I Los Angeles Lakers, pur privi delle stelle Anthony Davis e LeBron James, si impongo a sorpresa in casa della miglior squadra della lega, i Boston Celtics, per 114 a 105.

In casa gialloviola gran prestazione di Austin Reaves (32 punti con 7 triple) e ottimo apporto di tutto il supporting cast, da Jaxson Hayes (16+10) a D’Angelo Russell (16+8+14). Ecco le parole dei protagonisti al termine della sfida.

Leggi anche:

💬 Darvin Ham: «Grande vittoria di squadra»

Darvin Ham ha spiegato le chiavi della vittoria sui Celtics nonostante le assenze di LeBron James e Anthony Davis:

«Nessuno pensava avessimo una chance stasera. Ho detto ai ragazzi prima della partita che neanche uno doveva farsi carico singolarmente della responsabilità per l’assenza dei due capitani (James e Davis), ma doveva essere uno sforzo di squadra. L’unico errore che potevamo commettere era non giocare con intensità e non lo abbiamo fatto.»

L’allenatore gialloviola ha poi commentato l’infortunio occorso a Jarred Vanderbilt sul finire del secondo quarto:

«Mi dispiace si sia infortunato, ma voglio fare i complimenti a Vando [Vanderbilt] per come ha approcciato la gara con aggressività, marcando tutti gli avversari, a partire da Tatum. Con i suoi rimbalzi e le sue palle rubate ci ha garantito più possessi, e inoltre ha fatto ottimi passaggi, tra cui un paio di assist.»

«Gli infortuni sono il tema ricorrente della nostra stagione. Già arrivavamo alla gara senza AD, LeBron, Cam [Reddish] e Gabe [Vincent]… Poi anche lui [Vanderbilt] si è infortunato. Dobbiamo gestire la situazione, spero solo che non sia nulla di serio e possa tornare presto.»

Ham si è congratulato con i ragazzi per la prestazione offerta, con attenzione particolare per l’exploit realizzativo di Austin Reaves:

«Tutti i ragazzi hanno giocato bene: DLo è stato la nostra guida, il nostro quaterback in campo, AR [Reaves] è stato in modalità attacco per tutta la partita, TP [Prince] è stato solido. Poi Jaxson [Hayes], Rui [Hachimura], C-Wood, Christie hanno tutti dato il loro contributo.»

«È stato bello vedere come i ragazzi hanno lottato e hanno alzato il loro livello di gioco per i capitani assenti [Davis e James]. Stasera la squadra ha dimostrato di saper reagire davanti alle avversità, anche considerando l’infortunio di Vando.»

«Ho parlato con Austin [Reaves] ieri appena arrivati in città, e mi sono congratulato con lui per la sua determinazione e la sua disponibilità a dare tutto sul campo. È stato incredibile fin da quando ha indossato per la prima volta la divisa dei Lakers, e in particolare da quando sono capo allenatore io. Dà sempre il suo contributo e posso fidarmi di lui nei momenti importanti.»

🔥Il commento di Hayes e Reaves: «Energia e ritmo hanno fatto la differenza»

Senza dubbio Austin Reaves e Jaxson Hayes sono stati cruciali nella vittoria ottenuta. Ecco le loro parole al termine della sfida, a cominciare dal centro intervistato da Mike Trudell sul parquet:

«Sapevamo che senza i nostri Big Two [James e Davis] avremmo dovuto alzare il livello di gioco. Abbiamo portato energia e ritmo stasera, e penso che grazie alla nostra aggressività e il nostro ritmo di gioco abbiamo causato molte palle perse e abbiamo potuto correre in transizione.»

«Ho cercato solo di farmi trovare pronto. Non ho giocato molto nell’ultimo mese, ma il coach mi ha sempre detto di tenermi pronto e che avrei avuto il mio momento. Ho solo cercato di dare il massimo e avere un impatto sulla gara senza incorrere in problemi di falli.»

I due giocatori si sono poi presentati insieme davanti ai microfoni in sala stampa. Reaves ha spiegato come la squadra ha reagito all’assenza di LeBron e Davis:

«Ogni volta che loro due sono assenti ci deve essere uno sforzo da parte della squadra. Siamo tutti giocatori di talento, e questa è stata un’occasione per mostrarlo. Il ragazzo seduto alla mia sinistra [si riferisce a Hayes] è stato incredibile stasera e fino a due partite fa non entrava nemmeno in campo. Prima della gara ci siamo detti di provare a dare tutto e accettare il risultato.»

