In copertina: Austin Reaves e Xavier Tillman Sr. nel corso di Gara 3 tra Lakers e Grizzlies (Mark J. Terrill, Associated Press)

Nella convincente vittoria di Gara 3, in casa gialloviola non sono emersi soltanto James e Davis. Il supporting cast angeleno ha fornito una prestazione corale di assoluto livello. Reaves si conferma ancora di più uno degli elementi più importanti di questo roster, la serie di Hachimura continua ad essere eccellente, mentre, dopo due partite con più ombre che luci, anche Russell è finalmente ritornato sui livelli che gli competono.

Leggi anche:

💪 Darvin Ham «L’energia nel palazzetto è stata incredibile»

È un Darvin Ham che non può che essere soddisfatto della sua squadra, quello che si presenta in conferenza stampa post partita. Il coach commenta così il primo quarto della partita:

«In allenamento abbiamo stabilito sia il mindset difensivo che il tono fisico che volevamo dare alla partita. Abbiamo approfondito anche la transizione e i pick-and-roll difensivi, che sono aspetti chiave contro questa squadra. Tutti hanno messo tanto impegno nel chiudere le giocate e nell’andare a rimbalzo. Bisogna essere altamente competitivi.»

Anche a Ham viene chiesto un commento riguardante l’energia donata dalla crypto.com Arena, che ha ospitato per la prima volta dopo dieci anni, una partita di Playoffs a piena capienza:

«L’ultima volta che i Lakers erano ai Playoffs e il palazzetto era a piena capienza, io ero qui da assistente. Wow, il tempo vola ragazzi. Il nostro pubblico è stato fenomenale, lo abbiamo sentito e grazie a Dio gli abbiamo dato motivo di essere contento. I ragazzi sono stati aggressivi, sia nella difesa sulla palla che nei cambi off the ball, abbiamo preso i rimbalzi e corso in contropiede, è stato bello. L’energia nel palazzetto è stata fenomenale e incredibile, e vogliamo avere la stessa atmosfera lunedì.»

Riguardo la prestazione di LeBron e le polemiche con Dillon Brooks, Ham ritiene che:

«È un professionista consumato, che non cade nelle battaglie verbali. Va in campo e parla con i fatti, con il suo gioco e la sua leadership. Il suo focus va oltre le polemiche, ed è quello che serve anche a noi. Semplicemente questo. Ognuno cerca di esprimere dubbi su di lui e sul livello al quale sta giocando. Abbiamo capovolto la nostra situazione nel corso della stagione, questo ci ha stimolati, e ha stimolato lui in particolar modo. Fa quello che deve come ha sempre fatto. Il resto del teatrino è per i fan, che pagano il biglietto e tifano o fischiano a seconda dell’ambiente che si crea in campo. Non importa se si è in casa o in trasferta, è bello giocare e a noi importa fare il nostro lavoro.»

Alla domanda sull’esplosione di Ja Morant nell’ultima frazione, il coach non può che complimentarsi con l’avversario:

«È un grande giocatore, ci ha dato fastidio. Non dobbiamo farci scoraggiare, dobbiamo rimanere con il focus sulla giocata successiva, pensando possesso dopo possesso, indipendentemente da quello che succede. Abbiamo cercato di allontanarlo dal ferro, ma poi ha iniziato a segnare delle triple, e l’unica cosa che possiamo fare è cercare di rimanere competitivi qualunque cosa ci accada di fronte.»

🎉 D’Angelo Russell: «Si sentiva l’elettricità nell’aria»

Autore di una buona prestazione (17 punti e 7 assist con +13 di Plus/Minus), D’Angelo Russell commenta così la partita:

«Ci siamo nutriti dell’energia nel palazzetto, si sentiva l’elettricità nell’aria già durante la strada per arrivare all’arena. I tifosi erano ovunque. Abbiamo iniziato forte, volevamo rispondere dopo che ci avevano battuti nella scorsa partita. Ognuno di noi è sceso in campo con l’intento di dare il proprio contributo per vincere.»

Riguardo la propria prestazione dopo le difficoltà di Gara 2, D-Lo risponde laconicamente che:

«Sono i Playoffs. Si va su e giù. Succede.»

Sulla propria intesa con Anthony Davis, Russell ritiene che:

«Più ripetiamo i movimenti e meglio ci troviamo. Lui ha giocato con tante guardie, ne ha viste di ogni. Da parte mia, bisogna solo insistere per avere un’intesa più fluida. Ha dominato sotto ogni aspetto: a rimbalzo, in attacco e in difesa. Quando gioca così controlla la partita.»

👌 Rui Hachimura: «Sono fiducioso del mio tiro»

Intervistato negli spogliatoi della cypto.com Arena, Rui Hachimura commenta così Gara 3:

«Ci siamo allenati bene ieri, volevamo fargli vedere chi siamo e ci siamo riusciti alla grande. Sappiamo che loro sono molto fisici e a volte giocano sporco. Dobbiamo prestare attenzione a questo. Mi sono allenato sul tiro, aspettavo un momento come questo. Sono fiducioso del mio tiro (9/12 da tre nelle prime tre partite, ndr) e tutti mi incoraggiano a tirare.»

Anche ad Hachimura viene chiesto un commento sull’ambiente all’interno del palazzetto. Il numero 28 risponde che:

«Anche oggi nel shootaround ne abbiamo parlato. Era dal 2013, credo, che l’arena non era al completo. È stato folle, ero molto eccitato, non avevo mai sentito niente del genere. La nostra energia è stata altrettanto buona. Ho amato l’atmosfera.»

⛔ Austin Reaves: «Tenere una squadra NBA a soli 9 punti è impressionante»

Anche Austin Reaves è stato intervistato negli spogliatoi. Hillbilly Kobe commenta così l’approccio dei Lakers alla partita:

«È stata una grande partenza, esattamente quella che volevamo. Tenere una qualsiasi squadra NBA a soli 9 punti nel primo quarto è qualcosa di impressionante. È un record. Abbiamo giocato con grande intensità e dobbiamo mantenerla fino alla fine della serie.»

Nemmeno Reaves può evitare di parlare della grande prestazione di Morant:

«Quanti punti ha segnato consecutivamente? 22? È stato impressionante, non so cosa dire. Ovviamente è un grande giocatore. Ha tirato 6/10 da tre, pare che il polso stia bene.»

Il numero 15 giallo-viola commenta così la grande atmosfera dentro al palazzetto:

«Questa era la prima partita a capacità piena nei Playoffs dal 2013. I tifosi sono stati fantastici, si sente la loro energia. Le cose hanno iniziato ad andare fin da subito come volevamo, e il rapporto con la folla è stato bellissimo.»

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte (4:00 🇮🇹) tra Lunedì 24 e Martedì 25 Aprile per affrontare alla crypto.com Arena i Memphis Grizzlies nella Gara 4 del primo turno degli NBA Playoff.


LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar, diventando il miglior realizzatore della storia della NBA. Leggi gli articoli dedicati al record del quattro volte MVP scritti dalla redazione di LakeShow Italia:


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


Classe 1993, giusto in tempo per vedere i Lakers di Shaq e Kobe. Da lì nasce un amore incrollabile per l’NBA e i Gialloviola. Lavoro, studio e scrivo. Nel tempo libero cerco di capire cosa sia passato nella testa di Ron prima di prendere QUEL tiro.

Categories:

Our Podcast
Most Recent