In copertina: Rui Hachimura contesta Kevin Porter Jr., a fine gara Darvin Ham ha sottolineato la prova del giapponese. (Michael Wyke, AP Photo)

I Los Angeles Lakers hanno battuto senza troppi patemi gli Houston Rockets per 134 a 109. Col successo di questa notte i gialloviola hanno conquistato la quarantesima vittoria stagionale, portandosi a mezza gara di distanza da Clippers e Warriors, che occupano a pari merito il quinto posto della Western Conference.

Nel post partita Ham, Reaves, Hachimura e Davis hanno commentato la gara contro i texani e parlato dell’ottimo momento della squadra della California.

Leggi anche:

🔝 Ham: «DLo avrebbe potuto giocare»

La conferenza stampa di Darvin Ham è iniziata con l’ovvia domanda sulle condizioni di D’Angelo Russell, che non ha giocato nel secondo tempo a causa del riacutizzarsi del dolore al piede sinistro:

«È stata una decisione presa in via precauzionale. Avrebbe potuto continuare a giocare se avessimo avuto bisogno di lui. Ma con tutti i giocatori di cui disponiamo adesso, abbiamo preferito non rischiarlo. Valuteremo le sue condizioni domani mattina.»

L’allenatore dei Lakers poi ha commentato la prestazione di AD:

«È sceso in campo con un senso d’urgenza adeguato, è rimasto concentrato per tutta la gara giocando con tanta energia. Abbiamo sempre detto che saremmo migliorati con il passare delle partite e che avremmo giocato la nostra migliore pallacanestro al momento giusto. Bene, quel momento è arrivato e tutti i ragazzi sono in una buona condizione, da AD in poi. Ha recepito cosa abbiamo bisogno che faccia e sta provando a farlo ogni sera.»

«Non ha giocato solo per sé stesso, ma per tutta la squadra facendo le scelte giuste senza forzare. Non sono i numeri che sta facendo ad impressionare, ma come li sta ottenendo. È sempre pronto ad attaccare, è una presenza costante nel pitturato e vicino al ferro. È il catalizzatore principale del nostro gioco e ci aspettiamo che continui a farlo.»

Anche LeBron James sta crescendo partita dopo partita. Ham commenta così la prestazione del quattro volte MVP:

«Avere intorno un certo tipo di giocatori gli consente di preservare le energie. Non voglio dire che non abbia giocato duramente, ma solo che adesso non dipendiamo da lui in ogni momento della gara.»

«Ha messo a referto una tripla-doppia quasi in scioltezza. Senza forzare nulla e senza dover giocare tanti minuti. È la testimonianza di quanto siamo profondi adesso, diversi ragazzi possono incidere sulle partite.»

I Lakers – complice la difesa tutt’altro che ermetica dei Rockets – hanno assistito 35 dei 52 canestri realizzati commettendo appena 5 turnover. Prestazione che soddisfa Darvin Ham:

«È una pallacanestro molto più divertente da giocare quando muoviamo tanto il pallone. I ragazzi hanno deciso rapidamente, senza perdere tempo con extra palleggi che avrebbero sprecato tre/quattro secondi. Bisogna leggere la difesa avversaria, capire cosa vuole costringerti a fare e fare la scelta giusta. Ognuno deve fare la stessa cosa, gestire il ritmo e allargare il gioco.»

Infine, l’allenatore losangelino ha elogiato anche Hachimura:

«Rui è stato una presenza importante su entrambi i lati del campo con grazie alla sua abilità di segnare su tre livelli oltre alla capacità di poter difendere su tanti avversari. È stato grande, è una risorsa enorme per noi.»

💬 Le considerazioni di Reaves e Hachimura

Darvin Ham ha lasciato il posto ad Austin Reaves, ormai una presenza quasi fissa in sala stampa. Anche il numero 15 dei Lakers ha commentato la prova di Davis:

«AD è un giocatore straordinario, fin da subito ha settato il tono della gara e ha trascinato la squadra. Abbiamo tanti giocatori di talento intorno a lui, a partire da LeBron, ma quando scende in campo e gioca come ha fatto nelle ultime partite e per quasi tutta la stagione, è fenomenale.»

«Se continua a giocare così, sarà un bel problema [per gli avversari].»

Reaves, autore di 18 punti con 8 assist, poi ha commentato il momento dei Lakers:

«Dal punto di vista mentale siamo in un ottimo momento. A partire dalla trade deadline credo che abbiamo giocato dell’ottima pallacanestro e proviamo a vincere tutte le sere. Abbiamo tanta fiducia nel gruppo e tanta energia da spendere.»

Austin chiude commentando la prove di James e le prospettive in vista dell’ultima settimana di regular season:

«Ogni sera gli chiediamo qualcosa di diverso, ma LeBron ha il talento per poter incidere in qualunque modo sul campo. Nelle serate in cui AD è così aggressivo – e nessuno può contenerlo – si mette al servizio dei compagni. Ha distribuito 11 assist per 23 punti, ha cercato il modo migliore per contribuire.»

«Tutte le gare per noi saranno importanti e proveremo a vincerle tutte. L’obiettivo è entrare nella postseason, poi vedremo con quale posizione.»

Negli spogliatoi, i reporter hanno intervistato anche Rui Hachimura:

«Io e il coach abbiamo parlato tanto della difesa fin da quando sono arrivato ai Lakers, su cosa vogliono da me e su come posso incidere nella nostra metà campo. Ho visto tanti filmati ed ho imparato tante cose, poi giocare al fianco di AD mi ha consentito di migliorare il tempismo nelle stoppate. È stato grande per me.»

Contro i Rockets, l’ala giapponese ha giocato una delle sue migliori gare dall’approdo di Lakers: 20 punti con 10/14 dal campo con 12 rimbalzi e 3 stoppate:

«Anche il rientro di LeBron mi ha aiutato, abbiamo una buona intesa su entrambi i lati del campo. Credo di essere un buon fit al suo fianco perché posso usare il fisico e segnare da tre.»

«Quando riesco a mettermi in ritmo leggo meglio la gara, mi muovo più rapidamente e riesco a prendere la posizione giusta. Questo mi aiuta, posso essere aggressivo senza doverci pensare troppo.»

〰️ Davis: «Vogliamo vincere tutte le partite»

Intervistato subito dopo la sirena, Anthony Davis ha chiuso con un eloquente dichiarazione:

«Non possiamo decidere le sorti delle altre squadre, ma possiamo decidere il nostro destino. Siamo diventati voraci, non siamo soddisfatti. Vogliamo vincere tutte le gare, qualunque sia il nostro avversario.»

The Brow ha segnato 40 punti e nelle ultime cinque uscite sta viaggiando a 33.6 punti di media. Nella locker room ha parlato del suo momento:

«Sono in buone condizioni, mi sento bene e credo di essere tornato ai livelli di gioco precedenti l’infortunio. Ma tutti stiamo giocando bene, i ragazzi mi stanno rendendo le cose facili, lasciandomi tanto spazio a disposizione. Quando non riesco a finalizzare, posso passargli il pallone e fare la giocata giusta, anche perché loro stanno segnando parecchio.»

«Tutta la squadra è in buone condizioni e stiamo giocando la pallacanestro di Lakers, un gioco divertente ed eccitante da vedere.»

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte (3:00 🇮🇹) tra Martedì 4 e Mercoledì 5 Aprile per affrontare gli Utah Jazz alla Vivint Arena.


LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar, diventando il miglior realizzatore della storia della NBA. Leggi gli articoli dedicati al record del quattro volte MVP scritti dalla redazione di LakeShow Italia:


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


Categories:

Our Podcast
Most Recent