I Los Angeles Lakers sono con le spalle al muro: decima sconfitta consecutiva contro i Denver Nuggets e secondo sweep consecutivo che incombe. In Gara 2 i gialloviola hanno toccato il +20 prima di subire la rimonta dei campioni in carica, culminata dal buzzer-beater decisivo di Jamal Murray.

Il morale dei losangelini è pessimo, come si evince dalle parole di Darvin Ham, D’Angelo Russell ed Anthony Davis. Di seguito i punti salienti delle loro postgame interviews, mentre le dichiarazioni – polemiche – di LeBron James sono disponibili in quest’articolo.

Leggi anche:

💬 Darvin Ham: «Non possiamo usare i fischi come scusanti»

L’allenatore dei Lakers arriva in sala stampa scuro in volto e col tono sommesso, mentre in sottofondo si sente l’esultanza dei padroni di casa. La conferenza stampa di Darvin Ham inizia dalla fine della gara e dal secondo tracollo della sua squadra:

«Jamal Murray ha segnato un tiro molto difficile. Cadendo all’indietro verso la linea laterale, alla sua destra… Davis l’ha contestato egregiamente, col braccio proteso. Il ragazzo ha segnato un tiro davvero difficile.»

«Abbiamo giocato una buona partita, soprattutto in difesa, nei primi tre quarti. Ma loro sono un avversario di livello, non puoi lasciare nulla, sprecare nessun possesso. Dobbiamo migliorare ancora. Loro hanno mantenuto il servizio [come nel tennis, ndr] in casa, adesso dobbiamo fare lo stesso.»

I reporter poi chiedono al coach gialloviola un commento sulle decisioni arbitrali:

«Ci sono state alcune chiamate dubbie, altre cose non sono state fischiate. Ma non possiamo usarle come scusanti. Occorre essere pronti e fare delle giocate a prescindere dai fischi. Sta diventando davvero difficile perché nel corso della stagione le gare sono state arbitrate in un modo e ora nei playoff viene usato un metro differente.»

«È una sconfitta che brucia. Dobbiamo ricordare questa sensazione quando torneremo a Los Angeles. Dobbiamo restituirgliela in Gara 3. Non dobbiamo pensare ad altro, il nostro focus deve essere quello di pensare a noi stessi e alla prossima gara.»

Darvin Ham poi ha parlato dei suoi aggiustamenti – Davis su Jokic – e le contromosse di Malone, con Gordon spostato su The Brow:

«Gordon e KCP sono i loro migliori difensori, non siamo riusciti a servirlo come avremmo voluto. Abbiamo cercato alcuni mismatch e di coinvolgere alcuni giocatori, ma a volte non ci siamo riusciti e in altre ce l’hanno impedito. Abbiamo sbagliato dei tiri wide open oppure dei layup.»

«Il nostro problema è che non siamo riusciti a finalizzare, non controlliamo le giocate intangibili: le palle perse, il controllo dei rimbalzi, la transizione… Ma adesso dobbiamo pensare alla prossima partita, tenendo a mente l’effort visto nel primo tempo e nella maggior parte del terzo quarto.»

«Quali aggiustamenti? Vedremo. Ma non ci sono rimedi ai problemi di falli, quelli limitano i tuoi atleti e li rendono meno aggressivi. Ma questa gara è passata, ora dobbiamo prepararci per Gara 3.»

🏀 D’Angelo Russell: «Abbiamo visto tutti.»

Reduce da una Gara 1 negativa (13 punti con 6/20 dal campo), D’Angelo Russell si è riscattato mettendo a referto 23 punti con 7/11 dalla lunga distanza. Le sette triple realizzate sono il suo career-high oltre che il nuovo record di franchigia nella postseason. Nonostante la beffarda sconfitta, DLo guarda al proseguo della serie con fiducia:

«Mi è piaciuto il punto in cui eravamo. Abbiamo fatto tante buone cose che ci hanno dato la possibilità di lottare per la vittoria per tutta la partita.»

Russell ribadisce il suo giudizio sulla prova e coglie l’occasione per dire la sua sulle decisioni arbitrali:

«Abbiamo fatto delle buone cose, poi ci sono delle cose che non possiamo controllare. Mi è piaciuto come abbiamo lottato e la chance che ci siamo costruiti.»

«Ci sono state un paio di chiamate controverse che hanno indirizzato l’andamento della gara. Quindi… È quello che è. Abbiamo visto tutti.»

E nel caso in cui non fosse chiaro il concetto espresso, poco dopo D’Angelo lo ha ribadito sui social media:

〰️ Anthony Davis: «Jamal Murray ha segnato un tiro»

L’ultimo a parlare con i media è Anthony Davis, probabilmente il meno desideroso di farlo tra i californiani. The Brow ha risposto alle domande a spizzichi e bocconi, come a quella sulla scelta di attaccare Nikola Jokic:

«Abbiamo provato ad inserire Jokic e Porter Jr. nei pick-and-roll, per un po’ ha funzionato…»

Dello stesso tenore la risposta alla domanda su come avrebbero gestito il emotivamente una sconfitta del genere:

«Vincendo Gara 3. È semplice, basta vincere Gara 3.»

I reporter poi chiedono a Davis quali strategie intende adottare per provare ad allungare la serie:

«Dobbiamo concentrarci su Gare 3. Abbiamo dimostrato di poter competere. Abbiamo avuto momenti in cui non sapevamo cosa fare, su entrambi i lati del campo… e questo è uno dei problemi che paghiamo. Quindi abbiamo due giorni per correggere ed essere pronti a vincere la partita di giovedì.»

Nel secondo tempo AD ha segnato solo 8 punti dopo i 24 realizzati nel primo. Nell’ultimo quarto ha tentato un solo tiro.

«Abbiamo costruiti buoni tiri. Li abbiamo sbagliati. Abbiamo provato a fare le stesse cose che fino a quel momento avevano funzionato, mettendo Jokic tra i blocchi. Ha funzionato, ma non abbiamo segnato. Nel secondo tempo abbiamo realizzato appena 40 punti…»

The Brow commenta anche la prestazione di Russell e l’esecuzione dei Nuggets (7/7 dal campo negli ultimi quattro minuti della partita):

«DLo si è riscattato. È sceso in campo ed ha tirato molto bene. Ne avremo bisogno anche in Gara 3.»

«Loro hanno segnato tiri difficili, nonostante la nostra buona difesa.»

Infine, Anthony Davis liquida bruscamente la domanda sul buzzer-beater di Jamal Murray, poi lascia il microfono sul tavolo ed esce dalla sala stampa palesemente contrariato:

«Jamal Murray ha segnato un tiro.»

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte (4:00 🇮🇹) tra Giovedì 25 e Venerdì 26 Aprile per affrontare i Denver Nuggets alla crypto.com Arena nella Gara 3 del primo turno degli NBA Playoff.

In copertina: Anthony Davis parla con in media al termine di Gara 2 del primo turno della Western Conference tra Nuggets e Lakers allo Ball Arena di Denver del 22 Aprile 2024. (Lakers.com)


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar, diventando il miglior realizzatore della storia della NBA. Leggi gli articoli dedicati al record del quattro volte MVP scritti dalla redazione di LakeShow Italia:


C’è solo un Capitano, anzi due.

Categories:

Our Podcast
Most Recent