Game 30: Phoenix Suns vs Los Angeles Lakers. In copertina: Russell Westbrook, Anthony Davis and LeBron James (Christian Petersen, Getty Images)

Back-to-back per i Los Angeles Lakers 💜💛 (13-16), che dopo il successo in volata contro gli Wizards tornano in Arizona per sfidare i Phoenix Suns (18-12), già vittoriosi a novembre.

La partita è un vero e proprio load management game: i gialloviola recuperano Beverley e Gabriel, ma sono privi di Anthony Davis (piede destro), LeBron James (caviglia sinistra) Austin Reaves (piede destro), Russell Westbrook (piede sinistro) e Juan Toscano-Anderson (caviglia destra). I padroni di casa non dispongono di Devin Booker (inguine), Cameron Payne (piede destro), Jock Landale e Duane Washington Jr. oltre che del lungodegente Cameron Johnson e del separato in casa Jae Crowder.

Ham schiera Schröder, Beverley, Walker IV, Brown Jr. e Bryant; Williams replica con Paul, Lee, Bridges, Craig ed Ayton.

🏀 Suns vs Lakers: Game Recap

L.A. parte bene e muove il punteggio con la tripla di Walker IV e due canestri (!!!) di Patrick Beverley. Ma in difesa i californiani non hanno il materiale umano per contenere Deandre Ayton, che domina nel pitturato. Thomas Bryant segna due triple, ma Lonnie, Pat e Schröder sprecano e non segnano più, consentendo a Phoenix di scappare via con Bridges e CP3: 14-26 dopo sette minuti di gioco.

Schröder ferma il digiuno dei Lakers e soprattutto il parziale dei Suns (18-1), ma i padroni di casa dominano a rimbalzo offensivo con Craig e segnano a piacimento con Ayton, Bridges e Chris Paul (14 per lui). I losangelini schierano Nunn (291 minuti in stagione), Pippen Jr. (8), Christie (165), Gabriel (271) e Jones (137): auguri! I canestri di Wenyen, Kendrick e Shamet chiudono la frazione, con L.A. sotto 24-38.

La lineup scelta – per necessità – da coach Darvin Ham ha troppo poco talento e fioccano così errori al tiro e banali turnover. Christie ha le polveri bagnate, mentre Pippen Jr. prova a piazzare qualche highlight in difesa ma la NBA non è la G League. La second unit di Phoenix gioca col sigaro in bocca e senza forzare allunga ancora coi canestri di Wainright e Landry Shamet: 27-46 a sette minuti dall’intervallo lungo.

I Suns superano la doppia decina di vantaggio con Josh Okogie, poi Schröder, Walker IV e Bryant rendono meno pesante il passivo. Ma col rientro degli starter di Monty Williams i Lakers sprofondano: Ayton spadroneggia nel pitturato, Damion Lee segna la tripla del +25. Non potendo gettare la spugna o perdere a tavolino, Schröder prova a fare qualcosa prima che Torrey Craig chiuda il tempo dall’angolo: 44-68.

😰 I Suns battono ancora i Lakers

Al rientro in campo i californiani provano ad evitare una disfatta di proporzioni colossali e muovono il punteggio con l’and-one di Beverley (…che potrebbe evitare il too small a CP3 sul meno millemila) e le triple di Lonnie Walker IV (due) e Troy Brown Jr. Phoenix non intende spremersi più del dovuto e controlla con i canestri di Lee e Mikal Bridges: 60-79 con 6:54 sul cronometro.

I Lakers riducono il passivo con dieci punti equamente divisi tra Bryant e Schröder, poi accorciano ancora (-12) con l’alley-oop alzato da Dennis per Thomas. I Suns smorzano lo slancio degli angeleni con le triple di Bridges e Ayton, ma Dennis Schröder ci crede e realizza altri cinque punti. Rimonta? Certo che no! Ish Wainright e Shamet segnano dalla lunga distanza, poi Mikal chiude la terza frazione: 77-99.

Nei primi minuti dell’ultimo quarto Paul, Lee, Walker IV e Kendrick Nunn incrementano il proprio bottino personale, mentre Max Christie e Wainright partecipano al festival delle triple. Poi CP3 segna quattro canestri consecutivi prima di lasciare il campo e dare il via ufficiale al garbage time dove trovano gloria Scotty Pippen Jr., il solito Nunn e Dario Saric: 104-130 il punteggio finale. I Lakers non battono i Suns dalla famigerata sceneggiata di Drummond ai playoff del 2021.

Back to Top

📊 Stats & Box Score

Schröder mette a referto 30 punti (12/19 al tiro con 2/2 da tre e 4/4 ai liberi), 4 rimbalzi, 4 assist e 4 palle perse. In doppia cifra anche Bryant (16+5 con 6/12 dal campo), Walker IV (16+4+2) e Nunn (17 con 3/6 da tre). Impalpabili Beverley (9+1+3) e Brown Jr. (3+2+1 con una sola tripla tentata in 21 minuti). Impreciso Christie (2+6 con 1/9 al tiro). A referto anche Jones (3+7 con 3 stoppate), Gabriel (4+6) e Pippen Jr. (4+2+1).

Il top scorer dei Suns è Chris Paul (28+4+8). In doppia cifra anche Ayton (21+11), Bridges (20+1+2), Craig (17+9+4 con 4/4 da tre), Lee (15+6+2) e Shamet (13+2+2).

Box Score at NBA.com

^Back to Top

📺 Suns vs Lakers: Highlights

🗨️ Post Game Quotes

Leggi le dichiarazioni dei protagonisti della gara tra Suns e Lakers:

🚦 Plus & Minus

Leggi l’analisi degli aspetti positivi e negativi della partita del Footprint Center:

^Back to Top

🏆 Suns vs Lakers: Fan Survey

  • Per l’occasione, la redazione di LakeShow Italia deciso di nominare d’ufficio gli MVP della partita: gli irriducibili tifosi losangelini che hanno seguito in diretta la partita nonostante l’esito fosse ampiamente prevedibile.

📅 Next Game

I Los Angeles Lakers tornano in campo nella notte (4:00 🇮🇹) tra Mercoledì 21 e Giovedì 22 Dicembre per affrontare i Sacramento Kings al Golden 1 Center.

^Back to Top


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


Categories:

Our Podcast
Most Recent