Ventunesima sconfitta stagionale per i Los Angeles Lakers che, orfani di LeBron James, cadono a Salt Lake City 132-125. A nulla servono la tripla doppia di Anthony Davis (15+15+11) e i 39 punti di D’Angelo Russell, ritornato in quintetto dopo sette partenze dalla panchina.

Leggi anche:

😤 Darvin Ham: «I fischi hanno distrutto il ritmo della partita»

Coach Darvin Ham inizia la conferenza stampa parlando dell’arbitraggio:

«Dovrò rivedere i filmati per essere più sicuro, ma dal mio punto di vista quando gli avversari andavano verso il canestro, i nostri ragazzi non hanno fatto nulla per fermarli in modo falloso. Il più delle volte le mani erano bene in vista, oppure una mano era addirittura nascosta, e ogni volta che loro lanciavano la palla in aria veniva fischiato un fallo. Sia come sia, a parti invertite le stesse dinamiche non sono state fischiate.»

«Dobbiamo essere duri mentalmente per riuscire a giocare anche contro le avversità, e questa sera i fischi hanno creato delle avversità. Abbiamo giocato un buon basket, abbiamo avuto solo 12 palle perse che loro sono riusciti a capitalizzare con 23 punti. Hanno tirato bene i liberi, 36 su 39. Noi abbiamo avuto 24 tiri liberi, che sono tanti. Loro 39. Tutti questi fischi hanno distrutto completamente il ritmo della partita.»

Alla domanda sulla prestazione di D’Angelo Russell, il coach risponde così:

«È stato fenomenale, ha fatto un gran lavoro nel settare il tono della squadra. La sua abilità nel tiro e il suo playmaking ci hanno permesso di rimanere competitivi all’interno della partita, almeno fino a quando ci siamo riusciti. Ha fatto giocate di alto livello e segnato grandi tiri.»

Non poteva mancare anche un commento sulla prova di AD:

«È troppo duro con sé stesso. Ha sbagliato qualche tiro che di solito segna (5/21, ndr) ed è stato sfortunato nel perdere qualche pallone, ma l’ho incoraggiato nel continuare ad insistere. Stiamo comunque parlando di un 15+15+11, che dimostra quanto sia speciale. Con 4 stoppate ci ha comunque permesso di rimanere competitivi, ed ha avuto una serata dura sotto i tabelloni. Purtroppo l’assenza di LeBron ha pesato, ma gli faccio i complimenti per come ha continuato a lottare e per come è rimasto difensivamente determinante.»

〰️ Anthony Davis: «Tutti hanno fatto il loro dovere, eccetto me»

Particolarmente duro con sé stesso, Anthony Davis commenta così la propria prestazione:

«Tutti i ragazzi hanno fatto il loro dovere, eccetto me. Ovviamente con l’assenza di LeBron tutti devono fare un passo in più, e i ragazzi lo hanno fatto. Io no, e me assumo la responsabilità.»

Continuando a commentare la partita, The Brow ritiene che:

«Prima della partita abbiamo parlato del trattamento della palla. Ho perso 6 palloni questa sera, ma la squadra in questo ha lavorato bene. Loro hanno segnato molte triple dalle nostre palle perse. Ripeto, tutti i ragazzi in questo spogliatoio hanno fatto il loro dovere, a differenza mia.»

A Davis viene fatto notare come dopo 40 partite, il record sia identico a quello dello scorso anno (19-21, ndr), nonostante lui e LeBron abbiano saltato meno partite:

«Ricordo le sensazioni dello scorso anno. Adesso penso al presente, non siamo in una brutta posizione, le cose potrebbero andare peggio. Gli infortuni ci hanno condizionato e ci stanno condizionando, ogni volta che recuperiamo qualcuno qualcun altro si deve fermare. Questa cosa è tosta, ma abbiamo abbastanza talento per vincere lo stesso. Mancano 42 partite, dobbiamo spingere al massimo nelle prossime 5/6 partite in casa.»

👊 Reaves: «Conta solo vincere» Hachimura: «Siamo i Lakers, tutti vogliono batterci»

Anche Austin Reaves torna sulla questioni arbitrali, anche se in maniera diversa rispetto a Ham:

«Le loro guardie hanno attaccato il ferro, gli arbitri hanno fischiato e sono andati in lunetta segnando i liberi. Questo è quello che è successo, e ci hanno battuti.»

Alla domanda sul ritorno in quintetto di Russell, Reaves risponde che:

«Ha segnato 39 punti, ma abbiamo perso lo stesso. È un super talento e sono contento di essere tornato in coppia con lui. Le sue capacità sono uniche ed è un onore condividere il backcourt con un giocatore così, ma come ho detto abbiamo perso, e sono convinto che lui direbbe lo stesso: non importa quanti punti si segnano, conta vincere.»

Intervistato negli spogliatoi, Rui Hachimura commenta la sconfitta:

«Volevo portare energia, specialmente nel primo quarto. Ogni squadra contro cui giochiamo vuole batterci, siamo i Lakers. Gli avversari mettono sempre tanta energia in campo, e noi dobbiamo cercare di eguagliarla.»

🧊 D’Angelo Russell: «Non posso essere Superman»

Come Darvin Ham, anche D’Angelo Russell torna sulla questione dei tiri liberi:

«Hanno tirato tanto dalla lunetta, i tiri liberi possono farti vincere le partite. Abbiamo commesso troppi falli.»

Riguardo il record di squadra, DLo ritiene che:

«Ovviamente vogliamo vincere più partite possibili. Non posso uccidere me stesso per essere Superman, dobbiamo reagire come gruppo. Ognuno deve mettere la sua impronta sulla partita per cercare di vincere.»

Riguardo la difficoltosa convivenza con Austin Reaves, Russell dichiara che:

«Ci siamo costruiti tanta credibilità nel breve stint dello scorso anno. Dobbiamo solo lavorare.»

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte (4:30 🇮🇹) tra Lunedì 15 e Martedì 16 Gennaio per affrontare gli Oklahoma City Thunder alla crypto.com Arena.

In copertina: Darvin Ham durante la gara tra Jazz e Lakers al Delta Center di Salt Lake City. (Spenser Heaps, AP Photo)


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar, diventando il miglior realizzatore della storia della NBA. Leggi gli articoli dedicati al record del quattro volte MVP scritti dalla redazione di LakeShow Italia:


Classe 1993, giusto in tempo per vedere i Lakers di Shaq e Kobe. Da lì nasce un amore incrollabile per l’NBA e i Gialloviola. Lavoro, studio e scrivo. Nel tempo libero cerco di capire cosa sia passato nella testa di Ron prima di prendere QUEL tiro.

Categories:

Our Podcast
Most Recent