Reduci dalla sconfitta contro i Clippers, i Los Angeles Lakers 💜💛 (22-23) tornano in campo per affrontare i Chicago Bulls (21-24), già vittoriosi nella sfida di fine dicembre.

I gialloviola sono privi di Gabe Vincent e Cam Reddish (distorsione alla caviglia); la squadra dell’Illinois non dispone di Zach LaVine, Lonzo Ball e Torrey Craig. Ham torna al quintetto composto da Russell, Reaves, Prince, James e Davis; Donovan replica con White, Caruso, DeRozan, Williams e Vucevic.

Leggi anche:

🏀 Lakers vs Bulls: Recap

In avvio la gara è una sorta di three-point contest: L.A. colpisce con James, Taurean Prince, Reaves e Russell; Chicago replica due volte con l’ex Alex Caruso. Davis (1/7 al tiro) e LeBron (0/3 da due) faticano a convertire nel pitturato e i tori si portano in vantaggio con i canestri dal mid-range di DeRozan: 14-16 con 5:44 sul cronometro.

I Lakers tornano avanti con gli and one di Reaves e Davis, ma i Bulls rispondono colpo su colpo con Vucevic e Dosumnu e conservano la testa della gara. La second unit californiana produce con Vanderbilt e cinque punti di Rui Hachimura, i ragazzi di Billy Donovan replicano con le triple di White e DeRozan (già 11 punti per lui). La stoppata di Wood su Drummond chiude il quarto, con i losangelini sotto 31 a 32.

Entrambi gli attacchi restano produttivi: White e Dalen Terry segnano da tre, James arma Vanderbilt nell’angolo e nel pitturato. Chicago sfrutta la fisicità a rimbalzo dell’ex Drummond, ma la squadra di Darvin Ham riesce finalmente ad alzare il ritmo: DLo e Vando spingono la transizione, James e Hachimura realizzano le triple del 53 a 45 a sei minuti dall’intervallo lungo.

I Lakers toccano la doppia cifra con Austin Reaves, ma i Bulls dimezzano immediatamente lo svantaggio con Williams e White. Ayo Dosumnu e Reaves danno vita ad una “sfida nella sfida”: entrambi completano prima un gioco da tre punti, poi colpiscono da oltre l’arco.

L’equilibrio viene spezzato dalla contagiosa energia su entrambi i lati del campo di Jarred Vanderbilt, autentico propellente dell’allungo gialloviola: Russell colpisce da lontanissimo, James segna un paio di canestri e proprio Vando recupera un pallone convertito nel layup del 73-57 a fine primo tempo.

🔄 I Lakers allungano ma i Bulls non cedono

I losangelini rientrano in campo col giusto approccio e scappano via con una schiacciata di Davis, seguita dalle quattro triple (due a testa) segnate da Prince e Russell. Chicago prova a restare in partita con cinque punti a testa di Caruso e Coby White, ma L.A. allunga ancora con altri due canestri di Anthony Davis e un circus shot di Reaves: 95-72 con 5:42 sul cronometro.

I Bulls provano a rientrare con le giocate di Vucevic, DeRozan e White ma i Lakers restano avanti grazie allo scatenato D’Angelo Russell, a segno tre volte dalla lunga distanza. I californiani toccano il +24 con un paio di canestri di AD, gli ospiti non sprofondano grazie alla produzione di Nikola Vucevic. I liberi di Christie e White chiudono la frazione, con L.A. avanti 112 a 93.

L’ultimo quarto si apre con un and one e una tripla di LeBron James, seguite da un paio di canestri dell’altro ex Andre Drummond. La gara vive una fase di stanca, spezzettata dai viaggi in lunetta, da qualche errore gratuito e da un paio di review della terna arbitrale. Il Prescelto completa un altro gioco da tre punti, Vucevic e White segnano da tre per il 127-112 a sei minuti dalla sirena.

Prince colpisce ancora da tre, Davis schiaccia dopo un recupero di James e la gara sembra finita, ma non è così. I Bulls riducono le distanze grazie agli errori di LeBron (persa) e Reaves (fallo sulla tripla di Dosunmu), i Lakers stentano e DeMar DeRozan può segnare i canestri del -10. Ma il cronometro gioca a favore di L.A., che finalmente chiude la gara con Vando e AD: 141-132 il punteggio finale, Lakers Win!

📊 Stats & Box Score

James chiude con 25 punti (10/19 dal campo con 3/4 dall’arco), 4 rimbalzi, 12 assist, 2 recuperi e 5 perse in poco meno di 36 minuti. Per Davis 22 punti (10/18 al tiro e 2/5 ai liberi), 11 rimbalzi, 6 assist e 1 stoppata in poco più di 36 minuti. Russell mette a referto 29 punti (10/18 dal campo e 8/13 dall’arco), 4 assist, 1 recupero, 1 stoppata e 2 perse.

Continua l’ottimo momento di Vanderbilt (17 punti con 8/11 al tiro, 5 rimbalzi, 3 recuperi e 1 stoppata), buone prove anche per Reaves (20+3+8 con 7/9 al tiro) e Prince (14+4+2 con 4/7 dall’arco e 2 recuperi). A referto anche Wood (2 punti e 1 stoppata) e Christie (2/2 ai liberi, 1 assist e 1 recupero).

Il top scorer dei Bulls è DeRozan (32+2+10 con 10/14 dal campo e 11/12 ai liberi). In doppia cifra anche White (25+7+3 con 8/18 al tiro), Vucevic (20+8), Dosunmu (18+2+1 con 3 stocks), Caruso (17+4+6 con 2 recuperi e 2 stoppate) e Drummond (11+9).

Box Score at NBA.com

🗨️ Post Game Quotes

📺 Lakers vs Bulls: Highlights

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte (2:30 🇮🇹) tra Sabato 27 e Domenica 28 Gennaio per affrontare i Golden State Warriors al Chase Center.

In copertina: D’Angelo Russell durante la gara tra Lakers e Bulls alla crypto.com Arena di Los Angeles. (Adam Pantozzi, NBAE via Getty Images)


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar, diventando il miglior realizzatore della storia della NBA. Leggi gli articoli dedicati al record del quattro volte MVP scritti dalla redazione di LakeShow Italia:


NBA & Lakers on the couch, minors & post on the court. 1987, Showtime!

Categories:

Our Podcast
Most Recent