Con la sconfitta subita in Gara 3, i Los Angeles Lakers sono ad una sconfitta dal subito il secondo sweep consecutivo dai Denver Nuggets.

Al termine della partita hanno parlato con i media Darvin Ham, Austin Reaves e Gabe Vincent. Di seguito trovate i punti salienti delle loro postgame interviews, mentre qui potete trovare le parole di LeBron e Davis.

Leggi anche:

💬 Darvin Ham: «Dobbiamo ritrovare la next play mentality»

Uno sconsolato Darvin Ham ha iniziato la sua conferenza stampa parlando della terza sconfitta consecutiva incassata e degli aspetti positivi su cui lui ed i suoi ragazzi dovranno lavorare in vista della decisiva Gara 4.

«Nella seconda frazione di gioco ho visto un po di stanchezza nei miei ragazzi, che non ci ha permesso di mettere dentro alcuni tiri. Inoltre, siamo stati un po’ molli, mentre i nostri avversari sono riusciti a realizzare vari canestri. Tutto ciò si è riproposto nel terzo quarto.»

«In varie situazioni i miei ragazzi non erano concentrati al massimo, hanno sbagliato conclusioni che solitamente segnano. Ma è così che va il gioco: si va in svantaggio, aumenta la pressione e si sbagliano più tiri, non si riesce a creare una scoring run ed a far girare la palla. Quando le cose vanno così, la situazione per noi si fa davvero dura.»

«I ragazzi devono trovarsi nella posizione di poter fare delle giocate, crearsi spazio per entrare in ritmo. Ad un certo punto avevamo segnato solo una tripla. Abbiamo difeso discretamente sul perimetro. I rimbalzi offensivi sono stati un fattore fondamentale per loro, avendo molte seconde chance offensive.»

L’allenatore gialloviola poi messo in evidenza il fatto che i californiani sembrano aver smarrito la loro identità, venendo travolti dalla frustrazione per le numerose sconfitte subite.

«Bisogna essere aggressivi e grintosi ad ogni possesso: avere dentro di sé quella fierezza e quell’orgoglio che portano ad avere la next play mentality, a pensare subito al dettaglio successivo anche quando si sbagliano i tiri. Una cosa positiva di questa squadra negli ultimi mesi è stata proprio questa mentalità. Dobbiamo trovare una soluzione.»

«La frustrazione deriva dal fatto che non siamo riusciti a mettere in atto una serie di vittorie degna di questa squadra e questa franchigia. Sappiamo di dover lavorare di più, di dover rimanere concentrati e positivi, ma è dura quando si deve fronteggiare tanta frustrazione.»

«In alcuni frangenti è evidente: capita di sbagliare qualche tiro o perder palla, e la frustrazione viene portata avanti per i due o tre possessi successivi, portandoci ad ulteriori errori. Ciò ci porta a ridimensionarci, a credere meno nei nostri mezzi. Ma dobbiamo riuscire a reagire, anche se ci troviamo di fronte i Campioni in carica. Lo sono per un motivo, e dovremo lottare su ogni possesso per poter avere ancora una chance.»

Infine, il coach dei Lakes ha parlato delle singole prestazioni di D’Angelo Russell e Rui Hachimura, analizzando quali siano gli aspetti di gioco sui quali non sono riusciti ad incidere nelle ultime tre sfide.

«Purtroppo DLo non è riuscito a capitalizzare le varie occasioni che ha avuto nel corso della partita. Dopo l’opaca prestazione in Gara 1 ha risposto sul campo in Gara 2: adesso ci aspettiamo una sua reazione, con un’ottima prestazione in Gara 4.»

«Per Rui vale lo stesso discorso: deve scendere in campo con spensieratezza ed affrontare di petto le situazioni di gioco che gli si trovano davanti. È importante che riesca a concentrarsi sui fondamentali e si mantenga aggressivo in entrambe le fasi di gioco.»