I cronisti hanno poi posto domande a Hayes circa la sua ottima prestazione (16+10), senza neanche un fallo commesso:

«Per quanto mi riguarda sta tutto nel rimanere attivo con le mani senza fare fallo. I miei allenamenti individuali ultimamente si sono concentrati su questo: mantenere le mani attive e rimanere verticale mentre gli assistenti provavano a penetrare eseguondono finte di tiro. È stato uno dei motivi per cui sono stato escluso dalla rotazione, e stasera ho voluto dimostrare di poter fare un buon lavoro.»

È stato poi chiesto a Reaves di commentare l’impatto del centro sulla gara:

«È stato importante per come ha contenuto gli avversari senza fare fallo, il che è complicato contro una squadra del genere, in particolare Tatum che è molto bravo a guadagnarsi viaggi in lunetta. Un paio di volte Jaxson si è trovato contro di lui in isolamento e ha deviato la palla permettendoci di recuperarla e correre in transizione. Oltre a questo, ha catturato rimbalzi e fatto giocate d’energia che non vanno a tabellino.»

Hayes ha poi risposto alle domande sull’importanza dei consigli di James e Davis durante i timeout:

«Loro sono i due capitani della squadra, non hanno fatto nulla di diverso dal solito. Magari non si nota ma fanno le stesse cose anche quando giocano: ci chiamano da parte e ci spiegano l’errore affinché non lo commettiamo più. In un paio di occasioni stasera ci siamo riuniti e abbiamo parlato di come difendere in certe situazioni, con loro che ci hanno aiutato a capire meglio.»

🏀 D’Angelo Russell: «Siamo stati tutti pericolosi stasera, ed è stato bello da vedere»

D’Angelo Russell, autore di una doppia doppia da 16 punti e 14 assist, si è presentato ai microfoni della sala stampa. Ecco come ha commentato l’impatto e l’energia di Vanderbilt ed Hayes sulla gara:

«Sono stati importanti. Vando è partito forte all’inizio, e questo ha trascinato la squadra. LeBron e AD non hanno giocato quindi sapevamo che dovevamo alzare il livello. Penso sia stata una vittoria di squadra conquistata grazie all’impegno di tutti.»

DLo poi ha parlato della sua prestazione, con le brutte percentuali al tiro (5/20) compensate dal massimo in maglia Lakers in assist (14):

«I ragazzi segnavano, quindi ho solo cercato di dar loro la palla. AR era caldo quindi ho cercato di sfruttare la cosa. Penso che tutti siamo stati pericolosi stasera: da Max Christie a Jaxson Hayes, anche C-Wood ha avuto dieci tiri; tutti siamo stati aggressivi ed è stato bello da vedere.»

Russell ha poi spiegato come anche quando i tiri non entrano la chiave è rimanere aggressivi e cercare un modo per aiutare la squadra:

«Penso sia una questione di fiducia e che anche i coaching staff debbano riuscire a dare un po’ di fiducia ai giocatori. Per esempio Christian Wood ha fatto una grande gara anche se ha sbagliato i tiri. Per quanto mi riguarda sappiamo tutti che posso segnare, ma adoro anche passare la palla e ho trovato un modo per aiutare la squadra a vincere.»

«Quando ottieni quella fiducia dal tuo coach, questo fa sì che tutti, dal primo all’ultimo della squadra, entrino in campo per incidere e portare a casa la vittoria. A quel punto non importano le palle perse, gli errori al tiro e l’essere battuti in difesa se c’è fiducia nel gruppo.»

La point guard gialloviola ha quindi risposto alle domande sulla prestazione di Jaxson Hayes, autore di una doppia doppia dopo due anni:

«Bisogna dargli merito. È giovane ma ha già cambiato molte squadre, poi è stato estromesso dalle rotazioni e ha continuato ad avere una mentalità positiva. Magari ha accusato qualche giorno, ma è rimasto professionale e con la testa a posto.»

«Quando stasera ha scoperto che AD non giocava si è fatto trovare pronto perché lo era mentalmente. So che ha segnato e ha fatto doppia doppia, ma difensivamente è stato dominante.»

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte (2:30 🇮🇹) tra Sabato 3 e Domenica 4 Febbraio per affrontare i New York Knicks al Madison Square Garden.

In copertina: Anthony Davis e LeBron James durante la gara tra Celtics e Lakers al TD Garden di Boston. (Brian Fluharty, Getty Images)


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar, diventando il miglior realizzatore della storia della NBA. Leggi gli articoli dedicati al record del quattro volte MVP scritti dalla redazione di LakeShow Italia:


Categories:

Our Podcast
Most Recent