In copertina: Anthony Davis e LeBron James celebrano Lonnie Walker IV al termine di Gara 4 tra Lakers e Warriors alla crypto.com Arena. (Robert Gauthier, Los Angeles Times via Getty Images)

Quarto atto della serie tra Los Angeles Lakers 💜💛 e Golden State Warriors, con i gialloviola in vantaggio 2-1 dopo il netto successo ottenuto in Gara 3.

Ham, che non dispone di Mo Bamba, conferma il quintetto composto da Russell, Reaves, James, Vanderbilt e Davis. Kerr – privo di Andre Iguodala – cambia ancora lo starting five sostituendo J. Green con Payton II, in campo con Curry, Thompson, Wiggins e Draymond Green.

🏀 Lakers vs Warriors: Game Recap

Golden State paga il pessimo inizio di Wiggins (subito due falli e altrettante perse), con Steve Kerr costretto al timeout dopo 134″ di gioco. La sosta scuote Air Canada, che segna tre volte tagliando dietro la difesa dei padroni di casa. Gli angeleni non spingono e giocano tanti post up, trovando il canestro solo con Davis e James: 10-11 a metà quarto.

Con l’ingresso delle second unit il ritmo, già non elevato, cala ulteriormente. I Lakers tornano avanti con AD e Reaves, poi si uniscono al festival degli errori fallendo jumper in serie. Gli Warriors sparano a salve da tre (3/12 di squadra), trovando il canestro solo con Thompson e Donte DiVincenzo. Un paio di canestri nel pitturato di LeBron chiudono la frazione, con L.A. avanti 22-21.

Kerr rimette gli starter e ottiene dividenti immediati: Curry realizza un paio di canestri, Green spinge la transizione e assiste GPII. Darvin Ham non apprezza e interrompe il gioco, poi James e Davis fermano il buon momento dei Dubs. Reaves e James colpiscono da tre, Golden State replica con Andrew Wiggins e una slick move dell’orso ballerino: 38 pari a sei minuti dall’intervallo lungo.

La gara diventa una sfida a distanza tra Anthony Davis e Stephen Curry. Il lungo dei Lakers trova un and-one e piazza un due jumper, l’esterno degli Warriors replica con sette punti e un paio di assist per i compagni, generati da blocchi portati proprio dall’uomo seguito da The Brow. I liberi di DLo e dello stesso Curry chiudono il tempo, con L.A. sotto 49 a 52.

🔄 I Lakers superano gli Warriors allo sprint

Ham riparte con Jarred Vanderbilt su Curry e Davis su Wiggins, ma Golden State allunga con una tripla di Klay Thompson. L.A. non si scompone e reagisce con cinque punti a testa di Austin Reaves e James, tuttavia la run viene smorzata da un paio di errori di LeBron, che alimentano i fastbreak condotti da Steph e chiusa da sette punti di Gary Payton II: 59-68 con 7:07 sul cronometro.

Gli Warriors continuano a punire la transizione difensiva dei Lakers e toccano il massimo vantaggio (+12) con Wiggins e una tripla di Moses Moody. I losangelini arrancano e provano a restare in scia con Dennis Schröder e Reaves, poi accorciano sfruttando un paio di perse dei Campioni NBA. James attacca di più il pitturato e completa un gioco da tre punti, poi DiVincenzo segna la tripla del 77-84 all’ultimi mini-break.

I gialloviola alzano l’intensità difensiva e in attacco si affidano a LeBron James: scarico nell’angolo per Walker IV, pullup a bersaglio e assist per il pareggio di AD. Il quattro volte MVP cancella un layup di Curry, che si riscatta completando un gioco da quattro punti. SkyWalker è on fire e segna tre canestri consecutivi, ma Golden State resta avanti con le giocate di Steph: 90-94 a 6:05 dalla fine.

I Lakers sprecano qualche possesso di troppo poi ristabiliscono la parità con quattro punti di Reaves, ma gli Warriors allungano ancora con le giocate degli Splash Brothers. James si mette al comando delle operazioni e forza lo switch con Curry, procurandosi due viaggi in lunetta. Nel mezzo, LeBron si affida a Lonnie Walker IV che segna il pullup del 102-99 a 79″ dalla sirena.

❤️‍🔥 Un finale al cardiopalma

Steph accorcia alzando tantissimo la parabola del suo layup e dopo l’errore di LBJ dalla lunga distanza ha il possesso del potenziale sorpasso. Il numero 30 di Golden State prova a bettere Davis, che lo contringe ad un difficile fadeaway che si spegne sul ferro. Il più lesto a rimbalzo è Green, che affida nuovamente il pallone tra le mani di Curry. Stavolta lo Chef non cerca l’uno-contro-uno ma spara subito dai 9 metri, fallendo ancora. Lonnie cattura il rimbalzo, subisce il fallo e non sbaglia dalla lunetta.

Gli Warriors avrebbero ancora 15″ per provare a pareggiare, ma Draymond Green s’incarta in penetrazione e spreca il possesso. Sulla rimessa i ragazzi di Kerr non riescono neppure a costruire l’ultimo tiro e sono costretti a capitolare. 104-101 è il punteggio finale, Lakers Win!

📊 Stats & Box Score

James chiude con 27 punti (10/25 dal campo, 2/9 dall’arco e 5/5 dalla lunetta), 9 rimbalzi, 6 assist, 1 stoppata e 3 perse in poco meno di 43 minuti di gioco. Per Davis 23 punti (10/16 al tiro e 3/3 ai liberi), 15 rimbalzi, 2 assist, 3 recuperi e tre turnover in poco più di 43 minuti sul parquet.

Miglior prova offensiva della serie per Reaves (21+2+4 con 7/15 dal campo e 3/6 da tre), peggiore per Russell (4+4+3 con 1/10 al tiro). Pochi minuti per Vanderbilt (2+3+1 con 2 TO).

Career-night ai Playoff per Walker IV (15+3+2 con 2 recuperi), discreto contributo di Schröder (10+3+3). A referto anche Hachimura (2+3), meno di due minuti d’impiego per Gabriel. DNP per Beasley, Brown Jr., Christie, Harrison e Thompson.

Il top scorer degli Warriors è Curry (31+10+13 con 12/30 dal campo, 3/14 dall’arco, 3 recuperi e 2 perse). In doppia cifra anche Wiggins (17+4+1), Payton II (15+3+2) e DiVincenzo (10+1+1 con 2/4 da tre). Male Green (8+10+7 con 2 stocks e 5 turnover) e Thompson (9+5+2 con 3/11 al tiro), malissimo Poole (0/4 dal campo in poco più di 10 minuti).

Box Score at NBA.com

📺 Lakers vs Warriors: Highlights

🗨️ Post Game Quotes

Leggi le dichiarazioni dei protagonisti della gara tra Lakers e Warriors:

🚦 Plus & Minus

Leggi l’analisi degli aspetti positivi e negativi della partita della crypto.com Arena:

  • Coming Soon

🏆 Lakers vs Warriors: Fan Survey

📅 Next Game

Gara 5 tra Golden State Warriors e Los Angeles Lakers è in programma nella notte (4:00 🇮🇹) tra Mercoledì 10 e Giovedì 11 Maggio al Chase Center di San Francisco.


LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar, diventando il miglior realizzatore della storia della NBA. Leggi gli articoli dedicati al record del quattro volte MVP scritti dalla redazione di LakeShow Italia:


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


NBA & Lakers on the couch, minors & post on the court. 1987, Showtime!

Categories:

Our Podcast
Most Recent