In copertina: Darvin Ham nel corso della gara tra Nuggets e Lakers alla Ball Arena di Denver. (David Zalubowski, AP Photo)

La stagione 2023/24 dei Los Angeles Lakers comincia com’era terminata la precedente: con una sconfitta contro i Denver Nuggets. Nella prima gara dell’opening night i californiani ci hanno provato, ma al momento sembrano ancora lontani dai campioni NBA.

Leggi anche:

🔍 L’analisi di Darvin Ham

Parlando con i media al termine della partita, Darvin Ham ha detto di non essere soddisfatto della prestazione a rimbalzo della sua squadra (4 a 17 il conto dei second chance points), ma ha apprezzato l’energia vista nel secondo tempo.

«È ovviamente la prima partita della stagione e dobbiamo migliorare notevolmente. Contro una squadra come questa, se fai un errore o se non sei attivo paghi un conto salato. Quindi, l’obiettivo può grande per noi è rispondere all’aggressività aggredendo. Alcune cose avremmo potuto gestirle meglio in attacco, ma è la prima partita. Miglioreremo, credetemi.»

L’allenatore dei Lakers poi ha parlato dell’impiego di LeBron James (in campo 29 minuti), dichiarando che questo potrebbe essere il trend della stagione:

«Vedremo, molto probabilmente sì. La definizione del suo carico sarà un lavoro di gruppo, che inizia prima e innanzitutto con lui. Ma anche prestando attenzione al calendario e cosa starà facendo nei giorni di lavoro e in quelli di riposo.»

Ham poi ha commentato la prova di Anthony Davis, che dopo aver segnato 17 punti il primo tempo ha chiuso con 0/6 dal campo il secondo:

«Stiamo cercando la sua posizione migliore sul campo, facendo correre e attaccare. È stato sfortunato in alcune conclusioni, ma ci ha tenuti in partita. Voglio solo che giochi con aggressività. Che si tratti di un pick-and-roll, di una ricezione dinamica o dal post up. Voglio che sia aggressivo.»

💬 Le parole del supporting cast

Anche Austin Reaves (14+8+4 con 4/11 dal campo) è apparso ancora lontano dalla forma migliore. Ad ogni modo, la guardia dei Lakers ha riconosciuto i meriti dei Nuggets:

«Hanno giocato un’ottima partita. Ovviamente ci sono molte cose su cui abbiamo bisogno di lavorare, in attacco e in difesa. Abbiamo fatto alcune cose buone ma abbiamo bisogno di rivedere la partita e migliorare dai nostri errori.»

«Ogni volta che affronti Jokic e Murray, sarà una partita dura. Sono molto versatili e giocatori altruisti. Ma abbiamo bisogno di sistemare un paio di cose sul lato debole, fare scramble meglio e mandare fuori ritmo i loro tiratori. Ma tanto di cappello.»

Poco incisivo anche Gabe Vincent (6+1+2 con -17 di Plus/Minus), che nel post partita è sulla stessa linea di pensiero di coach e compagni:

«Denver era Denver. Hanno giocato molto bene. Ci sono tante cose su cui dobbiamo lavorare, ovviamente. Ma è solo la prima partita, non bisognare né troppo in alto né troppo in basso.»

«La continuità che hanno i Nuggets è qualcosa che dobbiamo raggiungere, ma queste cose non si costruiscono da un giorno all’altro.»

Se i Lakers non sono sprofondati è anche merito di Taurean Prince (18+3+1 con 4/6 dall’arco), che ha esordito con una convincente prestazione:

«I Nuggets sono molto validi in quello che fanno e sanno quello che vogliono ottenere. Dipende tutto da noi l’essere allo stesso livello in difesa, essere pronti e non restare un passo indietro.»

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte (4:00 🇮🇹) tra Giovedì 26 e Venerdì 27 Ottobre per affrontare i Phoenix Suns alla crypto.com Arena.


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar, diventando il miglior realizzatore della storia della NBA. Leggi gli articoli dedicati al record del quattro volte MVP scritti dalla redazione di LakeShow Italia:


Categories:

Our Podcast
Most Recent