In Gara 3 i Los Angeles Lakers sono stati sconfitti dai Denver Nuggets per 105 a 112 e la possibilità di un altro sweep subito dalla franchigia del Colorado è sempre più concreta. Davis, James e Reaves hanno provato a sostenere i gialloviola, ma il resto della squadra ha messo insieme complessivamente soltanto 24 punti, incidendo sull’esito della sfida.

Al termine della gara LeBron James ed Anthony Davis hanno parlato insieme con i reporter. Di seguito, i punti salienti delle loro postgame interviews. Le dichiarazioni di Darvin Ham, Austin Reaves e Gabe Vincent sono disponibili in quest’articolo.

Leggi anche:

👑LeBron James: «I Nuggets sono una squadra forte, ma non mi lascio condizionare dagli avversari»

Autore di una prestazione da 26 punti, 6 rimbalzi, 9 assist e 3 stocks, LeBron James ha iniziato la sua intervista parlando degli aspetti negativi messi in mostra dai gialloviola, sottolineando i meriti degli avversari.

«Abbiamo impiegato molte delle nostre energie nella prima parte di gara, cercando di creare scoring run e difendere con intensità, per metterci al comando della sfida. Il calo di energie ha comportato anche quello della concentrazione, non permettendoci di curare al massimo i dettagli.»

«Va comunque riconosciuto il merito dei Nuggets: sono riusciti a metter dentro canestri difficili in rapida sequenza, ed oltre a ciò sono riusciti a gestire il terzo quarto alla perfezione. Gran parte della sconfitta di oggi ha origine in quel frangente.»

«Stasera abbiamo messo 5 su 27 tiri da oltre l’arco. Abbiamo avuto chiare occasioni che non siamo riusciti a sfruttare. Alcune volte il nostro uomo è stato ben marcato dal difensore, ma molte volte era libero da marcature e non è stato capace di metterla dentro.»

Proseguendo l’intervista, The Choosen One ha ribadito la netta differenza di ritmo e motivazione tra le partite di Regular Season e Playoff, ed anche il valore degli avversari che lui ed i suoi Lakers si stanno trovando davanti nel corso di questa serie.

«Regular Season e Playoff sono totalmente differenti. Ciò che accade in Regular Season termina quando finisce la stagione. Serve anche a capire in cosa si sta facendo bene e cosa bisogna migliorare: nelle ultime due o tre partite abbiamo apportato vari miglioramenti e dovremo continuare a farlo.»

«Paragonare adesso i Nuggets ad altri grandi team che ho affrontato è molto difficile. Chiaramente in oltre 20 anni ho avuto di fronte squadre ben allenate, ben costruite e molto dure da affrontare. Potrei fare una lista interminabile di squadre che praticamente non avevano punti deboli su entrambi i versanti del campo.»

«I Nuggets hanno certamente uno dei migliori quintetti visti negli ultimi anni, che comprende sia giocatori di talento, capaci di segnare e servire i compagni, sia giocatori che mantengono alta l’intensità, specie difendendo il proprio canestro ed attaccando quello avversario. Ho giocato contro tante squadre forti e Denver è certamente una di queste.»

Infine, King James ha mantenuto alte speranze e concentrazione in vista di Gara 4, affermando che, nel corso della sua lunga carriera in NBA, non si sia mai lasciato influenzare dal blasone o dal talento degli avversari affrontati, e lo stesso avverrà in occasione della sfida di sabato.

«Giunti a questo punto, vinciamo o andiamo a casa. Ai Playoff si va sempre di partita in partita, ed ora dobbiamo mettercela tutta per forzare la serie ad andare a Gara 5. Come si dice: “Finché c’è vita, c’è speranza” e noi dobbiamo riuscire a mantenere vive le nostre speranze.»

«Dovremo cercare di sfruttare ogni minimo errore dei nostri avversari per poterci concedere un’ulteriore chance di rimanere ai Playoff. So che finché saremo in gioco, non mollerò e sono certo che anche la persona che ho accanto [Davis] la pensa come me.»

