I Los Angeles Lakers hanno vinto in casa dei Washington Wizards per 125 a 120, dominando la gara per larghi tratti prima di subire nel finale il rientro dei padroni casa. Per i Gialloviola ottavo successo nelle ultime nove gare e road trip chiuso con un record ottimo (5-1).

Al termine della gara hanno parlato con i reporter Darvin Ham, Rui Hachimura ed Anthony Davis. Di seguito i punti salienti delle loro postgame interviews. Le dichiarazioni di LeBron James, invece, sono disponibili in quest’articolo.

Leggi anche:

🤬 Darvin Ham: «Bisogna giocare sempre con intensità»

Sul +13 a meno di due minuti dalla fine, Darvin Ham ha richiamato in panchina i titolari. Tuttavia, Washington ha piazzato un parziale di 8-0, che ha obbligato il coach a rimettere gli starter a 17″ dalla sirena. Nel post partita, l’allenatore dei Lakers non nasconde il proprio disappunto:

«È davvero un peccato. Che tu sia un giovane o un rookie, oppure un veterano… Devi cercare di garantire la vittoria. Non importa quanto tempo manca. Non c’è una sorta ‘rito di passaggio’ in questa lega, né tra giocatori e allenatori né tra dirigenti e persino per la proprietà. Nessuno ti deve nulla. Quando stai cercando di affermarti e mostrare che tipo di giocatore sei, devi approcciare allo stesso modo ogni minuto della gara.»

«Odio il termine ‘garbage time’. Stai giocando nell’NBA, non è una cosa per tutti. Se hai la chance di giocare, anche solo gli ultimi cinquanta secondi, devi farlo con intensità. Se non lo fai è meglio restare a casa. Occorre avere questa mentalità, tutto va guadagnato. Ne parlerò con un paio di giovani venerdì.»

Dal primo febbraio i Lakers hanno il terzo record della lega (20-8), sono titolari dell’undicesimo Net Rating (9.8) e del secondo Offensive Rating (118.4).

«Quando giochiamo nel modo in cui siamo capaci, siamo una squadra che gioca ad un livello élite. Non un livello alto, ma élite. Su entrambi i lati del campo.»

«L’obiettivo per le cinque gare che mancano? Quest’anno l’ovest è molto competitivo. Dobbiamo continuare così e cercare di assicurarci un posto ai playoff. Avere successo ed arrivare più in fondo questa volta.»

Il ritmo dei Lakers è cambiato da quando Rui Hachimura è tornato in quintetto. Il giapponese ha chiuso marzo con la più alta efficienza in attacco della NBA:

«Giocare al fianco di LeBron e AD rende tutto più semplice, le difese devono concentrarsi su di loro. Posso tentare tante conclusioni wide open, come se fosse un allenamento.»

«Lavoro molto con Phil Handy, parliamo del mio ruolo. Devo prendermi quelle triple, perché con questa lineup spesso sono libero. Le difese avversarie non possono lasciare spazio a D’Angelo, Austin, AD o LeBron. Questo rende tutto più facile.»

Da quando è tornato nello starting five Hachimura sta tirando con il 59% dal campo e il 45% dalla lunga distanza. Nel road trip Rui è cresciuto anche a rimbalzo: ne ha catturati 7.5 a partita, quasi il doppio rispetto ai 3.8 delle 57 gare precedenti.

«In attacco posso tagliare verso il canestro, oltre a prendermi delle conclusioni wide open. In difesa spesso cambiamo su tutti. Siamo una squadra fisica, posso andare a rimbalzo. Dobbiamo continuare a giocare così.»

〰️ Anthony Davis: «Mi è piaciuto l’approccio al road trip»

A fermare la rincorsa degli Wizards è stato Anthony Davis: il numero 3 dei Lakers – rientrato per l’ultimo possesso insieme a James, Hachimura e Reaves – ha stoppato la tripla del potenziale -2 tentata da Jared Butler. Al termine della gara, The Brow ha detto di aver suggerito ad Ham di rimettere gli starter dopo un cenno d’intesa con LeBron James:

«Io e LeBron ci siamo guardati quando Washington è tornata sul meno cinque, abbiamo deciso di rientrare prima che Ham ce lo chiedesse. È stato un momento formativo per i ragazzi, avrebbero dovuto capire che l’unico modo che avevano per tornare in partita era segnare da tre.»

Nel corso del primo quarto AD ha subito una gomitata al naso da Tristan Vukcevic, che non gli ha impedito di mettere a referto 19 punti e 6 assist, «Mi è già passato» il suo commento in merito. I Lakers hanno toccato il +17 a metà dell’ultimo quarto, poi hanno subito un parziale di 0-15

«Non stavamo attaccando bene contro la zona: abbiamo preso troppe conclusioni affrettate e perso palloni banali. Non abbiamo eseguito e loro sono tornati sul -2. Ci siamo detti ‘Hey, proviamo i nostri schemi contro la zona’. Poi la gara è praticamente finita.»

«Quando segniamo con facilità, le squadre avversarie si dispongono a zona per provare rallentarci. Dobbiamo essere in grado di eseguire immediatamente i nostri attacchi contro la zona per contrastarli.»

In chiusura, Anthony Davis ha parlato del buon momento della squadra, nonostante non abbia sortito particolare effetti sulla posizione nella Western Conference:

«Mi piace come abbiamo approcciato al road trip, sicuramente il bilancio è positivo.»

«Possiamo controllare solo quello che è in nostro potere. Dobbiamo continuare a giocare una pallacanestro vincente, conquistare quanti più successi e lasciare che le cose facciano il loro corso.»

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo Sabato 6 Aprile (21:30 🇮🇹) per affrontare i Cleveland Cavaliers alla crypto.com Arena.

In copertina: Anthony Davis e Kyle Kuzma durante la gara tra Wizards e Lakers alla Capital One Arena di Washington. (Patrick Smith, Getty Images)


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


LeBron James ha superato Kareem Abdul-Jabbar, diventando il miglior realizzatore della storia della NBA. Leggi gli articoli dedicati al record del quattro volte MVP scritti dalla redazione di LakeShow Italia:


C’è solo un Capitano, anzi due.

Categories:

Our Podcast
Most Recent