🖤🐍 Black Mamba Forever

«Ho sempre detto che volevo essere ricordato come un giocatore che non ha sprecato del tempo, non ha perso un giorno. Mi sentivo fortunato nell’avere quel talento naturale. Allo stesso tempo, non l’ho mai dato per scontato. Vorrei essere ricordato come una persona con talento ma che ha dato il meglio e ha vissuto ogni giorno come se fosse il dodicesimo. Credo sia un messaggio davvero potente da avere sperando che i giocatori che sono qui ora e quelli che verranno dopo sceglieranno di incarnare. »

Kobe Bryant

Kobe Bean Bryant e sua figlia Gianna Maria-Onore ci hanno lasciato il 26 Gennaio 2020, in un tremendo incidente avvenuto sulle colline di Calabasas, a nord di Los Angeles. La leggenda della NBA e dei Los Angeles Lakers (41 anni) si stava recando alla sua Mamba Sports Academy con la tredicenne Gigi, che aveva ereditato dal padre l’amore per la pallacanestro.

Sull’elicottero con loro viaggiavano Alyssa Altobelli (13) con i genitori Keri (46) e John (56), allenatore della squadra di baseball dell’Orange Coast College e vecchio amico di Kobe, l’altra  mambacitas Payton Chester (13) era con la mamma Sarah (45), Christina Mauser (38) ex giocatrice e allenatrice di basket delle ragazze della Harbor Day School nonché collaboratrice di Bryant e l’esperto pilota Ara Zobayan (50).

Una tragedia che ha segnato e commosso il mondo dello sport e non solo. LakeShow Italia  ha ricordato a caldo il Mamba nell’episodio 015 “Dear Kobe…” del podcast Lakers Speaker’s Corner, mentre un ulteriore saluto più intimo e personale è arrivato in forma epistolare. Inoltre, la crew ha deciso di celebrare Bryant chiedendo ai tifosi italiani delle squadre NBA di raccontare il loro Kobe attraverso ricordi, storie ed emozioni legate alle loro franchigie e al basket americano in generale. Ha così preso vita l’episodio speciale 24×8 “ Il mio miglior nemico“.

Mamba Moments

Raccontare le gesta sul parquet di Kobe Bryant non è semplice. Impossibile scegliere le giocate più belle, più importanti o più decisive. Con indosso la canotta gialloviola numero 8 prima e 24 poi, The Black Mamba ha collezionato una serie di giocate, record e prestazioni che rimarranno per sempre nelle memorie degli appassionati. LakeShow Italia ha deciso di ripercorrere la carriera della leggenda dei Los Angeles Lakers attraverso ventiquattro Mamba Moments, per un countdown tra i momenti più significativi di una carriera come pochissime nella storia del basket.

Con il successo dei Los Angeles Lakers contro i Boston Celtics, si completa la redenzione di Bryant. Il racconto della stagione più emozionante di Kobe.
15 anni fa Kobe Bryant segnava 81 punti contro i Toronto Raptors riscrivendo la storia della NBA. Il racconto di una serata epocale.

«L’obiettivo costante è cercare di migliorarsi ogni giorno.»

Kobe Bryant ha costruito la Mamba Mentality su passione, concentrazione, onestà, coraggio e ottimismo.

«Le persone non capiscono quanto io sia ossessionato dalla voglia di vincere.»

Passione

«Mi concentro su una sola cosa: provare a vincere il maggior numero di campionati possibili.»

Concentrazione

«È l’unica cosa su cui hai controllo. Il modo in cui verrai ricordato (o dimenticato) dipende da te. Non prenderla alla leggera.»

Onestà

«Abbiamo tutti dei dubbi su noi stessi. Non devi negarli, né arrenderti, ma accettarli.»

Coraggio

«Tutte le esperienze negative, come la pressione o le sfide, sono per me un’opportunità per dare di più.»

Ottimismo

Kobe Bryant’s Legacy

La forza della moglie Vanessa, l’emozionante tributo preparato dai Los Angeles Lakers, le parole di LeBron James. Dalle imprese sui parquet di tutta la NBA alla consacrazione nella Hall of Fame, passando per la toccante ultima intervista rilasciata pochi giorni prima della sua scomparsa.

Il racconto, la ricostruzione e l’analisi delle imprese del Black Mamba. Puntate speciali del podcast dedicate a ripercorrere la storia di Bryant. Tra passato, presente e futuro LakeShow Italia intende mantenere viva più che mai l’eredità di Kobe.

Kobe Bryant entra nella Hall of Fame con Tim Duncan e Kevin Garnett. Ad introdurlo Michael Jordan e le parole toccanti della moglie Vanessa.
Kobe Bryant sarà presentato da Michael Jordan nella cerimonia d'induzione della Classe 2020 della Hall of Fame del prossimo 15 Maggio.

Kobe Bryant was more than just an athlete.

«Ammiravo la sua passione, ho capito che voleva diventare forte come me: da allora ho cercato di essere per lui il miglior fratello maggiore possibile.»

Michael Jordan

«Kobe era un prescelto. Il nostro rapporto come allenatore e giocatore era qualcosa che trascendeva la normalità. È andata oltre.»

Phil Jackson

«Un esempio per i compagni e per i tifosi di tutto il mondo. Mi sono goduto ogni minuto della tua carriera. Grazie per tutti i fantastici ricordi. Non ci sarà mai un altro Kobe Bryant.»

Magic Johnson

«Io e Kobe abbiamo avuto un rapporto complesso. Ma oggi posso dirlo: siamo stati come John Lennon e Paul McCartney. E tra noi c’è sempre stato un grande rispetto reciproco. »

Shaquille O’Neal

«Nelle parole di Kobe Bryant, “Mamba Out”. Ma nelle nostre parole, “non dimenticato”. Vivi Fratello.»

LeBron James

«Era una specie di supereroe, ma umano. E di questo genere ce ne sono davvero pochi.»

Gregg Popovich

The Black Mamba legendary career by the numbers

0
NBA Champion
0
NBA Finals MVP
0
Most Valuable Player
0
All-Star Game MVP
0
NBA All-Star
0
Olympic Gold Medals
0
All-NBA Team
0
All-Defensive Team
0
Scoring Champion
0
Points
0
Rebounds
0
Assists