Reduci dalle scoppole subite contro Rockets ed Hawks, i Los Angeles Lakers 💜💛 (24-25) affrontano i Boston Celtics (37-11), detentori del miglior record della NBA e già vittoriosi nella sfida di Natale.

I gialloviola sono privi di LeBron James (caviglia) ed Anthony Davis (anca) oltre che dei lungodegenti Gabe Vincent e Cam Reddish. Ham vara l’inedito quintetto composto da Russell, Reaves, Prince, Vanderbilt ed Hayes. Mazzulla non dispone del solo Luke Kornet e replica con Holiday, White, Brown, Tatum e Porzingis.

Leggi anche:

🏀 Celtics vs Lakers: Recap

I ragazzi di Darvin Ham partono col piglio giusto: lottano rimbalzo (4 quelli offensivi) e sono aggressivi sulle linee di passaggio. Tuttavia, faticano a convertire e muovono il punteggio col solo Hayes (2/13 al tiro di squadra con 4 stoppate subite). I padroni di casa sono imprecisi e muovono il punteggio con White e Jaylen Brown, Reaves risponde da tre e assiste la bimane di Vanderbilt: 11-10 con 6:44 sul cronometro.

I Lakers allungano col duo Austin & Jaxson, i Celtics replicano con Tatum e Porzingis ma continuano a sprecare possessi e i losangelini allungano con altri cinque punti di Hillbilly Kobe e la tripla di Hachimura. Boston segna solo con Queta, così Russell e Christian Wood possono siglare il +11. Nell’ultimo minuto i verdi accorciano con due canestri di Sam Hauser e il buzzer di Holiday: 28-25 a fine primo quarto.

L.A. chiude in vantaggio compensando le pessime percentuali (30.3% al tiro) con i rimbalzi offensivi: ben 10, per 12 conclusioni dal campo in più. Decisivi anche gli 8 punti generati delle 9 perse degli avversari.

Boston completa la rimonta con Queta e Pritchard, ma i losangelini non si scompongono, attaccano a testa bassa e restano avanti coi canestri di tre di Wood e Russell (due), seguiti dai pullup di Max Christie e Prince. Un and one di Neemias Queta ferma la run californiana (10-0) e fissa il 41-35 a sette minuti dall’intervallo lungo.

Il TD Garden rumoreggia e i Celtics cercano di prendere il controllo della gara con le triple di Al Horford e Tatum (due), ma l’esecuzione resta poco efficace e i Lakers restano avanti con Reaves, che segna da tre e assiste Prince e Vanderbilt. Il timeout di Mazzulla non sortisce effetti e i gialloviola scappano via con le triple di Austin, Max e Vando.

Il tempo si chiude con un layup dello scatenato HBK (19 per lui), che riceve l’approvazione del pubblico di casa: 60-46 a metà gara. A complicare la partita dei californiani arriva l’infortunio di Jarred Vanderbilt, che dopo l’ennesimo recupero si procura una (probabile) distorsione al piede destro.

🔄 I Lakers sorprendono i Celtics

L.A. riparte con Hachimura al posto di Vando, mentre Boston prova a rientrare con la rim protection di Porzingis. I verdi patiscono la determinazione dei californiani, che toccano il +16 con Reaves e un gioco da tre punti di Jaxson Hayes, coach Joe Mazzulla non apprezza e toglie tre titolari. Cinque punti a testa di Tatum e Prince, seguiti da un canestro da tre di Hauser, fissano il 75-62 con 6:05 sul cronometro.

Con Vanderbilt ufficalmente out for the game i Celtics riducono le distanze con Payton Pritchard e Tatum, ma i Lakers reggono l’urto con Hachimura e l’ottima gestione dell’attacco di Russell. Horford segna la tripla del -7, Austin Reaves replica con la settima tripla della sua gara (career high). I canestri di Taco Jay e Christie chiudono il terzo quarto, con i losangelini avanti 88 a 78.

Boston alza il quintetto – Queta al fianco di Kristaps Porzingis – e accorcia con le giocate del lettone, DLo segna in transizione e assiste Rui Hachimura prima nel pitturato, poi sul perimetro. Il giapponese difende bene anche su Brown, mentre Reaves segna il floater con cui scollina quota 30. Dopo una tripla di White, Hayes segna i liberi (4/4) del 103-92 a 6:05 dalla sirena.

I Celtics servono Jrue Holiday in post contro Reaves, ma l’ex Bucks poi commette un paio di errori consentendo ai Lakers di rifiatare. Anche Porz si sposta nel pitturato e segna due volte, ma D’Angelo Russell risponde prima con una tripla pesantissima, poi servendo ancora Hachimura per il +12. Jayson Tatum non trova il canestro e commette il fallo su AR, sancendo la fine della gara a due minuti dalla fine.

Contro ogni previsione, il garbage time chiude la sfida meritatamente vinta dai gialloviola. Una tripla di Hauser fissa il punteggio finale: 114 a 105, Lakers Win!

📊 Stats & Box Score

Reaves chiude con 32 punti (10/18 dal campo, 7/10 dall’arco e 5/7 dalla lunetta), 2 rimbalzi, 3 assist e nessuna persa con +16 di Plus/Minus in quasi 35 minuti di gioco. Per Russell 16 punti (5/20 al tiro con 4/8 da tre), 8 rimbalzi, 14 assist e 2 recuperi in 39 minuti. Vanderbilt (10+7+2 con 3 recuperi e 2/3 dall’arco) gioca solo 16 minuti. Gli esami diagnostici eseguiti dopo la partita hanno escluso la presenza di fratture al piede destro.

Miglior gara stagionale per Hayes (16+10+2 con 6/8 dal campo, 3 recuperi e nessun fallo commesso), discreta prova anche per Prince (11+8+2 con 2 stocks). Dalla panca ottimo Hachimura (15+8+4 con 3/6 dall’arco), bene Christie (9+4+2), impreciso Wood (4+4+1 con 1/9 al tiro). Garbage time per Hood-Schifino (1/2 ai liberi), Windler, Mays e Lewis.

Il top scorer dei Celtics è Tatum (23+7+3 con 8/21 dal campo e 5/10 dall’arco). In doppia cifra anche Porzingis (17+7+3 con 5 stoppate e -22 di Plus/Minus) ed Hauser (17+3 con 5/9 da tre). Male Brown (8+8+7 con 4/12 al tiro) e White (9+4+6 con 1/5 dalla lunga distanza), per Holiday 8 punti, 7 rimbalzi e 7 assist.

Box Score at NBA.com

🗨️ Post Game Quotes

📺 Celtics vs Lakers: Highlights

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte (2:30 🇮🇹) tra Sabato 3 e Domenica 4 Febbraio per affrontare i New York Knicks al Madison Square Garden.

In copertina: Austin Reaves e Derrick White durante la gara tra Celtics e Lakers al TD Garden di Boston. (Brian Fluharty, Getty Images)


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar, diventando il miglior realizzatore della storia della NBA. Leggi gli articoli dedicati al record del quattro volte MVP scritti dalla redazione di LakeShow Italia:


NBA & Lakers on the couch, minors & post on the court. 1987, Showtime!

Categories:

Our Podcast
Most Recent