In copertina: Anthony Davis e Darvin Ham nel corso della gara tra Los Angeles Lakers e Sacramento Kings al Golden 1 Center (José Luis Villegas, AP Photo)

Il dolore al piede destro di Anthony Davis continua a diminuire. Di conseguenza, la stella dei Los Angeles Lakers ha intenzione di accelerare il programma di recupero in concomitanza del rientro in California dei gialloviola. A riportarlo, Dave McMenamin di ESPN.

Il successo ottenuto dai losangelini – il quinto consecutivo – in casa dei Kings è stata la dodicesima gara consecutiva saltata da The Brow (7-5 il bilancio), fermato da una frattura allo sperone osseo dell’osso navicolare del piede destro.

🏋️ Il programma di Anthony Davis

Questa notte, i Lakers chiuderanno il mini road trip di due partite in casa dei Nuggets, la stessa avversaria contro la quale Davis si è infortunato a causa di una collisione in aria con Nikola Jokic. Da quel momento – secondo le fonti citate da McMenamin – AD si è limitato a svolgere delle sessioni di tiro.

L’incremento delle attività prevederà workout in piscina e corsa su di un tapis roulant a gravità alterata per evitare di sovraccaricare il piede infortunato. I Lakers sperano che tali attività consentano di fissare entro un paio di settimane la data del possibile rientro di Anthony Davis.

Ritorno che potrebbe avvenire entro fine mese, come riportato qualche ora più tardi da Kyle Goon del Southern California News Group. Il reporter – come McMenamin membro del traveling media dei Lakers – ha confermato le indiscrezioni riportate dal collega e ribadito la speranza della franchigia di recuperare AD per il road trip che inizierà il 29 Gennaio con la gara di Boston.

The Brow stava giocando il miglior basket dai tempi della conquista dell’anello. Nelle 25 gare disputate, Anthony Davis ha messo a referto 27.4 punti con 59.4% dal campo e l’82.6% dalla lunetta, 12.1 rimbalzi, 2.6 assist, 1.3 recuperi e 2.1 stoppate in 33.4 minuti di media. Inoltre, l’NBA lo ha nominato Player of the Week per la settimana dal 28 Novembre al 4 Dicembre.

Durante l’assenza del nativo di Chicago i Lakers hanno potuto contare sul solido contributo di Thomas Bryant, tornato quest’anno a Los Angeles firmando al minimo salariale. L’ex centro degli Wizards nelle ultime 12 gare ha messo a referto 16.9 punti e 10.6 rimbalzi con il 66.9% dal campo.

Per saperne di più:


Ascolta Lakers Speaker’s Corner, il podcast italiano dedicato ai gialloviola, su:


Categories:

Our Podcast
Most Recent