«Abbiamo bisogno di lui: della sua presenza sotto canestro, sia coi rimbalzi che attaccando il ferro, trovare giocate in transizione ed in generale eseguire le giocate velocemente quando è necessario. Ci serve tutta la sua grinta nell’affrontare i raddoppi, dare una mano sulla linea di fondo. Voglio che torni ad incidere sulle partite come sa fare.»

🏀Austin Reaves: «Siamo frustrati. Denver ci sta battendo»

L’intervento di Austin Reaves è iniziato con un commento sulla frustrazione generale che aleggia nel roster gialloviola.

«Per noi è molto frustrante non esser riusciti a vincere neppure una partita nella serie. Già da poco prima della trade deadline ci siamo resi conto di aver trovato la nostra dimensione in fase offensiva, riuscendo ad ottenere ottime prestazioni.»

«Durante l’anno siamo riusciti a migliorare il nostro livello di gioco fino a battere i nostri avversari grazie al talento offensivo ed ai punti segnati.»

«Aver concesso soltanto 112 punti ai Nuggets stasera non è una prestazione da buttar via. Ma purtroppo abbiamo dimostrato vari problemi nel finalizzare il nostro gioco, e ciò aumenta la nostra frustrazione. Perdere fa sempre schifo, e ognuno di noi dovrebbe concentrarsi sul fatto che al momento stiamo perdendo.»

Proseguendo con le risposte alle domande dei reporter, HBK ha parlato degli aspetti negativi del gioco dei suoi Lakers nella sfida odierna, in vista della prossima, decisiva, sfida alla crypto.com Arena.

«Nonostante le prime due sconfitte subite a Denver e quindi essere sotto nella serie per 2-0, stasera eravamo molto fiduciosi nella vittoria e nei nostri mezzi. Chiaramente non volevamo perdere le prime due partite, e penso che in fase difensiva abbiamo fatto abbastanza bene in entrambe le sfide.»

«Come ho detto, e com’è avvenuto anche oggi, è in fase offensiva che abbiamo riportato maggiori difficoltà. Pensavamo che riuscendo a compattarci in entrambi i lati del campo saremmo riusciti a mettere a segno la prima vittoria oggi, ma non è stato così.»

«Eravamo comunque concentrati su ciò che stavamo facendo, soltanto che non siamo riusciti ad eseguire bene alcuni tiri ed alcune giocate. Dovremo cercare di essere più concentrati e più efficaci in futuro.»

Infine, Austin Reaves – evidentemente affranto per l’esito della serie e con l’abituale franchezza – ha sottolineato l’importanza di rimanere concentrati sui propri obiettivi, senza farsi influenzare dal valore degli avversari o da ulteriori fattori esterni.

«Penso semplicemente che Denver ci sta battendo. Potete parlare di miglioramenti, di questo o quell’altro aspetto, ma alla fine noi cerchiamo sempre di dare il meglio ed esprimerci al meglio in campo. Si può parlare di qualsiasi aspetto extra-campo, ma ciò che conta è solo la vittoria.»

«Non credo che qualcuno del nostro roster abbia mai giocato sotto pressione per via di un particolare avversario. Non abbiamo mai avuto questa mentalità, di sentirci inferiori o superiori all’avversario di turno. Se fossi venuto a conoscenza in anticipo dei nostri problemi di ritorno dagli spogliatoi, sarei stato felice di riuscire ad aiutare a risolverli.»

«Avremmo dovuto curare meglio molti aspetti nel corso di queste prime tre sfide. E come ho detto, alla fine conta solo scendere in campo concentrati e pensare solo alla vittoria.»

