capaci di tirare fuori il meglio da chi è a disposizione.»

«Sono tutti giocatori molto competitivi: Ja ha dimostrato il suo valore e talento nel tempo, così come gli altri suoi compagni di squadra. Il fatto di avere il tifo dalla loro parte ha contato parecchio. Come detto, rivedremo in sala film l’intera partita e ci faremo trovare pronti.»

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte (4:30 🇮🇹) tra Venerdì 28 e Sabato 29 Aprile per affrontare alla crypto.com Arena Memphis Grizzlies nella Gara 6 del primo turno degli NBA Playoff.


LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar, diventando il miglior realizzatore della storia della NBA. Leggi gli articoli dedicati al record del quattro volte MVP scritti dalla redazione di LakeShow Italia:


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


Categories:

Our Podcast
Most Recent