Mancano tre settimane alla trade deadline (ore 21:00 italiane dell’8 febbraio) ed molto probabile che i Los Angeles Lakers provino a migliorare il proprio roster. Oltre all’evidente necessità di aggiungere tiro da tre punti, secondo Jovan Buha di The Athletic il front office gialloviola ha tre obiettivi: atletismo e velocità nel backcourt, con un giocatore competente nella difesa sul punto d’attacco. Un’ala in grado di incidere su entrambi i lati del campo, da schierare al fianco di James, Davis e Reaves. Un lungo che possa migliorare la difesa del pitturato.

👀 Cosa faranno i Lakers?

Negli scorsi mesi Zach LaVine e Dejounte Murray sono stati avvicinati ripetutamente ai Lakers. Se nelle ultime settimane l’ipotesi LaVine sembra essere sfumata, Lakers ed Hawks avrebbero provato ad imbastire una trade per Murray. Secondo le fonti dell’insider di The Athletic, i californiani avrebbero offerto D’Angelo Russell, Jalen Hood-Schifino, la prima scelta 2029 e i filler necessari. Ipotesi in linea con le indiscrezioni riportate da Michael Scotto di HoopsHype. Per Buha le trattative sono in una fase di stallo, ma dovrebbero ripartire a ridosso della deadline.

In aggiunta – stando alle indiscrezioni provenienti direttamente dalla squadra – nel caso in cui i Raptors decidano di mettere sul mercato l’ultimo arrivato Bruce Brown, i Lakers proveranno ad intavolare una trattativa con i canadesi. La scorsa estate l’ex Nuggets è stato sul punto di vestire la canotta gialloviola, salvo poi accettare l’offerta (superiore) dei Pacers.

Secondo Buha, altri nomi che il front office californiano ha preso in considerazione sono quelli di Jerami Grant dei Trail Blazers, Terry Rozier degli Hornets, Gary Trent Jr. dei Raptors e le due ali dei Nets Dorian Finney-Smith e Royce O’Neale. Ognuno di questi giocatori soddisfa almeno uno dei requisiti prefissati dai Lakers.

Gli asset dei californiani più richiesti dalle altre squadre sono Austin Reaves e una delle due scelte che possono essere cedute (2029 e 2030). I losangelini possono offrire quattro swap (2026, 2028, 2029 e 2030) e dispongono di quattro secondo scelte. Anche Max Christie ha un buon mercato, ma il suo essere restricted free agent ne complica la cessione. I Lakers sono 1,26 milioni di dollari sopra la luxury tax e 4,9 milioni di dollari sotto il primo apron. Pertanto, in caso di trade potranno acquisire in cambio dei salari uguali o minori a quelli ceduti.

In copertina: Dejounte Murray e Bruce Brown durante una gara del 2022 tra Hawks e Nuggets alla State Farm Arena di Atlanta. (Hakim Wright Sr., AP Photo)


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar, diventando il miglior realizzatore della storia della NBA. Leggi gli articoli dedicati al record del quattro volte MVP scritti dalla redazione di LakeShow Italia:


Categories:

Our Podcast
Most Recent