Negli stessi istanti in cui i Los Angeles Lakers hanno ufficializzato il licenziamento di Darvin Ham, insider NBA e beat writer gialloviola hanno reso noto la – corposa – lista dei possibili sostituti. Ma stando alle indiscrezioni non c’è stato ancora nessun colloquio diretto, mentre qualche nome è stato già depennato dall’elenco. Meglio procedere con ordine.

🎁 La wish list

Secondo Shams Charania e Jovan Buha di The Athletic, il front office losangelino avrebbe preso in considerazione Mike Budenholzer (ex coach dei Bucks), Kenny Atkinson (assistente agli Warriors) e JJ Redick (analista per ESPN e co-host con LeBron James di Mind The Game).

I due hanno citato anche Tyronn Lue (coach dei Clippers) e Charles Lee (assistente ai Celtics), mentre Dave McMenamin di ESPN ha menzionato Jason Kidd (coach dei Mavericks e campione NBA al fianco di Frank Vogel). Tuttavia, nei giorni successivi i tre sono “usciti” dalla corsa. Lue ha dichiarato di voler restare ai Clippers, Kidd ha firmato un’estensione pluriennale coi Mavs, Lee è diventato il nuovo head coach degli Hornets.

Per Adrian Wojnarowski di ESPN, anche Budenholzer poteva essere rimosso dalla lista, poiché i Lakers non sarebbero stati disposti a soddisfare le richieste economiche del due volte Coach of the Year. Secondo Woj, candidati più credibili sono il pluricitato Atkinson e James Borrego (assistente ai Pelicans). Ad ogni modo, secondo Shams Charania l’allenatore campione NBA nel 2020/21 sarebbe stato assunto dai Suns per sostituire Frank Vogel.

Infine, Dan Woike del The Los Angeles Times in prima battuta ha fatto i nomi di Micah Nori (vice di Finch ai Timberwolves), Terry Stotts (fino ad ottobre a Milwaukee) e David Adelman (assistente ai Nuggets), poi ha menzionato anche Sean Sweeney (assistente ai Mavericks). Per Woike, il figlio di Rick Adelman – tre volte coach all’All-Star Game – è tra i più apprezzati dal front office dei Lakers.

Riassumendo, i potenziali candidati alla panchina dei Lakers – in rigoroso ordine alfabetico – sono David Adelman, Kenny Atkinson, James Borrego, Micah Nori, JJ Redick, Terry Stotts e Sean Sweeney.

🤔 Le mosse dei Lakers

Per Dave McMenamin, i Lakers – oltre a quella di LeBron James – sarà tenuta in considerazione anche l’opinione di Anthony Davis, poiché secondo il giornalista di ESPN «…ha finalmente preso il testimone da LeBron nella guida della franchigia.»

Marc Stein ha scritto che la ricerca è stata rallentata dal fatto che due delle opzioni preferite non sono disponibili: Kidd e Lue. Secondo l’insider, in questa settimana i Lakers definiranno le caratteristiche prioritarie che dovrà avere il successore di Ham e che verranno chieste le autorizzazioni per parlare con Adelman ed Atkinson.

Secondo Dan Woike la franchigia è nelle fasi iniziali del processo e intende prendersi il tempo necessario per valutare le numerose opzioni. Per la penna del Times, questa volta i gialloviola punteranno un coach con una comprovata esperienza come Budenholzer o Atkinson.

La scelta, dunque, non appare imminente.

Tuttavia, i tanti candidati citati e le poche indiscrezioni riportate potrebbero rafforzare le speculazioni di Jim Alexander de The Orange County Register. Secondo lo storico opinionista californiano, il licenziamento di Ham sia arrivato per “coprire” l’operato di Rob Pelinka. Il rischio, per Alexander, è che il GM abbia rimosso il coach senza avere un’idea chiara su come sostituirlo.

Del resto, siamo sempre ad Hollywood.

In copertina: David Adelman, Micah Nori, JJ Redick e Kenny Atkinson. (AAron Ontiveroz, Christian Petersen, Adam Pantozzi e Noah Graham via Getty Images)


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar, diventando il miglior realizzatore della storia della NBA. Leggi gli articoli dedicati al record del quattro volte MVP scritti dalla redazione di LakeShow Italia:


NBA & Lakers on the couch, minors & post on the court. 1987, Showtime!

Categories:

Our Podcast
Most Recent