«Siamo in postseason e noi siamo professionisti. Si suppone ci sia tanta pressione su di noi, quindi non so a cosa ci si riferisca quando si parla di “pressione-extra” dovuta ai singoli avversari. Non l’ho mai pensata così, per me è difficile concepire questa filosofia perché non è mai stata mia. Siamo stati al top, ho vinto con Anthony e l’ho fatto quattro volte in tutto: ci sono riuscito solo perché ho pensato di voler essere quanto più vicino possibile alla perfezione.»

https://platform.twitter.com/widgets.js

〰️Anthony Davis: «I rimbalzi offensivi saranno fondamentali, siamo già concentrati su Gara 4»

Autore di una doppia doppia da 33 punti e 15 rimbalzi, Anthony Davis ha aperto la sua finestra mediatica parlando innanzitutto dell’importanza dei rimbalzi, tema principale di tutta la sua intervista.

«Un aspetto che ha influenzato molto questa serie sono le seconde opportunità ottenute grazie ai rimbalzi offensivi. Sono riusciti ad averne nove nella scorsa sfida, mentre oggi ne avevano messi a referto altrettante nel solo primo tempo.»

«Una squadra del genere è difficile da affrontare per via del talento offensivo a disposizione. Continuano a fare canestri a ripetizione e noi abbiamo fornito loro le opportunità per farne ancora di più. Penso che queste siano le cause fondamentali alla base di questo 0-3.»

«Non penso che le sconfitte subite in passato ci abbiano influenzato. Andiamo avanti di partita in partita: adesso siamo concentrati su Gara 4 di sabato, e poi da lì andremo avanti in base a ciò che accadrà. Non possiamo pensare al passato ed alle sconfitte consecutive subite dai Nuggets. La nostra attenzione, da oggi, è rivolta agli errori commessi oggi e cercare di migliorare per poter provare a vincere sabato.»

The Brow ha proseguito e terminato la propria finestra mediatica affermando che difficilmente le sconfitte subite in passato per mano dei Nuggets possono avere effetti nel presente, poiché sia lui che i suoi compagni sono già proiettati verso Gara 4.

«Come ho detto, il passato è passato. Dobbiamo concentrarci sul presente, che per noi vuol dire impegnarci di più nel prendere i rimbalzi, per poter scattare subito in transizione. Concentrarci sull’esecuzione del tiro, potendo così mettere a referto scoring run e mantenere il nostro ritmo. Siamo concentrati su Gara 4.»

«A volte capita che anche tra le Guardie ci siano avversari strutturati fisicamente, ed il pitturato si fa più affollato. Ma spesso capita di essere lì e trovarsi a prendere i rimbalzi quasi meccanicamente. Si cerca sempre di anticipare gli altri nel prendere il pallone dopo che sbatte sul ferro, e soltanto uno riuscirà a prenderlo.»

«Questa è la natura del rimbalzo ed il motivo per cui esiste nel gioco del basket. Spesso si prendono quelli provenienti da tiri da lontano, ma altre volte capita di prendere il rimbalzo dal proprio tiro, creandosi una seconda chance offensiva da soli. Mi capita spesso, ed è l’aspetto fondamentale dei rimbalzi.»

https://platform.twitter.com/widgets.js

📅Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte (2:30 🇮🇹) tra Sabato 27 e Domenica 28 Aprile per affrontare i Denver Nuggets in Gara 4 della serie di Playoff alla crypto.com Arena.

In copertina: Anthony Davis e LeBron James parlano con in media al termine di Gara 3 del primo turno della Western Conference tra Lakers e Nuggets alla crypto.com Arena di Los Angeles del 25 Aprile 2024. (Lakers.com)


Ascolta Lakers Speakers’ Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola su:

Apple Podcasts | Spotify | Spreaker


LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar, diventando il miglior realizzatore della storia della NBA. Leggi gli articoli dedicati al record del quattro volte MVP scritti dalla redazione di LakeShow Italia:


Categories:

Our Podcast
Most Recent