In copertina: Dennis Schröder and Darvin Ham, Los Angeles Lakers vs Sacramento Kings at Golden 1 Center (Lachlan Cunningham, Getty Images)

Arriva un’altra amara sconfitta per i Los Angeles Lakers nel “derby” californiano contro i Sacramento Kings, che battono i gialloviola con il punteggio finale di 134-120. Ecco le parole dei protagonisti, amareggiati da quella che sembra sempre di più una situazione tutt’altro che confortevole.

Leggi anche:

💬 Il Prescelto: «Niente scuse. Sacramento un parquet speciale»

Non solo Anthony Davis, ma anche Russell Westbrook e Austin Reaves non hanno giocato nella capitale californiana. Le parole di LeBron James sui tanti assenti tra le fila dei Lakers:

«Ci mancavano diversi membri fondamentali per la rotazione, altri hanno preso il loro posto ma non ce l’abbiamo fatta. Ogni partita è una storia a sé, siamo già una squadra senza un’eccessiva stazza e stiamo giocando senza uno dei giocatori più fisici che abbiamo a roster. La situazione si spiega da sola, non parliamo di fisica spaziale.»

A prescindere dalle defezioni, resta la delusione:

«Si possono perdere i singoli individui per le partite, ma lo spirito competitivo deve restare sempre con noi, quello non è da perdere.»

Per il quattro volte MVP Sacramento è un parquet particolare: qui, infatti, ha esordito in NBA con i Cleveland Cavaliers, e anche dopo 20 anni il ricordo resta.

«Giocare qui ha sempre un significato speciale, l’arena è cambiata ma la città e le emozioni restano le stesse. Sacramento avrà sempre un posto speciale nel mio cuore, anche visto il viaggio che ho compiuto finora in NBA.»

Non mancano, infine, i complimenti ai Kings, squadra sempre più solida:

«È raro assistere ad una trade vantaggiosa per due squadre nello stesso tempo, ma quella che ha portato Sabonis qui e Haliburton a Indiana ha funzionato. Lui e Fox sono complementari, si trovano bene, Domantas sa fare bene molte cose, come il padre, è un giocatore dinamico. De’Aaron ti obbliga a stargli attaccato e ha aggiunto anche un po’ di post up al suo arsenale offensivo. E il supporting cast è di tutto rispetto, tirano bene e hanno ottime spaziature. Sono una grande squadre»

😰 Ham: «Siamo privilegiati, manteniamo lo spirito»

La prestazione difensiva non è stata all’altezza, soprattutto nel secondo e nel terzo quarto, e il disappunto traspare della parole di Darvin Ham:

«Devo riguardare bene tutto. Le due cose su cui eravamo più concentrati per stasera erano la difesa in transizione e i rimbalzi. Loro hanno segnato 18 second chance points e 12 dalle nostre palle perse: in totale sono 30 punti concessi che possono essere sotto il nostro controllo. Chiaramente in NBA non si può restare a zero, ma bisogna concedere molto di meno.»

«Hanno giocato molto bene, Sabonis è un lungo d’élite, coach Mike Brown sta svolgendo un lavoro fenomenale, la squadra è ottima. »

Anche l’allenatore dei Lakers, così come James, ha sottolineato quanto sia importante non perdere la positività, anche con assenze importanti:

«Bisogna mantenere alto lo spirito competitivo, parliamo di giocatori e allenatori NBA, bisogna sempre apprezzare di essere nelle situazioni in cui ci troviamo, non tutti trovano lavoro in questo mondo, figuriamoci ai Los Angeles Lakers. Ci restano 51 partite, bisogna continuare a costruire come stiamo facendo, sempre con il giusto spirito.»

Davis, in ogni caso, è mancato e non poco, soprattutto in difesa:

«Non credo che cambieremo i nostri principi, bisogna solo lavorare meglio e farsi trovare più pronti. Abbiamo già tante opzioni, si tratta solo di eseguire meglio. Può essere difficile, ci sono sequenze di gare in cui facciamo fatica ad allenarci. Ma nessuno si dispiacerà per te qui, l’unico modo per migliorare è lavorare di più.»

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte (4:30 🇮🇹) tra Venerdì 23 e Sabato 24 Dicembre per affrontare gli Charlotte Hornets alla crypto.com Arena.


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


Vent’anni, torinese, appassionato di sport dalla nascita e di pallacanestro NBA da qualche anno dopo. Nel tempo libero studio Economia Aziendale.

Categories:

Our Podcast
Most Recent