In copertina: Stephen Curry difeso da Anthony Davis e LeBron James durante Gara 6 tra Lakers e Warriors alla crypto.com Arena di Los Angeles. (Wally Skalij, Los Angeles Times)

Dopo la netta sconfitta subita a San Francisco, i Los Angeles Lakers 💜💛 tornano nella Città degli Angeli per provare a chiudere la serie contro i Golden State Warriors.

Ham, privo del solo Mo Bamba, modifica il quintetto gialloviola schierando Schröder insieme a Russell, Reaves, Jamest e Davis. Kerr non dispone di Andre Iguodala e replica con Curry, Thompson, Wiggins, Payton II e Draymond Green.

🏀 Lakers vs Warriors: Game Recap

La strategia di Darvin Ham è chiara fin da subito: palla in post a LBJ & AD per creare punti facili con la bully ball e caricare di falli gli avversari. Golden State ha le polveri bagnate (3/11 al tiro), ma prova a tenere il passo con un paio di canestri di Gary Payton II e lottando a rimbalzo offensivo. Schröder colpisce da tre (6/6 dal campo per L.A.) per il 18-7 con 7:39 sul cronometro.

I ragazzi di Steve Kerr sbagliano una tripla dopo l’altra e i gialloviola allungano con D’Angelo Russell, poi scappano via (+17) con le triple di James e Reaves. I Lakers tengono sotto controllo il pace ma sprecano qualche possesso e gli Warriors si avvicinano con cinque punti a testa di Curry e DiVincenzo. Nel finale Steph si accende (tripla ed and-one) e accorcia ulteriormente: 31-26 a fine primo quarto.

Ham sceglie di affiancare Hachimura e Vando a James nei minuti senza Davis, ma la scelta non paga: i losangelini faticano in attacco e trovano solo una tripla di Walker IV. Golden State domina a rimbalzo con Looney e accorcia ancora con cinque punti di Donte DiVincenzo, Reaves scuote L.A. con una magia contro Curry seguita dall’assist per la tripla di LeBron: 47-37 a cinque minuti dall’intervallo lungo.

Gli Warriors attaccano a testa bassa ma pagano la confusione di Poole e producono solo un paio di canestri di Kevon Looney e una tripla di Thompson. I Lakers controllano la gara con Austin Reaves, che dopo aver servito DLo schiaccia in transizione e chiude il tempo con un incredibile canestro sulla sirena, scoccato da oltre sedici metri. A metà gara L.A. conduce 56 a 46.

🔄 I Lakers piegano gli Warriors

I padroni di casa provano a replicare l’ottimo avvio difendendo con maggiore intensità e attaccando dal post. Reaves e Russell colpiscono da tre, poi LeBron James segna un paio di layup che obbligano Kerr al timeout. Golden State barcolla, ma resta in piedi col solito Stephen Curry.

La sfida poi si accende: Draymond Green e Dennis Schröder si affrontano a muso duro e vengono sanzionati con un doppio tecnico. Tuttavia, per il tedesco si tratta del secondo ed inevitabile arriva l’espulsione: 76-58 con 6:20 sul cronometro.

I Lakers cercano di piazzare l’allungo decisivo con Anthony Davis e cinque punti di Lonnie Walker IV, seguiti dagli assalti al ferro di James. Gli Warriors provano a resistere coi primi punti dal campo di Poole e Moody e replicano alle triple dagli angoli di SkyWalker e DLo con Curry e Green. Sulla sirena Jordan Poole segna il layup che fissa il 91-77 all’ultimo mini-break.

Golden State si schiera a zona per negare il pitturato alle stelle angelene e riduce ancora le distanze con l’and-one di Poole. Il freddissimo Klay Thompson fallisce un paio di triple wide open e i gialloviola colgono l’attimo: Rui Hachimura cancella Klay, James completa un gioco da tre punti e capitalizza gli errori dei Dubs dalla lunetta prima di servire il giapponese in transizione: 102-80 a 8:23 dalla sirena.

I Lakers toccano il +24 con Reaves, gli Warriors provano a reagire con Curry e DiVincenzo ma non basta. I padroni di casa dominano e mantengono invariate le distanze con Austin e Rui. I liberi di Davis chiudono la sfida e consentono ai coach di svuotare le panchine negli ultimi tre minuti. I canestri di Beasley, Brown Jr., Kuminga e Lamb fissano il punteggio finale: 122-101, Lakers Win!

I Lakers affronteranno i Nuggets nelle Western Conference Finals e diventano la quarta squadra negli ultimi cinquant’anni della NBA a raggiungerle dopo essere stati otto partite sotto il 50% di vittorie. Per gli Warriors si tratta della prima sconfitta ai playoff in una serie ad Ovest sotto la guida di Kerr.

📊 Stats & Box Score

James disputa la miglior gara dei suoi playoff mettendo a referto 30 punti (10/14 dal campo con 2/3 dall’arco e 8/11 dalla lunetta), 9 rimbalzi, 9 assist, 2 recuperi, 1 stoppata e 2 perse in 43 minuti. Davis chiude con 17 punti (5/9 al tiro e 7/10 ai liberi), 20 rimbalzi, 3 assist, 2 recuperi, 2 stoppate con +31 di Plus/Minus in poco meno di 40 minuti sul parquet. The Brow è il secondo a chiudere una gara di postseason con questi numeri da Ben Wallace nel 2002.

Per Reaves 23 punti (7/12 dal campo e 4/5 da tre), 5 rimbalzi, 6 assist e 2 turnover. Il canestro di Austin è quello segnato più lontano (53 piedi, poco più di 16 metri) da un gialloviola nelle ultime 25 partecipazioni ai playoff. Il precedente record era di Metta World Peace (43 piedi contro gli Hornets nel 2011).

In doppia cifra anche Russell (19+2+1 con 7/15 al tiro) e Walker IV (13 con 3/5 dall’arco), mentre Schröder (3+2+5 in 25 minuti) spende tante energie rincorrendo Curry. A referto anche Hachimura (9+3 con 2 stoppate) e Vanderbilt (2), garbage time per Beasley (3), Brown Jr. (2), Christie, Harrison (1) e Thompson. DNP per Gabriel.

Il top scorer degli Warriors è Curry (32+6+5 con 11/28 dal campo e 4/14 dall’arco). In doppia cifra anche DiVincenzo (16+4 con 4/8 da tre), mentre faticano Thompson (8+3+5 con 3/19 al tiro e -31 di Plus/Minus), Green (9+9+3), Wiggins (6+2+2 con 2/8 dal campo) e Poole (7 punti con 3/10 al tiro). Looney chiude con 9 punti, 18 rimbalzi e 2 assist.

Box Score at NBA.com

📺 Lakers vs Warriors: Highlights

🗨️ Post Game Quotes

Leggi le dichiarazioni dei protagonisti della gara tra Lakers e Warriors:

🚦 Plus & Minus

Leggi l’analisi degli aspetti positivi e negativi della partita della crypto.com Arena:

🏆 Lakers vs Warriors: Fan Survey

📅 Next Game

Gara 1 tra Denver Nuggets e Los Angeles Lakers è in programma nella notte (2:30 🇮🇹) tra Martedì 16 e Mercoledì 17 Maggio alla Ball Arena.


LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar, diventando il miglior realizzatore della storia della NBA. Leggi gli articoli dedicati al record del quattro volte MVP scritti dalla redazione di LakeShow Italia:


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


NBA & Lakers on the couch, minors & post on the court. 1987, Showtime!

Categories:

Our Podcast
Most Recent