In copertina: Jalen Hood-Schifino con il commissioner della NBA Adam Silver (Sarah Stier, Getty Images)

I Los Angeles Lakers hanno selezionato Jalen Hood-Schifino con la scelta numero 17 dell’NBA Draft 2023. Secondo Dan Woike del The Los Angeles Times i gialloviola non sembrano intenzionata ad imbastire una trade che coinvolga la guardia uscita da Indiana.

Leggi anche:

🏀 Chi è Jalen Hood-Schifino?

Jalen Hood-Schifino è nato il 19 Giugno 2003 a Pittsburgh, Pennsylvania. Con la famiglia poi si è trasferito a Charlotte, dove ha frequentato la Northside Christian Academy prima di passare alla Combine Academy di Lincolnton, sempre in North Carolina. Infine, ha completato il suo percorso alla high school con la Montverde Academy in Florida.

Hodd-Schifino ha accettato l’offerta dell’Università dell’Indiana, con cui ha giocato 32 partite in quintetto nell’anno da freshman. Con gli Hoosiers ha messo a referto 13.5 punti (41.7% dal campo con il 33.3% dall’arco), 4.1 rimbalzi, 3.7 assist e 0.8 recuperi in 33.1 minuti di media. Al termine della stagione è stato inserito nell’All-Big Ten 3rd Team e nominato Big Ten Rookie of the Year.

Dopo essersi dichiarato eleggibile, alla NBA Draft Combine Jalen è stato misurato 6’4.25″ (194 cm senza scarpe) con una standing reach di 8’4.25″ (255 cm) e una wingspan di 6’10.25″ (209 cm).

💪 Il workout con i Lakers

Nelle scorse settimane i Lakers non hanno ufficializzato il workout sostenuto da Hood-Schifino, poi è stato lo stesso Jalen ha confermarlo parlando con i media mercoledì scorso.

JHS è una combo guard dotata di un’elevata comprensione del gioco e un ottimo jumper, soprattutto dal mid-range. È un buon difensore sul punto d’attacco ed è dotato di una buona taglia, che dovrebbe consentirgli di poter difendere discretamente su tutti gli esterni. L’insieme delle sue skill sembrano integrarsi bene con quelle di Austin Reaves e D’Angelo Russell.

Per entrare nelle rotazioni dei Lakers, Hood-Schifino dovrà crescere fisicamente e lavorare sodo nel tiro da tre, poiché ad Indiana ha segnato solo 37 delle 111 triple tentate (33.3%). Inoltre, dovrà limitare le perse (2.8 TO a partita) e dimostrare di poter costruire per gli altri con costanza.

💬 JHS: «Sono sempre stato un fan di Kobe»

Poco dopo la scelta, Jalen Hood-Schifino ha parlato per la prima volta con i media da giocatore dei Los Angeles Lakers:

«I Lakers sono stati la prima squadra con cui ho fatto un workout, è andato tutto benissimo. Essere scelto da loro è stato surreale, incredibile, perché sono sempre stato un fan di Kobe Bryant. È un cerchio che si chiude.»

Poi ha descritto il suo gioco:

«Sono un all-around, in grado di fare tante cose sul parquet. Mi considero un three-level scorer e posso difendere più ruoli. Ho una buona struttura fisica, che penso mi sarà d’aiuto.»


LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar, diventando il miglior realizzatore della storia della NBA. Leggi gli articoli dedicati al record del quattro volte MVP scritti dalla redazione di LakeShow Italia:


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


Categories:

Our Podcast
Most Recent