In copertina: Brice Sensabaugh durante il workout ad El Segundo. (Lakers.com)

Proseguono i workout dei Los Angeles Lakers in vista dell’NBA Draft 2023. Nella sessione di giovedì ad El Segundo i gialloviola hanno ospitato Brice Sensabaugh, D’Moi Hodge, Matthew Mayer, Damion Baugh, JT Shumate, Caleb McConnell e Logan Johnson.

Venerdì 26 Maggio era toccato a Leonard Miller, Maxwell Lewis ed altri quattro prospetti. Martedì 30 è stata la volta del gruppo guidato da Tyger Campbell. Nella terza sessione sono stati visionati Jalen Wilson, Terquavion Smith ed altri quattro giovani talenti.

Oltre a quelli pubblicizzati, i Lakers stanno svolgendo dei provini privati con dei prospetti che potrebbero finire in lottery. Uno di essi è Dereck Lively II, che ha svelato la sua partecipazione con un post su Instagram.

🔝 Brice Sensabaugh e D’Moi Hodge

L’atleta più interessante del gruppo è Brice Sensabaugh (classe 2003, 198 cm per 98 kg), ala uscita da Ohio State. Il freshman nativo di Orlando è uno dei migliori tiratori del draft ed ha dimostrato di poter produrre sia dal pick-and-roll che in uno-contro-uno. Meno bene nella propria metà campo, dove è poco intenso, inoltre paga la struttura fisica: troppo piccolo per giocare da “quattro”, poco rapido per giocare da “tre”.

Sensabaugh ha chiuso l’unica stagione giocata con i Buckeyes con 16.3 punti (40.5% dal perimetro con 4.5 3PA), 5.4 rimbalzi e 1.2 assist in 24.5 minuti a partita. A fine stagione è stato inserito nel Big Ten All-Freshman Team.

Ottimo tiratore è anche D’Moi Hodge (classe 1998, 193 cm per 91 kg), che dopo due anni con il minuscolo State College of Florida si è messo in luce con Cleveland State, venendo nominato Defensive Player of the Year della Horizon League.

Chiuso il biennio con i Vikings, il nativo delle Isole Vergini Britanniche ha disputato un altro anno da senior con l’Università del Missouri durante il quale ha completato la sua evoluzione in 3-and-D, candidandosi ad entrare fin da subito nelle rotazioni NBA. Con i Tigers Hodge ha messo a referto 14.7 punti (40% dall’arco con 7.1 3PA), 3.9 rimbalzi e 2.6 recuperi (primo nella SEC, quarto assoluto NCAA).

👀 Matthew Mayer e gli altri

Cinque stagioni anche per Matthew Mayer (classe 1999, 206 cm per 102 kg), campione NCAA nel 2021 con la Baylor guidata da Davion Mitchell. Dopo il quadriennio con i Bears, l’ala texana si è trasferita all’Università dell’Illinois, dove ha confermato pregi e difetti già visti sotto coach Scott Drew: talento ben distribuito e discreto playmaking, combinato alla discontinuità di rendimento e l’approccio alla gara spesso rivedibile. Con i Fighting Illini Mayer ha messo a referto 12.5 punti (33% da tre) e 5.3 rimbalzi in 33 partite.

Iniziato con un biennio deludente nella nativa Memphis, il percorso collegiale di Damion Baugh (classe 2000, 193 kg per 88 cm) si è chiuso alla Texas Christian University. Nell’ultimo anno con gli Horned Frogs Baugh ha messo a referto 12.6 punti, 4.7 rimbalzi, 5.8 assist e 1.8 recuperi. Damion è un ottimo atleta, in grado di attaccare il ferro e creare per i compagni. Tuttavia, destano preoccupazione le percentuali dell’arco (29.5% in carriera) e le troppe perse (3.1 con TCU).

J.T. Shumate (classe 1999, 201 cm per 95 kg) ha disputato due stagioni con la Walsh University e tre con l’Università di Toledo. Con i Tigers Shumate ha segnato 142 delle 325 triple tentate (43.7%), mostrando di possedere un elevato IQ pur non essendo un grande atleta.

Cinque stagioni anche per Caleb McConnell (classe 1999, 201 cm per 91 kg) tutti spesi con la Rutgers University. La guardia dall’Ohio – due volte Big Ten Defensive Player of the Year – per ricoprire il ruolo di 3-and-D dovrà necessariamente lavorare sul tiro da fuori. McConnell ha chiuso l’esperienza con gli Scarlet Knights mettendo a referto 6.8 punti (26.3% dall’arco), 4.3 rimbalzi, 1.9 assist e 1.6 recuperi in 142 gare disputate.

Altro senior è Logan Johnson (classe 1999, 188 cm per 78 kg), cinque anni tra Cincinnati e il Saint Mary’s College di Moraga, California. Johnson ha chiuso l’ultima stagione nei Gaels con 14.5 punti, 5.0 rimbalzi, 3.6 assist e 1.6 recuperi in 34.8 minuti a partita. Come McConnell, anche la guarda californiana è un ottimo difensore ma dovrà migliorare le percentuali da tre (28.9% in carriera).


NBA & Lakers on the couch, minors & post on the court. 1987, Showtime!

Categories:

Our Podcast
Most Recent