È un Darvin Ham diviso a metà fra la delusione per la sconfitta patita contro i Miami Heat e la fierezza nei confronti dei suo giocatori che non hanno mai mollato la partita. Nella conferenza stampa, l’allenatore dei Los Angeles Lakers cerca di ricompattare il gruppo dopo le piccole scaramucce del post partita contro i Magic.

Leggi anche:

💪 Darvin Ham «Abbiamo lottato, abbiamo spirito competitivo.»

Con queste parole il coach dei Lakers incensa la prova di LeBron e compagni, ricordando anche gli infortuni che stanno attanagliando lo spogliatoio gialloviola:

«Sto cercando di fare il possibile con il poco che ci è rimasto. Dobbiamo spingere forte in transizione, in questo momento è la nostra arma migliore.»

«Eppure il piano partita è stato rispettato.» Il rammarico di Darvin Ham è tutto in una frase perché, a suo dire, il game plan messo in campo dai Lakers rispecchia tutto ciò che era stato deciso nel classico breafing pre-partita:

«È un peccato, tutto ciò che ci siamo detti stamattina siamo riusciti a metterlo in campo. Ma non è stato abbastanza.»

L’ultima parte d’intervista è tutta dedicata gli arbitri:

«Ho perso il conto delle volte in cui LeBron è stato schiaffeggiato al braccio durante un terzo tempo. Anche dopo vari richiami alla terna arbitrale, non ho mai ricevuto risposta. Anzi, ho addirittura terminato la partita con un tecnico.»

«Sappiamo perfettamente che gli Heat giocano un basket molto fisico, ai limiti del regolamento. Chiediamo solo equilibrio e coerenza dei fischi.»

🆙 LeBron James: «Sono orgoglioso dei miei compagni»

Anche il #23 gialloviola, come il suo coach, sembra essere soddisfatto della prova dei Lakers. Sia per l’approccio alla partita, che per la reazione in campo al momento di difficoltà dopo l’espulsione di D’Angelo Russell:

«Miami entra sempre in campo con grande intensità. Se non la eguagli, finisci sotto e non rientri in partita. È inutile piangersi addosso. Continuiamo a correre, difendere, fare il nostro gioco. Non dobbiamo avere paura»

«Ho chiesto loro una reazione e c’è stata. Sono orgoglioso.»

Inevitabili, anche da LeBron James, le critiche ai direttori di gara:

«Non riesco a capire cosa stia accadendo con gli arbitri. Le spiegazioni che mi danno non corrispondono con quello che accade in campo. Durante un terzo tempo mi hanno messo una mano in faccia. Mi è stato detto che il difensore aveva le braccia alzate, mentre gli altri due arbitri non hanno visto.»

«Inutile girarci intorno, i fischi arbitrali questa sera sono stati contro di noi.»

Infine, le sue prime parole appena entrato nello spogliatoio sono state per Cam Reddish, che ha fallito il game-winner allo scadere:

«Cam fatti trovare pronto e non perdere fiducia: la prossima volta il pallone lo darò nuovamente a te.»

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte (2:00 🇮🇹) tra Mercoledì 8 e Giovedì 9 Novembre per affrontare gli Houston Rockets al Toyota Center.

In copertina: Darvin Ham nel corso della gara tra Heat e Lakers al Kaseya Center di Miami,. (Lynne Sladky, AP Photo)


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar, diventando il miglior realizzatore della storia della NBA. Leggi gli articoli dedicati al record del quattro volte MVP scritti dalla redazione di LakeShow Italia:


Categories:

Our Podcast
Most Recent