🏀Gabe Vincent: «Abbiamo ancora una chance per farcela»

Al termine dell’intervista di Reaves, cronisti e giornalisti presenti in sala stampa hanno rivolto le loro attenzioni verso Gabe Vincent. Le prime domande hanno riguardato il terzo quarto della sfida odierna e gli aspetti negativi che hanno portato alla terza sconfitta consecutiva:

«Penso che i Nuggets siano riusciti a curare maggiormente i dettagli rispetto a noi, specie nel terzo quarto. Sono stati più compatti e grintosi di noi: conosciamo bene Denver, riesce a sfruttare a loro vantaggio anche solo la minima opportunità che si concede loro. Lo abbiamo già visto nel corso di tutta la stagione.»

«Va dato loro merito per tutto ciò. Hanno un grandissimo allenatore ed un grandissimo staff, che organizza e prepara ogni partita nel modo più giusto in collaborazione con i giocatori. Sarà sempre difficile riuscire a giocare bene per tutti e 48 minuti contro una squadra del genere.»

«Non sono tipo da cercare scuse. Come ha detto anche Austin, dovevamo cercare e volere di più la vittoria. Essere più grintosi e meno molli nelle situazioni di palla contesa o sulle air ball, riuscendo a giocare meglio di squadra. I Nuggets sono rimasti compatti, sfruttando i nostri errori soprattutto con le extra-chance offensive: ne hanno avute 14, abbiamo concesso loro davvero troppo.»

La guardia ex Heat ha proseguito la propria intervista parlando degli aspetti da migliorare in vista di Gara 4, rimanendo fiducioso per il prossimo impegno alla crypto.com Arena.

«Per quanto riguarda la fase offensiva e l’esecuzione di tiro, penso che dobbiamo rivedere le nostre priorità. A volte ci allontaniamo da ciò che in precedenza ha funzionato per noi e sembra quasi che giochiamo in modo casuale. I Nuggets hanno tratto vantaggio da quest’aspetto.»

«Spesso sono riusciti a ripartire velocemente e colpirci in transizione, sia prendendo il rimbalzo che recuperando palla. Non possiamo permetterci tre possessi consecutivi a vuoto e nel mentre concedere loro una scoring run. Hanno imposto il loro ritmo sulla partita, mettendoci pressione grazie al loro ritmo offensivo.»

«Ma si affronta una partita per volta. L’anno scorso mi sono trovato in vantaggio sul 3-0 e poi la serie si è risolta in Gara 7 [Eastern Conference Finals contro i Celtics, ndr]. Ai Playoff possono accadere le cose più assurde ed inattese, e per fortuna abbiamo ancora una chance di prolungare la nostra stagione.»

Infine, Vincent ha parlato delle proprie condizioni fisiche e di come stia affrontando il ritorno in campo dopo un lungo periodo di stop, affrontando l’elevata intensità di gioco imposta dai Playoff.

«Per me è dura affrontare questa situazione: sono in una nuova squadra, in un contesto completamente differente, e sono stato fuori tanto tempo per l’infortunio e l’intervento. Ho saltato gran parte della Regular Season ed al momento sono alla 14° o 15° partita in stagione. Sto ancora cercando di trovare il modo di avere un impatto positivo sulle partite.»

«A prescindere dal ruolo che andrò a ricoprire o dalle rotazioni, ogni partita rappresenta una storia a sé. Io cerco solo di offrire il mio contributo per portare questa squadra a vincere, e provare a rimettere in piedi la situazione.»

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte (2:30 🇮🇹) tra Sabato 27 e Domenica 28 Aprile per affrontare i Denver Nuggets alla crypto.com Arena nella Gara 4 del primo turno degli NBA Playoff.

In copertina: Austin Reaves parla con in media al termine di Gara 3 del primo turno della Western Conference tra Lakers e Nuggets alla crypto.com Arena di Los Angeles del 25 Aprile 2024. (Lakers.com)


Ascolta Lakers Speakers’ Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola su:

Apple Podcasts | Spotify | Spreaker


LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar, diventando il miglior realizzatore della storia della NBA. Leggi gli articoli dedicati al record del quattro volte MVP scritti dalla redazione di LakeShow Italia:


Categories:

Our Podcast
Most Recent