In copertina: Austin Reaves al termine della gara tra Team USA e Porto Rico alla T-Mobile Arena di Las Vegas. (Fox Sports 1)

Nella gara amichevole vinta da Team USA contro Porto Rico per 117 a 74, Austin Reaves (9 punti, 4 rimbalzi e 4 assist) ha giocato una buona partita, soprattutto nel primo tempo.

La guardia dei Los Angeles Lakers ha ricevuto una grande ovazione dai tanti tifosi gialloviola presenti a Las Vegas, incluse due zie entusiaste presenti in prima fila.

Nel post partita, il numero 15 a stelle e strisce ha parlato del gruppo e del supporto ricevuto da James. Inoltre, ha elogiato Haliburton ed Edwards, oltre a ribadire il suo pensiero sulla carriera di LeBron.

🔝 Austin Reaves: «LeBron è il più grande di sempre»

Al termine della partita, Austin Reaves ha parlato della crescita del gruppo guidato da coach Steve Kerr:

«Sento che ci siamo amalgamati molto rapidamente come squadra. Penso si veda da come abbiamo approcciato la partita. Sappiamo di avere tanto talento, ma quello che conta è diventare un gruppo coeso e giocare l’uno per l’altro.»

Hillbilly Kobe poi ha commentato il post di LeBron James, che nel corso del primo tempo ha mostrato tutto il suo supporto nei confronti del compagno:

«È il mio uomo! Negli ultimi due anni ho imparato tantissimo da lui. Ci si sente bene quando uno come lui riconosce quello che fai sul campo. Sono state due stagioni speciali e spero di poter vincere il titolo quest’anno.»

Con Tim Bontemps di ESPN, Austin ha elogiato la prestazione di Tyrese Haliburton (i due esterni hanno combinato per 16 assist e solo 2 turnover):

«Dobbiamo solo giocare a pallacanestro. Abbiamo ragazzi come Tyrese… Lui sa come stare in campo e rende tutto più facile. Dobbiamo fare le giocate giuste.»

Dopo la gara, al microfono di Robin Lundberg di Sports Illustrated – risposte le domande di rito sull’evoluzione della sua carriera – Reaves ha parlato di Anthony Edwards, candidandolo a futuro MVP della NBA:

«Onestamente, del suo gioco mi piace la sua capacità di fare qualunque cosa sul parquet. Penso che possa difendere tutti i ruoli e continuare a migliorare. Se può diventare un MVP? Per me, sicuramente.»

Infine, l’host di SI Now gli ha chiesto un parere sulla possibilità di dedicare una statua a LeBron James davanti alla crypto.com Arena. In merito, Austin non ha dubbi:

«Certo, perché no? Del resto è arrivato a Los Angeles in un momento in cui la squadra non stava vivendo un grande momento e nel giro di un paio d’anni ha fatto vincere ai Lakers un altro titolo.»

«Dal mio punta di vista, è il più grande giocatore di sempre. Nessuno come lui è stato in grado di eccellere in ogni aspetto del gioco.»

In serata Reaves e compagni hanno raggiunto Malaga, dove affronteranno in amichevole Slovenia e Spagna.


LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar, diventando il miglior realizzatore della storia della NBA. Leggi gli articoli dedicati al record del quattro volte MVP scritti dalla redazione di LakeShow Italia:


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


NBA & Lakers on the couch, minors & post on the court. 1987, Showtime!

Categories:

Our Podcast
Most Recent